Junior Eurovision 2014: a colloquio con The Peppermints


A poco più di un mese dalla loro debutto, con la prossima partecipazione in quota San Marino allo Junior Eurovision Song Contest, abbiamo il piacere di ospitare su queste pagine la prima intervista ufficiale “collettiva” di The Peppermints, il quintetto tutto al femminile selezionato da San Marino RTV in collaborazione con “Vocine nuove di Castrocaro“, il concorso divenuto partner ufficiale per la scelta dell’artista sammarinese.

Ricordiamo i nomi delle cinque ragazze: Anita Simoncini (unica sammarinese), Raffaella Perniola (sorella di Michele, che lo scorso anno ha rappresentato San Marino nella medesima kermesse), Greta Doveri, Arianna Ulivi e Sara Dell’Olio.

peppermints

Come siete state selezionate per questa avventura fra tutti quelli che hanno fatto Vocine Nuove di Castrocaro?

Anita: I selezionatori di Vocine mi hanno fatto fare un provino. E’ andato bene, e sono qua.

Arianna: Catia Conficoni con Luca e Antonello hanno visionato i video delle performance di “Vocine” degli ultimi due anni e ci hanno selezionato per le nostre doti canore oltre alla presenza scenica e alla capacità di stare su un palco.

Greta: Sono stata contattata da Catia Conficoni, Direttore Artistico di Vocine che mi aveva prospettato questa possibiltà, quindi dopo aver incontrato la produzione ed illustrato il progetto, ne sono rimasta entusiasta e sorpresa, sapevo che esisteva il Junior Eurovision Song Contest, ma pensavo che arrivarci fosse… quasi impossibile.

Raffaella: Ci hanno chiamato dall’organizzazione di Vocine Nuove di Castrocaro e mi hanno fatto fare un provino.

Sara: Alle selezioni di vocine nuove di Castrocaro sono stati fatti dei video che sono stati poi visionati per la scelta delle “Peppermints”.

Quali sono le vostre esperienze musicali prima di queste due avventure di Vocine Nuove e dello JESC?

Anita: ho partecipato alla corale sammarinese sin da piccola prima nelle voci bianche, poi blues voices e studio alla Voice Academy. Ho fatto vari spettacoli.

Arianna: Ho studiato due anni pianoforte presso la scuola “Roveroni” di Santa Sofia; a dicembre 2012 ho  partecipato al concorso “Giovani Note” presso il Palafiera di Forlì. Inoltre ho preso parte  a due edizioni di Vocine Nuove di Castrocaro con stage con Monica Magnani. Lo scorso maggio ho vinto la gara “Classico’s got talent” presso il liceo classico di Forlì che frequenta con la canzone Rather Be di CleanBandit e infine a giugno ho partecipato alle Olimpiadi dei Comuni di Forlì per rappresentare Galeata con la canzone Padam…Padam… di Edith Piaf.

Greta: Sinceramente tutto quello che mi sta succedendo stupisce anche me. Sono circa tre anni che canto, per gioco, ed è stato un susseguirsi di esperienze intense, importanti; un’ascesa, perchè non dirlo, di successi sui palchi più prestigiosi del panorama musicale italiano. Ad 11 anni, dopo qualche mese che cantavo sul Piper di Roma come vincitrice – ero la più piccola – ho conosciuto Mogol, poi Vocine Nuove di Castrocaro, che definirei il punto di partenza della mia carriera, nella serata finale ricordo che il palco del Padiglione era “bollente” per la grande attesa; da lì la convocazione a Io Canto 4, nello Studio 20 di Canale 5, un’esperienza indimenticabile come i tanti amici e personaggi della sua grande famiglia che ancora frequento in Tour; dopo qualche mese la vittoria al Sanremo Junior, ed ora, il Junior Eurovision.

Raffaella:Ho fatto una partecipazione a Vocine Nuove di Castrocaro nella sezione Baby Band e ho fatto anche molti musical con la mia scuola di danza.

Sara: Ho iniziato a cantare nel 2010 per gioco e nel corso di questi 4 anni ho partecipato a molti concorsi ottenendo ottimi risultati. A Vocine Nuove di Castrocaro 2013, nonostante avessi mal di gola e raffreddore, sono arrivata terza. Ho vinto anche diversi concorsi tra cui “Io canto… e tu ???” (oltre al trofeo ho vinto anche un brano inedito scritto dal maestro Bertozzi), “La musica ci unisce”, “La vela d’argento” (dove oltre al premio di 1 classificata ho vinto anche il trofeo di vincitrice assoluta), “Targa vecchietta”, la finale nazionale di “stelline d’Italia 2014” e altri concorsi. Sono stata tra i protagonisti del Modugno Story che è andato in onda su video regione e canale 11, e sono stata invitata come ospite a diverse manifestazioni.

Domanda per Raffaella Perniola: come hai vissuto l’anno scorso l’esperienza di tuo fratello, cosa ti ha raccontato. Cosa ti aspetti personalmente, ti ha dato consigli (a te e alle altre tue compagne)?

Mio fratello mi ha raccontato che è un’esperienza fantastica, che bisogna dare il meglio di noi stessi sul palco e che ci dobbiamo divertire molto perché stare lì è una cosa stupenda. L’anno scorso ero molto emozionata e orgogliosa che mio fratello stesse sul quel palcoscenico.

In generale, cosa vi aspettate da questa avventura e come ve la immaginate?

Anita: Da questa avventura mi aspetto di crescere musicalmente e vocalmente, di conoscere nuovi artisti da tutta Europa e fare nuove amicizie. Inoltre spero di ottenere buoni risultati.

Arianna: Sarà sicuramente una bella esperienza, formativa sotto l’aspetto canoro ma anche di vita… Immagino di divertirmi molto e conoscere tanti nuovi amici delle altre nazioni europee.

Greta: E’ sicuramente un’esperienza nuova, da condividere con altre quattro straordinarie artiste e amiche. L’affiatamento e la complicità sono arrivate fin da subito, siamo una squadra di “peperine”, si pensa al plurale. Dovremo confrontarci con i rappresentanti di altri Paesi, presumo di alto livello, in una scenografia meravigliosa che sarà il Malta Shipbuilding, l’attesa è elettrizzante e personalmente queste sfide, mi trasmettono carica e grinta. Comunque mi aspetto una settimana intensa ed irripetibile, che spero riservi un seguito e un po’ di celebrità per “The Peppermints” e tutto lo Staff.

Raffaella: Da quest’avventura io mi aspetto molte emozioni, divertimento, felicità e carica al 100%.

Sara: Questa avventura per me è un sogno che si avvera, come in tutto quello che faccio ci metto e ci metterò tutto l’impegno possibile, darò sempre il massimo e comunque vada sarà indimenticabile.

Domanda per Anita: per te che sei sammarinese, sarà una emozione in più rappresentare il tuo Paese. Come stai vivendo questo momento?

Sicuramente sono orgogliosa di rappresentare il mio Paese ma è per me anche una grande responsabilità oltre che una bellissima opportunità.

Peppermints

A scuola e con gli amici, come hanno preso questa vostra grande opportunità?

Anita: Gli amici sono entusiasti e faticano a crederci, ma hanno sin da subito mostrato il loro sostegno.

Arianna: I miei amici, gli insegnanti e anche i miei compaesani si sono complimentati e sono tutti entusiasti di questa avventura che mi coinvolge appieno.

Greta: La scuola si è dimostrata da subito disponibile a questo progetto, amici e compagni hanno mostrato curiosità ed interesse, non vedono l’ora di votarci in tv e credo proprio che saranno i nostri primi fans!

Raffaella: I miei amici e le mie professoresse sono molto contenti e orgogliosi di me e credono in quello che faccio.

Sara: I veri amici sono molto contenti e faranno il tifo per noi “Peppermints”, quelli che invece si fingono amici sono solo invidiosi e non commentano.

Conoscete Vicenzo Cantiello, il rappresentante italiano? Avete sentito la sua canzone? E le altre in concorso?

Anita: Non lo conosco personalmente, però ho avuto occasione di ascoltare più volte tutte le canzoni degli altri partecipanti e devo dire che il livello é veramente alto.

Arianna: Prima della mia partecipazione non lo conoscevo… Poi mi sono informata e ho sentito la sua canzone che è melodica, diversa dal nostro genere. Ho ascoltato e visionato gran parte delle altre canzoni in gara e mi sembrano tutte molto valide.

Greta: Personalmente non conosco Vincenzo, l’ho potuto seguire a Ti Lascio Una Canzone; il suo pezzo è caratterizzato da una melodia tipicamente italiana, affidato ad una voce di qualità, dalle altre emerge accuratezza nella scelta dei generi musicali e dei videoclip, segno di grande competenza. Ce n’è una che mi piace in modo particolare… ma non svelerò quale!

Raffaella: Gli altri partecipanti non li conosco ma conosco Vincenzo Cantiello perchè l’ho già visto in tv e penso che la sua canzone sia molto bella come lo è anche la sua voce.

Sara: Si, ho sentito Vincenzo Cantiello cantare a “Ti lascio una canzone” e trovo che sia molto bravo ma non ho ancora  avuto occasione di ascoltare la sua canzone. Ho sentito alcune delle canzoni in gara e ce ne sono diverse che sono davvero belle.

Cosa rappresenta la musica per voi? Un traguardo per il futuro, un hobby o cosa?

Anita: Per me la musica, potermi esibire su un grande palcoscenico e soprattutto cantare, sono un sogno. Nel mio futuro vorrei incidere dischi, fare spettacoli e concerti. Realizzare questi miei sogni è il mio desiderio più grande.

Arianna: La musica è la mia più grande passione, ha un ruolo molto importante nella mia vita! Al momento è un hobby, sarebbe molto bello che diventasse il mio futuro, ma ora sono realista e voglio restare con i piedi per terra.

Greta: Io mi ritengo una piccola cantante e penso che il canto sia una parte integrante della musica. La musica riesce a cambiarmi, a farmi provare delle emozioni che con il canto posso trasmettere, è una lingua universale, non a caso il Junior Eurovision è un appuntamento musicale che coinvolge sedici Paesi di lingua diversa.

Raffaella: La musica per me è tutto ciò che voglio fare nella mia vita, mi da la forza di affrontare tutto e di andare avanti ogni volta.

Sara: La musica per me è fondamentale perché è sempre stata presente in ogni momento della mia vita e mi ha sempre regalato tante emozioni diverse. Ho tanti sogni ancora da realizzare e la maggior parte riguardano appunto la musica. Sono convinta che questa grande passione non finirà mai,continuerò a portarla avanti cercando di realizzare i miei sogni.

Parliamo dell’esperienza di Vocine Nuove di Castrocaro. 

Anita: Ottima, ho fatto un provino per la partecipazione allo Junior Eurovision e sono sono stata presa.

Arianna: Partecipare a Vocine mi diverte sempre molto perchè si incontrano tanti ragazzi e ragazze di tutte le città d’Italia con alcuni sono diventata molto amica e ci teniamo in contatto sui social. La competizione è amichevole ma al tempo stesso, estremamente professionale.

Greta: A distanza di due anni da Vocine Nuove, penso che gli eventi più importanti della mia piccola carriera (Io Canto, Sanremo Junior e Junior Eurovision) siano probabilmente scaturiti da questa manifestazione; peraltro essere arrivata tra i dieci Finalisti era già stato un grande successo e la due giorni di preparazione condotta da Monica Magnani ed altri professionisti mi aveva dato il senso dell’organizzazione e dell’accuratezza che sta dietro a questo evento.

Raffaella: Quando ho partecipato a Castrocaro alle Baby Band ero molto emozionata e mi sono divertita tantissimo anche ad ascoltare gli altri partecipanti.

Sara: Nel 2013 ho fatto le selezioni per il concorso Vocine nuove di Castrocaro e lo stage formativo con Monica Magnani. Sono stata selezionata fra tantissimi concorrenti per avere accesso alla finale nazionale del concorso, nel quale mi sono aggiudicata il terzo posto, nonostante avessi mal di gola e raffreddore. Ritengo che questa esperienza sia stata davvero molto importante perché ho imparato molte cose nuove che mi sono servite nel corso di quest’ultimo anno.

Quali sono le vostre canzoni preferite, cosa ascoltate di solito?

Anita: Ho diverse canzoni preferite. Ogni giorno ascolto generi diversi anche se il mio preferito è l’R&B . Ultimamente ascolto spesso l’ultimo album dei Coldplay e dei The Script.

Arianna: Le mie canzoni preferite sono il genere pop/rap e i miei cantanti preferiti sono Laura Pausini, Tiziano Ferro, Eros Ramazzotti anche se adoro Mina ed Edith Piaf….. Mi piace anche la musica da discoteca con i pezzi del momento.

Greta: Ascolto un po’ tutti i generi musicali, ma il mio preferito è il Blues e la musica Afro-Americana in generale, ma negli ultimi tempi mi sto avvicinando al Country e al Rap. La canzone che amo di più è: And I’m Telling You di Jennifer Hudson, che canto.

Raffaella: Le mie canzoni preferite sono “I want to knowwhat love is” di Mariah Carey, “Pregherò” di Giorgia e “When i wasyour man” di Bruno Mars; ma mi piace ascoltare di tutto.

Sara: Le mie canzoni preferite sono “Adagio” di Lara Fabian e “ I havenothing “ di Whitney Houston. Ascolto canzoni di tutti i generi ma il mio preferito è il pop melodico. Mi piacciono Laura Pausini, Giorgia, Mina e tante altre bravissime interpreti italiane, ma anche cantanti straniere come Celine Dion, W. Houston, Lara Fabian e Christina Aguilera.


Advertisements

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa