4.205.000 spettatori e il 26% di share per Conchita Wurst su Rai1


Se qualcuno aveva dei dubbi, ora a toglierli (e a tranquillizzare il direttore di rete, Giancarlo Leone) ci pensa direttamente l’Auditel: l’ospitata di Conchita Wurst a L’Arena di Giletti su Rai1 è stata un successo! Nel segmento “Protagonisti” (ovvero la parte del programma dedicata alle interviste, con ospiti in studio) l’ascolto medio è stato di 3.568.000 telespettatori e di oltre 4.205.000 (e ben il 26% di share) durante i 20 minuti di intervista alla vincitrice dell’ultimo Eurovision Song Contest (con un picco a inizio intervista di 4.417.000 telespettatori)!

Conchita Wurst L'Arena di Giletti

Non solo: Rai1 in generale (e la domenica pomeriggio in particolare), vede una forte presenza di anziani e casalinghe incollati davanti la tv (e L’Arena di Giletti non si sottrae a questa regola, anzi…). Il dato positivo è che, oltre agli over 65, che erano la maggioranza dei telespettatori durante l’intervista a Conchita Wurst (2.251.029 e il 43.74% di share), sono cresciuti gli ascolti riferiti ai più giovani, dove è stato ottenuto un vero record per il programma: 246.097 telespettatori (17.63% di share) nella fascia 25-34 anni, quando normalmente la media è intorno all’11% di share (171.937 telespettatori medi nella stessa fascia oraria, prendendo in considerazione tutte le puntate de L’Arena da Ottobre 2014).  

Ma il successo è arrivato non solo in termini di Auditel, ma anche su Twitter. Dalle 13 di ieri (quando ha preso il via l’iniziativa pro Conchita a Sanremo con l’hashtag #ConchitaSanremo2015), fino a mezzanotte, sono stati inviati migliaia di tweet che hanno generato una portata superiore alle 340.000 visualizzazioni (e ben 858.686 impressions), con un pubblico composto al 62% da uomini e al 38% da donne. Un risultato davvero niente male.

Ora sia Carlo Conti che il direttore di Rai1 (Giancarlo Leone) non hanno più scusanti: Conchita Wurst è l’ospite giusto per la finale di Sanremo del prossimo 14 Febbraio! Non solo perché come vincitrice dell’ultimo Eurovision è perfetta per comunicare il nome del nostro rappresentante, ma anche per il richiamo mediatico che si porta dietro (e che i dati di ascolto de L’Arena hanno già confermato).

Advertisements