Eurovision 2015: intervista doppia a Federico Russo e Valentina Correani


Sono i commentatori della finale dell’Eurovision Song Contest 2015, che potremo seguire il 23 maggio in diretta dalle 21 su Rai2 (anche in HD): parliamo naturalmente di Federico Russo e Valentina Correani, già al timone di questa edizione di The Voice, che si sono concessi a tutte le nostre domande e ci hanno raccontato cosa pensano di questo importante evento, dei nostri rappresentanti e molto altro ancora…

Federico Russo Valentina CorreaniEN – Ciao Federico e Valentina, intanto grazie per il tempo che ci avete dedicato. Quando avete saputo della designazione per la rassegna e quale è stata la vostra prima reazione?

Federico – Di dire si!!! Ho seguito le precedenti edizioni e, con particolare attenzione quella dello scorso anno, dall’inizio alla fine, anche perché Linus e Nicola sono miei amici, così come sono amico anche di Emma ed ero molto interessato dalla finale 2014. Quindi sapere di fare la stessa cosa quest’anno è una bella soddisfazione.

Valentina – Sono stata ovviamente contenta, perché l’Eurovision mi affascina e l’ho sempre visto come il “Giochi senza Frontiere” della musica, poi ho anche un ottimo compagno d’avventura, Federico, con cui siamo molto affiatati. Devo dire che mi ha anche molto inorgoglito il fatto che sia stato lo stesso direttore di Rai2 Angelo Teodoli a sceglierci e a comunicarlo pubblicamente durante una conferenza stampa che stava facendo con dei giornalisti.

EN – Che idea vi siete fatti della rassegna? La conoscevate già… ?

Federico – Si si … ricordo le partecipazioni di Mengoni, Nina Zilli e naturalmente Emma, perché è stata l’edizione che ho seguito meglio. Ora mi sto informando meglio su tutti i partecipanti di questa edizione grazie alla vostra Guida e lo show è qualcosa di spettacolare, con un palco di quelli mai visti… veramente spettacolare.

Valentina – La conoscevo già, non lo seguivo assiduamente, però naturalmente lo conoscevo già e poi ultimamente di più anche grazie alla notorietà portata dalla vincitrice dello scorso anno, Conchita Wurst, grazie a lei se ne è parlato molto. E’ una manifestazione molto importante che mi riempie d’orgoglio poter seguire e commentare su Rai2.

EN – Quale è stata la partecipazione italiana che avete preferito dal 2011 ad oggi?

Federico – Mi è difficile sbilanciarmi… son quattro nomi talentuosi che avrebbero meritato di vincere. Sembra un discorso un po’ di parte lo so, ma sono 4 nomi grossi e siamo stati fortunati ad averli come rappresentanti.

Valentina – Ho seguito con molta attenzione l’edizione del 2012, l’anno in cui abbiamo mandato Nina Zilli, anche perché lei è oltre che una brava cantante è anche una mia amica e il pezzo che ha portato l’ho trovato molto molto carino. Era super interessante anche la versione in inglese che aveva portato del suo brano, indistintamente dal risultato in finale, su cui i fattori in gioco sappiamo che sono molti e non si basano solo sulla bravura di uno o l’altro cantante. E’ stato un bellissimo momento di spettacolo. Poi Nina è fantastica, è una persona molto alla mano, intelligente, è stato molto bello vederla lì in mezzo, mettersi in gioco e confrontarsi con tantissimi altri artisti di altri Paesi.

EN – Valentina, sappiamo che se potessi scegliere, avresti le idee ben chiare su chi manderesti sul palco dell’Eurovision in rappresentanza dell’Italia, vero?

Valentina – Io sono una rockettara, quindi ho un po’ i miei gusti… Vediamo un po’, vedrei bene una Carmen Consoli, ma anche un Mannarino perché no, o Brunori Sas. Anzi no, resetta tutto… sul palco lo sai chi vedrei? Elio e le Storie Tese!! Sono geniali, basta ricordare programmi come Il Musichione, bellissimo… poi sono molto bravi anche nelle esibizioni live. Sì Sì, loro!!

EN – In gara ci sarà tanta Italia, visto che oltre a Il Volo ci sarà anche Michele Perniola (da Ti lascio una canzone), in gara per San Marino con Anita Simoncini, la stessa Elhaida Dani proveniente da The Voice e gli sloveni Maraaya, prodotti da Gabry Ponte. Sarebbe bello ritrovarli tutti insieme in finale?

Federico – Mi piacerebbe, perché darebbe ulteriore lustro all’Italia a livello europeo, dal punto di vista musicale. Sarei felice anche per The Voice, che così è diventato anche un trampolino per un “dopo”, molto interessante…

Valentina – Si lo stavo giusto leggendo proprio sulla vostra Guida di 121 pagine [ Guida all’Eurovision Song Contest 2015 ], che mi studierò per bene in questi giorni. Quest’anno abbiamo un bell’assortimento di italiani o comunque di artisti legati all’Italia, ed è sicuramente una cosa bella che fa piacere a tutti…

EN – Ci sarà occasione per promuovere la finale di Eurovision a The Voice?

Federico – Beh perché no… non ne abbiamo ancora discusso, però penso che se ne parlerà, visto che siamo anche sulla stessa rete e sia io che Valentina saremo al commento, quindi penso che la cosa sia scontata.

Valentina – Sicuramente sì, è un evento Rai, che va in onda sulla stessa rete dove facciamo The Voice, quindi ci sarà sicuramente modo di parlarne. Magari proprio il mercoledi prima della finale dell’Eurovision, vedremo…

EN – Quale taglio pensate di dare al commento? Più ironico oppure più in stile radiofonico e in generale su cosa punterete? Avete visto già i commenti precedenti e in generale come vi state preparando?

Federico – Io a The Voice sono volutamente un po’ più “asciutto”, il mio compito è di dirigere e di essere imparziale. All’Eurovision cercherò di essere più vicino al mio stile radiofonico, quello che sentite la sera quando sono in onda su radio Deejay. Diciamo che sarà una telecronaca/racconto che integri ciò che uno vede già televisivamente, un racconto che colori e integri quello che uno vede in tv, in maniera un po’ divertita, mettendomi nei panni del telespettatore, come fossi sul divano in mezzo a loro a seguirlo, fornendo in più alcune informazioni che ovviamente mi darete anche Voi [ riferimento alla nostra Guida all’Eurovision 2015 che ci conferma sta leggendo in questi giorni ]. Sarà insomma una telecronaca/commento radiofonico in un salotto che spero sarà con tanti tanti telespettatori.

Valentina – Guarda, sono una ragazza semplice e quando mi ritrovo in queste situazioni, grandi eventi/occasioni, mi piace sempre portare un po’ di naturalezza/umanità in un programma dove tutto è super preciso, preparato nei minimi particolari, cercando di fornire un commento un po’ più leggero, fornendo informazioni sugli artisti in gara…

EN – Federico, sarai anche l’annunciatore dei voti italiani: ti aspetta una diretta tanto breve (nella durata), quanto emozionante, visto che in quel momento ti vedranno milioni e milioni di europei e non solo. Emozionato?

Federico – Si, molto… e poi il fatto è che pur conoscendo bene l’inglese, l’emozione in quel momento sarà talmente alta che sbagliare un verbo è semplicissimo… Vedrò di scrivermi i voti sul palmo della mano, così son sicuro che non me li scorderò! Mi son visto il voting dello scorso anno e chissà che non mi invento qualcosa di bischero con cui spiazzare tutti [ride..]. E’ anche una possibilità per lanciare un messaggio originale, chissà, ci penserò…

EN – Valentina, cosa ti senti di dire a Federico, che sarà l’annunciatore dei nostri voti, vuoi dargli un bel consiglio su come porsi?

Valentina – Fede, fai un bel sorrisone all’Europa… sorridi come solo tu sai fare!

EN – Cosa pensate di Grande Amore, in ottica anche mercato internazionale e dei tre ragazzi de Il Volo?

Federico – [ prima di rispondere ci canticchia alcuni secondi del brano de Il Volo ] Ho avuto modo di sentirli e conoscerli durante la partita per Expo organizzata da Zanetti a San Siro. Loro erano ospiti, ci siamo visti e scambiati l’in bocca al lupo e dati appuntamento per il 23 maggio. La canzone la trovo molto italiana e all’estero è perfetta perché è esattamente come ci vedono e penso che Il Volo abbiano delle buone possibilità di fare bene e una gran bella figura. Sono tre ragazzi semplici, simpatici e penso che potremmo trarre un grande vantaggio in caso di una loro vittoria. Sarebbe una cosa meravigliosa organizzare l’anno prossimo l’Eurovision in Italia, ne trarremmo grande vantaggio noi come Paese, specialmente quest’anno dopo Expo 2015, senza scordarsi anche degli MTV Europe Music Awards (MTV EMAs del 25 ottobre) che si terranno a Milano, al Forum di Assago e magari proprio il prossimo Eurovision sempre a Milano, chissà. Potrebbero portare la città meneghina ai vertici, anche dal punto di vista musicale.

Valentina – E’ bello che ci rappresentino dei ragazzi così giovani. Portano un pezzo che rappresenta un po’ la nostra tradizione musicale e che piace molto all’estero… mi sento di dirgli di rappresentarci sempre con un bel sorriso, di divertirsi, di godersela, partecipare a tutte le feste, fare le ore piccole, tranne naturalmente la sera prima della finale [ sorride ]. Il mio consiglio a Gianluca, Piero e Ignazio è: una ricca colazione da campioni appena si svegliano (come si fa per un grande evento sportivo), passeggiata per Vienna se hanno il tempo, che escano dall’hotel si respirino un po’ l’aria di festa che c’è lì e la facciano propria e poi la restituiscano a tutti gli europei e agli italiani quando sono su quel palco…

EN – Federico, hai già sentito Linus o Savino? Ti farai dare dei consigli per questa esperienza che loro hanno già vissuto in prima persona?   

Federico – Ho visto Linus, ma non ho ancora parlato di Eurovision. Ne ho parlato con Nicola [Savino], mi ha detto che mi divertirò moltissimo e, se me lo dice lui, mi fido ciecamente. So che anche Linus si è divertito molto e avrò modo di confrontarmi ancora meglio con tutti e due molto presto. Dovesse capitarmi la fortuna di rifarlo anche il prossimo anno, insisterò per essere magari live da lì o magari chissà, se si vince il tutto sarebbe ancora più facile, visto che dobbiamo organizzarlo da noi [ ride..].

Ringraziamo Federico e Valentina, per il tempo che ci hanno dedicato per realizzare questa doppia intervista registrata appena ieri e non possiamo non fare loro un grande in bocca al lupo per la finale dell’Eurovision su Rai2 (lo ricordiamo ancora una volta, in Eurovisione dalle 21 del 23 maggio, anche in HD). Per chi volesse poi, ricordiamo che Federico Russo è anche in diretta dalle 20 su radio Deejay e chissà che stasera (13 maggio) non parli di Eurovision o non si cimenti in un accenno di Grande Amore de Il Volo…

Advertisements

Una risposta

  1. Danilo ha detto:

    Che dire…la Rai avrebbe già in casa un bravo conduttore in lingua inglese per Milano2016…Facciamo tutti gli scongiuri del caso…in bocca al lupo!