Valentina Monetta si sfoga: “Sono viva, anche se non partecipo più all’Eurovision!”

Una Valentina Monetta su tutte le furie si sfoga in un post su Facebook senza mezzi termini.

La rappresentante della Repubblica di San Marino all’Eurovision Song Contest per tre edizioni di seguito, dal 2012 al 2014, ha sentito la necessità di mettere le cose in chiaro con i suoi contatti, dopo aver ricevuto svariati messaggi di dubbio gusto.

Ecco la traduzione dello status pubblicato in inglese dalla Monetta:

“Quando è troppo è troppo, non è bello, sto ricevendo dei brutti messaggi in cui mi viene chiesto se sono morta, diamine. Sono viva, porto solo avanti una vita privata fatta di semplicità. Il fatto che non usi Facebook tutto il tempo e che non partecipi più all’Eurovision Song Contest non vuol certo dire che io non viva, e non devo giustificarmi. Che vadano al diavolo tutti questi fan virtuali che sto rimuovendo in questo momento dal mio profilo. Arrivederci, da una cantante come me che ha scelto di non essere famosa ma di vivere come tutti gli altri, per l’amore e per la famiglia… continuando comunque a cantare, per sempre”.

Si sa, l’Eurovision Song Contest si è spesso rivelato fuoco di paglia per molti partecipanti in cerca di gloria internazionale. Allo stesso tempo però può esserci musica, sebbene non da classifica e palazzetti, anche oltre l’Eurovision. E la Monetta ne è la prova… vivente.

La cantante sammarinese non ha mai smesso di vivere di musica. Prima, durante e dopo l’Eurovision ha portato avanti la sua passione esibendosi di frequente in locali, club ed eventi. I suoi canali social non lo nascondono.

Quale occasione migliore per ricordare che la musica non va mai giudicata in base ai metri quadri dei luoghi in cui avvengono le performance o al numero di paganti, e soprattutto non per questo sminuita.

Eppure molti fan dell’evento – una grande opportunità di visibilità ma allo stesso tempo un microcosmo che si autoalimenta – sembrano non riuscire a comprenderlo. Vivono all’ombra di una legge non scritta che purtroppo vige in molti campi: se non sei in tv vuol dire che non stai concludendo nulla.

La storia a lieto fine di Valentina Monetta, culminata nel 2014 con la prima storica qualificazione di un microstato nel contest europeo guadagnata grazie alla sua “Maybe”, l’ha elevata a tutti gli effetti al rango di icona dell’Eurovision, una delle più amate.

Il suo ritorno in gara per San Marino continua ad essere puntualmente auspicato, ma sembra che il concretizzarsi della possibilità non sia nei piani futuri della cantante, che chiede per questo il rispetto della sua dignità e della sua vita, che non è iniziata e non è finita con l’Eurovision Song Contest.

Advertisements

Dì la tua o Rispondi ad un commento..