Baustelle, c’è l’Eurofestival dentro l’album “L’amore e la violenza”


Prima o poi sarebbe dovuto succedere. L’Eurovision Song Contest citato non a sproposito dentro una canzone di un artista italiano, anche se con la denominazione con cui per tanti anni lo abbiamo chiamato in Italia, ovvero “Eurofestival”.

Non solo: “Eurofestival” è addirittura il titolo della canzone, traccia 5 del bellissimo “L’Amore e la violenza”, nuovo album dei Baustelle appena uscito. Un disco fra l’altro disseminato di citazioni dell’Europa e dell’Unione Europea.

Il gruppo di Montepulciano utilizza il nome della manifestazione in più accezioni: quella classica del concorso (più precisamente delle canzoni del concorso che passano alla radio o in tv) e anche quella, assai più triste della guerra, laddove l’Eurofestival sono purtroppo i luoghi del terrorismo nel nostro continente.

Ma i riferimenti alla manifestazione canora sono tanti e chiari.

Gravi stati di allucinazione mentre passa l’ultima canzone all’Eurofestival e il nostro amore ai titoli di coda, chi siamo noi, chissà quest’anno cosa andrà di moda

E’ il ritornello della canzone, molto in stile anni 80, potremmo dire addirittura estremamente eurovisiva, cantata dalle voci di Francesco Bianconi e Rachele Bastreghi. Ma come detto di Eurofestival si parla tanto, in un gioco di doppie letture che da sempre caratterizza i testi del gruppo:

Epicurei, etero e gay, giovani rapper, occultisti e dj nella mia stanza, ragazza mia non c’è speranza (….) via, portatemi via, lontano da qui, io non voglio piü soffrire cosí, ho perso la fede e la verginità, buttatemi fuori dal festival (…) Via, portatemi via, lontano da qui, che non voglio più cantare così, ho perso la voce e la tonalità, vorrei ritirarmi dal festival

Sicuramente una bella sorpresa per tutti gli amanti eurovisivi, questi riferimenti, anche in considerazione del fatto che stiamo parlando di una band che rifugge la partecipazione ai concorsi. Anche se, Francesco Bianconi, come è noto, è autore di testi e musiche per tantissimi artisti del pop nostrano: Chiara, Paola Turci e Noemi in testa.

Quest’anno lo ritroveremo come autore di “Le canzoni fanno male” di Marianne Mirage, nella sezione Giovani di Sanremo.

Advertisements

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa