Portogallo, 16 in corsa per l’Eurovision 2017: grandi nomi in gara e fra i compositori

Torna in gara il Portogallo, con il tradizionale Festival da Canção che selezionerà cantante e canzone per l’Eurovision 2017 ma almeno a leggere i nomi degli artisti in gara e dei compositori che sono stati invitati a scrivere una canzone per loro, finalmente sembra aver colmato il gap fra la musica che arriva nelle radio ed in classifica in terra lusitana e i partecipanti al concorso, quasi mai di successo e quasi mai in classifica negli ultimi 20 anni.

RTP, in barba alla crisi sembra voler fare sul serio (anche se poi ovviamente conteranno le canzoni): 16 gli artisti in concorso, 8 in finale, 4 per ciascuna semifinale: 19 e 26 febbraio le prime, 5 marzo l’ultimo atto. Semifinali al voto con un panel di esperti e televoto mentre in finale, oltre agli esperti saranno presenti le giurie dislocate presso le sedi regionali. In gara anche Rui Drumond, già visto nei 2B (Eurovision 2005). Portogallo alla disperata ricerca della finale, che le manca dal 2010, quando ci arrivò Filipa Azevedo, poi diciottesima. L’ultimo piazzamento in top 10 è addirittura di Lucia Moniz, anno 1996, sesto posto.

PRIMA SEMIFINALE 19 FEBBRAIO

Marcia: Compositrice indie folk, con quattro album all’attivo, collabora con diversi artisti in patria. Canterà un brano scritto da lei stessa.

Golden Slumbers: Artisti rivelazioni dei Portugal Festival Awards nel 2015, sono una delle migliori realtà giovanili lusitane e il loro album d’esordio “The New Messiah”, ha riscosso ottimo successo di pubblico e di critica. Per loro brano di Samuel Uria, una delle firme indie più celebri in patria.

Nuno Feist, regista e compositore di musical, arrangiatore e direttore d’orchestra, figlio d’arte e autore l’anno scorso di “Outra Vez primavera” di Yola Diniz, è l’autore del brano di Fernando Daniel, vincitore dell’ultima edizione di The Voice Portugal e già partecipante di X Factor. Per lui, il produttore dei D.A.M.A, attuali numero uno delle classifiche portoghesi.

 Deolinda Kizimba, angolana, viene anche lei da The Voice Portugal, che vinse nel 2014, nella squadra di Mickael Carreira. Per lei, parole e musica nientemeno che di Rita Redshoes, enorme nome del pop d’autore portoghese, una delle migliori e più apprezzate cantautrici della nuova generazione lusitana.

Rui Drumond l’Eurovision l’ha già fatto: nel 2005 era in gara nei 2B insieme a Luciana Abreu col brano “Amar”. Poi è ripartito dai talent show: ha preso parte alla prima edizione di Operação Triunfo e nel 2014 ha vinto The Voice Portugal. Di recente è tornato sotto contratto con una major. Per lui brano composto da Heber Maques, cantautore angolano attuale primo in classifica nei singoli come featuring di Matias Damasio col brano “Loucos”.

 Lisa Garden è nota al pubblico lusitano come Ana Bloom, nome con cui ha inciso il primo album e realizzato la colonna sonora di diverse serie tv. Per lui, canzone del cantautore Pedro Saraiva, che di recente ha duettato proprio con lei.

Salvador Sobral è fratello d’arte. Sua sorella- autrice del suo brano – è infatti Luisa Sobral, una delle voci jazz più celebri ed apprezzate del Portogallo, recentemente premiata anche negli Usa. Come la sorella, è stata lanciata da un talent show, precisamente la versione portoghese di Pop Idol ed ha un album all’attivo uscito recentemente.

Viva La Diva è il nome del trio vocale messo insieme per l’occasione, capitanato da Kika Cardoso, cantante originaria del Mozambico reduce da X Factor, con due album all’attivo, l’ultimo dei quali schizzato ai vertici dell’airplay grazie all’utilizzo come colonna sonora di una nota soap opera trasmessa dalla principale tv privata lusitana. Per loro, autore Nuno Gonçalves, del progetto The Gift.

 SECONDA SEMIFINALE 26 FEBBRAIO

David Gomes, 19 anni, capoverdiano, canta da quando ne aveva 12 e partecipò ad un talent show per ragazzi. Poi ha preso parte anche lui a The Voice of Portugal. per lui autore Toli César Machado, batterista dei GNR, pop band portoghese che ha da poco festeggiato i 35 anni di carriera.

C’è poi grande curiosità per la presenza di Lena D’Água, all’anagrafe Helena Maria de Jesus Águas, 60 anni, uno dei nomi di maggior rilievo della storia della musica pop rock lusitana recente. Ventidue album all’attivo, 40 anni di carriera ad alto livello, per lei si è scomodato nientemeno che Pedro Silva Martins dei Deolinda, la band più premiata del Portogallo degli ultimi anni, nonchè autore anche per Ana Moura, attualmente in testa alle classifiche.

Beatriz Felício è una fadista di appena 17 anni, lanciata nel 2015 da The Voice of Portugal. Per lui un fadista fra i più celebri Jorge Fernando, recentemente insignito anche di una onorificenza nazionale.

Pedro Gonçalves è il vincitore dell’edizione 2015 di The Voice of Portugal ed entra in gara con un brano di João Pedro Coimbra dei Mesa. Per Gonçalves giàun album ai vertici delle classifiche.

Helena Kendall è una giovane cantautrice emergente che ha pubblicato di recente “HK”, il suo lavoro d’esordio. Per lei autore João Só, cantautore della nuova generazione.

Celina da Piedade ha due soli album all’attivo da solista ma è un’artista con oltre 20 anni di carriera alle spalle, con collaborazioni che l’hanno portata ad incidere oltre 50 diverse uscite discografiche. Collaborazioni importantissime, fra le quali quella con Ludovico Einaudi. Canta del sud del mondo e per questo è stata invitata ad esibirsi in gran parte di quei paesi. Porta una sua composizione.

Jorge Benvinda è un altro fadista di lungo corso, di recente uscito con un album in collaborazione con Nuno Figueiredo, che è anche l’autore della sua canzone.

Elisa Rodrigues è una giovane cantante jazz portoghese e porterà una produzione di David Santos, meglio noto come Noiserv, un progetto indiepop piuttosto stimato in patria.


Advertisements

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Dì la tua o Rispondi ad un commento..