Eurovision 2017: ricomposto il team organizzativo, i lavori continuano


Nonostante le dimissioni di alcuni membri del team organizzativo della prossima edizione dell’Eurovision Song Contest, che si svolgerà dal 9 al 13 Maggio a Kiev, la situazione in Ucraina sembra essersi nuovamente stabilizzata.

È notizia di oggi che le posizioni vacanti dello staff ucraino dedicato alla realizzazione e produzione del festival europeo sono già state nuovamente assegnate. Sole 72 ore per i nuovi nomi che, secondo quanto affermato dal vicedirettore dell’emittente UA:PBC Pavlo Hrytsak, hanno un grande sostegno da parte di tutte le autorità ucraine e della città di Kiev.

hanna bychok pavlo hrytsak eurovision 2017

Nomine che sono soggette anche all’approvazione dell’EBU che, viste le scadenze programmate nello scorso meeting tra il Reference Group di controllo dell’Eurovision e il team organizzativo ucraino, non tarderanno ad arrivare.

A dispetto dei cambiamenti in corsa, è stato smentito ogni incremento al budget per la realizzazione del Contest rispetto a quanto già stanziato. A confermarlo è Hanna Bychok, presidente della National Public Broadcasting Company of Ukraine, la quale ha aggiunto che anche se uno dei membri del team ad aver lasciato l’incarico avesse dichiarato, tra le ragioni dell’abbandono, gli aumenti del budget, questa argomentazione risulta falsa, in quanto il budget è stato pianificato nel modo opportuno.

Malgrado il rimpasto di cui il team organizzativo è stato oggetto, i lavori continuano. È stato rilasciato infatti un primo dato riguardante le vendite dei biglietti dell’Eurovision 2017: dei 70.000 biglietti che, tra prove generali e dirette televisive, saranno rilasciati in diversi lotti, ne sono già stati venduti circa 10.000.

Advertisements

Dì la tua o Rispondi ad un commento..