Eurovision 2017: Joci Pápai con “Origo” per l’Ungheria

È terminata pochi minuti fa la finale dell’A Dal, la selezione nazionale ungherese per l’Eurovision, giunta alla sua sesta edizione. Il vincitore è risultato essere Joci Pápai con la canzone “Origo”.

A Kiev, quindi, sentiremo la prima canzone in ungherese dal 2013, quando fu ByeAlex a portare “Kedvesem” con annesso 10° posto.

Il vincitore ha avuto la meglio su altri sette artisti. Nel primo turno di votazioni, erano usciti di scena i Leander Kills, i Soulwave, Gabi Toth & Freddie Shuman ft. Begi Lotfi e la Kallay Saunders Band. Nel secondo turno, invece, hanno fallito l’assalto al biglietto per l’Ucraina Gina Kanisza, Gigi Radics e Zavodi + Oliver Berkes.

All’interno della serata si sono esibiti, tra gli altri, l’ultimo rappresentante del Paese, Freddie, e la stella locale Molnar Ferenc Caramel (che ha fra l’altro collaborato col vincitore).

Joci Pápai, classe 1981, è nato a Tata. Di origini rumene, ha iniziato la sua carriera nel 2005 facendo parte del cast della seconda stagione di Megasztar, su TV2. Attivo da allora con diversi singoli e album, ha avuto il suo maggior successo con “Mikor a test örexik” non più tardi di due anni fa. La canzone che porterà all’International Exhibition Center, la succitata “Origo”, è di sua composizione tanto per il testo quanto per la musica.

Starà a lui, dunque, confermare la buonissima tradizione dell’A Dal come selezione nazionale magiara: dalla sua adozione, infatti, l’Ungheria non ha mai mancato la finale. L’anno scorso ha raggiunto il 19° posto con Pioneer di Freddie, ma non più tardi di tre anni fa era arrivato il 5° posto di Andras Kallay-Saunders con Running. Quale dei due estremi sarà raggiunto da Papai si scoprirà solo col tempo.

Advertisements

Dì la tua o Rispondi ad un commento..