“Rain of Revolution” sull’Eurovision 2017: la Lituania sceglie i Fusedmarc

Si chiude con i Fusedmarc il giro delle entry baltiche all’Eurovision Song Contest 2017: il gruppo elettronico ha infatti vinto la lunghissima selezione nazionale della Lituania, conclusasi (tanto per gradire) con un sistema di votazione particolarmente bizzarro. Il brano che presenteranno si intitola “Rain of Revolution”.

È successo, infatti, che gli artisti dovevano sì farsi giudicare da delle giurie (nazionali e internazionali) oltre che dal televoto, ma non da tutte le giurie. I sette contendenti per il biglietto Kaunas-Kiev hanno infatti dovuto scegliere da quali giurati avrebbero preso i propri punti, col rischio concreto di trovarsi con una combinazione sfavorevolissima invece di una favorevole di punti. In un modo o nell’altro, rimane il fatto che giurie e televoto si son trovati d’accordo nell’eleggere i Fusedmarc quali rappresentanti del Paese baltico in Ucraina.

Al secondo posto si è classificata Aiste Pilvelyte, al terzo Kotryna Juodzeviciute.

Vedremo cantare i Fusedmarc nella seconda semifinale, l’11 maggio: questa non è la semifinale di competenza del televoto italiano (e nemmeno, quindi, dell’italica giuria).

La serata è stata caratterizzata da diversi riferimenti al fatto che l’11 marzo, in Lituania, è festa nazionale, poiché è il giorno in cui si è resa indipendente dall’allora Unione Sovietica. In particolare, a inizio serata è stato eseguito da un coro l’inno nazionale lituano.

Sempre a inizio serata si è esibito Donny Montell, al quale i Fusedmarc succedono: ha eseguito sia la sua entry eurovisiva 2016 “I’ve been waiting for this night” che la sua nuova canzone “Screw me up”.

Advertisements

Dì la tua o Rispondi ad un commento..