Intervista ad Andrea Delogu: da Francesco Gabbani all’Eurovision mi aspetto tantissimo!


Da giurata italiana per l’Eurovision Song Contest 2016 a commentatrice di questa edizione dell’evento, il passo è breve. Lei è Andrea Delogu e, insieme a Diego Passoni (che abbiamo avuto il piacere di intervistare nei giorni scorsi), sarà non solo al commento delle due semifinali del 9 e 11 maggio, ma anche alla guida della speciale anteprima Eurovision che quest’anno Rai4 propone a partire dalle 20:50.

Andrea Delogu Eurovision 2017

Non si ferma mai Andrea Delogu: dal lunedi al venerdi la trovate in diretta su Radio 2 Rai ne “I Sociopatici” (dalle ore 16) e, anche in piena domenica, ha trovato modo di dedicarci un po’ del suo tempo per questa intervista quasi in real time.

Andrea, e adesso?

Ora c’è questa cosa fighissima che è l’Eurovision Song Contest, che sono strafelice di poter commentare con Diego. E poi ancora al lavoro, questa volta per la nuova edizione di “Parla con lei” (su FOX), che partirà a settembre, ma i casting sono già in corso.

Con il nostro Alessandro Pigliavento, sei stata nella giuria dell’Eurovision 2016. Com’è stata questa esperienza?

Non avendo mai fatto un’esperienza simile, non mi aspettavo una attenzione a livelli così alti. Tutti con le cuffie in testa, concentrati ad ascoltare ogni singola esibizione, isolati da qualsiasi tipo di disturbo esterno, dove non potevamo nemmeno darci uno scambio di opinioni perché controllati a vista… E’ stato pazzesco, una bella esperienza e che mi ha fatto capire che precisione e che attenzione c’è dietro le giurie di ogni Paese in gara.

Hai già avuto modo di seguire le precedenti edizioni dell’Eurovision, oltre naturalmente quella dello scorso anno dove eri giurata?

Sì ho seguito tutte le ultime edizioni con gli altri nostri rappresentanti e sempre con grande interesse. Il bello di questo evento è che mentre in Italia conosciamo già tutto dei nostri cantanti che ci rappresentano (conosci i loro pezzi, i loro album, sai come sarà l’esibizione…), degli altri artisti in gara invece è come vedere degli inediti. Hai modo di conoscere la loro musica, ma soprattutto hai modo di conoscere come hanno strutturato la loro esibizione, la scenografia, la coreografia, quasi sempre ad un livello superiore a quello di un normale concerto o un tour di un artista.

Dal 2011 ad oggi hai tifato per qualcuno in particolare dei nostri rappresentanti?

Guarda, sicuramente per Emma (2014) e Francesca Michielin (2016). Emma è un’amica e so che ci teneva tantissimo ad esserci, perché è comunque un evento importante. Poi la Michielin perché si merita qualsiasi cosa, perché è un’amore di persona.

Per il resto ho comunque sempre tifato Italia ma non son mai stata particolarmente fan, direi più estimatrice. Ovviamente anche per patriottismo, come nel calcio, si tifa sempre per il nostro rappresentante! Con Francesco Gabbani, sono emotivamente coinvolta, sono davvero in trepidazione per lui, perché ero nella giuria di Sanremo Giovani, dove poi ha vinto e quindi se dovesse vincere anche questo Eurovision, probabilmente io e Diego andremo ad ubriacarci… sarà come seguire un Mondiale!

Effettivamente l’Eurovision anche in Italia comincia ad avere un grande seguito…

Mi ricordo lo scorso anno su Rai4 fece degli ascolti assurdi, oltre 3 milioni i contatti unici (qui i dati nel dettaglio), una cosa enorme, per un progetto che qualcuno in passato definiva come uno show di serie B e invece anche gli italiani hanno capito che è davvero un grande evento.

Sarai affiancata da Diego Passoni, tuo partner televisivo anche in Dance Dance Dance, che si è detto felice di poter fare questa nuova esperienza con te…

Con Diego dovo dire che mi sono trovata davvero bene. Nel lavoro non sai mai chi hai di fianco, perché poi nei vari programmi decide tutto ovviamente la produzione, quindi va un po’ a fortuna. Come con Dance Dance Dance, quando ho saputo che avrei avuto Diego al mio fianco, ho tirato un sospiro di sollievo, perché l’avevo già conosciuto quando presentai il mio libro ed è stato carinissimo, alla mano, davvero un amore di persona.

Lui non è solo molto intelligente, con la battuta sempre pronta, è molto acculturato, ma fa anche gruppo. Non senso che non c’è la corsa a chi si fa notare di più, siamo proprio una coppia e questa cosa mi piace molto. Sa davvero fare il suo lavoro.

Diego ci ha confidato nella sua intervista che vi siete già sentiti e la prima cosa di cui avete parlato è stata del look scelto per le due anteprime su Rai4 in cui vi vedremo a video… 

Guarda la prima cosa che ci siam detti e deciso è stata: vogliamo scegliere un look da pazzi o semplicemente vestirci strafighi?! Abbiamo deciso che ci vestiremo da fighi… e per Diego non sarà difficile, visto che ha un fisicaccio!

Beh dai, anche il pubblico maschile che vi seguirà nell’anteprima su Rai4 avrà il suo bel vedere anche con te…

Per noi donne sai è più facile, io posso trovare un bel vestito stretto in vita e via… per un uomo è più difficile, quando ha un bel fisico, per farlo vedere deve saper anche scegliere il look giusto.

Nell’anteprima che condurrete cosa possiamo aspettarci?

Spiegheremo l’Eurovision anche a chi lo vede per la prima volta, magari incuriosito dal ciclone Gabbani e vuole capire cosa succede. In questi dieci minuti spiegheremo quindi l’evento, anche con contenuti inediti e poi partiremo con la diretta e il commento…

Quindi vi state già preparando anche con la nostra Guida all’Eurovision…

Sì, sto già studiando tutto, perché domani avremo le prove della prima semifinale che ci attendono.

Qui di seguito, una foto postata sui social network da Andrea, mentre è dedita alla preparazione…

Andrea Delogu Guida ESC2017

Parliamo di Francesco Gabbani. Sei stata nella giuria di Sanremo Giovani e ci hai già detto che sei felicissima per lui e per il successo che sta avendo…

Francesco è veramente l’uomo dei miracoli: vincere due Sanremo di seguito (prima nei Giovani poi tra i Campioni) e ora all’Eurovision… se vince anche questo è davvero l’uomo dei record!

E i pronostici lo danno come super favorito… rischiamo davvero di vincere.

Sarebbe stupendo vincere e avere l’Eurovision Song Contest in Italia, se mai dovesse accadere questa magia. Francesco non ha soltanto un pezzo orecchiabile, con dei bei riscontri anche internazionali, ma anche un “gancio” – che è quel Namasté, Alè – e una bella scenografia e coreografia.

Francesco è davvero un professionista, una persona molto intelligente e preparata e mi aspetto tantissimo da lui e gli faccio un grande in bocca al lupo.


E noi ci uniamo agli auguri a Francesco Gabbani, sperando possa davvero diventare l’uomo dei record, dopo le vittorie a Sanremo, magari aggiungendo questo ambitissimo trofeo. Ringraziamo Andrea Delogu della disponibilità e facciamo anche a lei un grande in bocca al lupo per questa prima volta al commento delle semifinali dell’Eurovision Song Contest.

Appuntamento a martedi e giovedi dalle 20:50 su Rai4 (e Radio2 Rai) e sabato 13 maggio dalle 20:40 circa su Rai1 per seguire la finalissima (con il commento su Radio 2 Rai affidato ancora una volta proprio alla Delogu e a Diego Passoni).


Non perderti nemmeno una notizia, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | InstagramGoogle+

Advertisements

Dì la tua o Rispondi ad un commento..