Eurovision Song Contest 1973

Eurovision Song Contest 1973. Informazioni, dati e curiosità sulla diciottesima edizione dell’Eurovision Song Contest.                    

Data: 7 aprile 1793
Luogo: Grand Theatre, Lussemburgo (Lussemburgo)
Paesi in gara: 17
Paesi esordienti: Israele
Paesi ritirati: Austria, Malta
Emittente organizzatrice: CTL/RTL
Conduttrice: Helga Guitton
Votazioni: ogni paese ha due giurati, uno sotto e uno sopra i venticinque anni (non oltre i cinquantacinque) che vota ogni canzone con punti dall’uno al cinque
Audience: 400 milioni di telespettatori | Per maggiori informazioni, consulta la nostra sezione Ascolti Eurovision anno per anno
Vincitore: Anne Marie David con “Tu te reconnaitras” (Lussemburgo)

Massimo Ranieri

Massimo Ranieri

L’Italia nell’edizione 1973. In gara: “Chi sarà con te”, Massimo Ranieri (Polito-Savio-Bigazzi); direttore d’orchestra: Enrico Polito, 13. posto

In TV: diretta Programma Nazionale * (ore 21.30), commento Renato Tagliani, votazioni in sala; in italiano anche su TELECAPODISTRIA: diretta (ore 21.30) e TSI: diretta (ore 21.30), commento Giovanni Bertini, votazioni in sala.  In Radio: non programmato

Curiosità dell’edizione 1973: Israele si presentò per la prima volta alla rassegna eurovisiva con Ilanit che, a causa dell’attentato perpetrato contro gli atleti israeliani durante le Olimpiadi dell’estate precedente, fu scortato dalla Eurovisione.

Svezia e Norvegia approfittarono dell’annullamento del vincolo di cantare nella propria lingua nazionale. “Tourada”, la canzone di Fernando Tordo, fu criticata per una presunta presenza di messaggi criptici contrari alla dittatura di Antonio Salazar.

Il duo belga Nicole & Hugo, che non aveva potuto partecipare l’anno prima per una malattia che aveva colpito Nicole, riuscì a prender parte della gara grazie al pubblico che li premiò nella selezione nazionale.

Il cantante inglese Cliff Richard, superfavorito dell’edizione, dopo aver concluso l’esibizione, come nel 1968 si chiuse in bagno per paura che la gente lo vedesse dispiaciuto della sconfitta. Si piazzò terzo.

Vi furono discordie tra la rappresentante irlandese Maxi e la sua delegazione sull’esecuzione del brano tant’è che fu chiamata una cantante di riserva, Tia Reynolds. Alla fine Maxi si esibì quell’anno e Tia Reynolds l’anno successivo.

Per la prima e unica volta vi furono due donne a condurre l’orchestra: Monica Dominque per la Svezia e Hirsch per Israele. Per Renato Tagliani fu l’ultimo anno da commentatore, ma rimane comunque il commentatore RAI con più serate eurovisive all’attivo (13).


Per consultare l’indice con le schede dedicate ad ogni singola edizione dell’Eurovision Song Contest, clicca qui. Ulteriori approfondimenti sono disponibili su Good Evening Europe, il libro sull’Eurovision Song Contest (una vera e propria enciclopedia dedicata all’evento).


* Programma Nazionale: denominazione di quella che successivamente è diventata Rai1 per il canale televisivo e Radio1 per il canale radiofonico. Secondo Programma: denominazione di quella che successivamente è diventata Rai2 per quanto riguarda il canale televisivo e Radio2 per il canale radiofonico.                     

                                                                                                                                                                                                                              

Advertisements