Eurovision Song Contest 1983

Eurovision Song Contest 1983. Informazioni, dati e curiosità sulla ventottesima edizione dell’Eurovision Song Contest.

Data: 24 Aprile 1983
Luogo: Rudi Sedlmayer Halle, Monaco di Baveria (Germania Occidentale)
Paesi in gara: 20
Paesi esordienti: Nessuno. Paesi rientranti: Francia, Grecia, Italia. Paesi ritirati: Irlanda.
Emittente organizzatrice: ARD
Conduttore: Marlene Charrell
Votazioni: Giuria composta da 10 persone, 12 punti al primo brano classificato, 10 al secondo, 8 al terzo poi da 7 ad 1 fino al decimo.
Audience: 300 milioni di telespettatori | Per maggiori informazioni, consulta la nostra sezione Ascolti Eurovision anno per anno
Vincitore: Corinne Hermes con “Si la vie est cadeau” (Lussemburgo)

Riccardo Fogli

Riccardo Fogli

L’Italia nell’edizione 1983. In gara: “Per Lucia”, Riccardo Fogli (undicesimo posto)
In TV: differita Rete 1 (ore 22) commento Paolo Frajese, annuncio dei voti Paola Perissi. Visibile in diretta e in italiano sulla svizzera TSI nel nord Italia (ore 21, commento Giovanni Bertini) e su Tele Capodistria.

Curiosità dell’edizione 1983: Per la prima volta nella sua storia l’Italia trasmette la manifestazione in differita (era ancora possibile, lo sarà fino al 1998, anno di introduzione del televoto): è l’inizio di un lento ma inesorabile disimpegno che condurrà ad anni di oblio nel nostro paese.

Corinne Hermés, la cantante francese che vince  in quota Lussemburgo (ultimo successo per il Granducato) è di fatto una semi-carneade, anche per gli stessi francesi. Recentemente è tornata in attività dopo alcuni anni di assenza dalle scene.

La rassegna vede la partecipazione di Ofra Haza, una cantante israeliana di origine yemenita già parecchio famosa in patria che dopo il terzo posto nell’edizione diventerà famosissimo in tutto il continente europeo. Due suoi brani, “Galbi” e “Im nin alu”, riadattamenti di antichi canti yemeniti, scaleranno le classifiche anche da noi.

Il 1983 vede inoltre il debutto di una giovane svedese di nome Carola Haggqvist: la sua “Framling” è ottima terza e ne segnerà il debutto internazionale. L’album vende un milione di copie e ancora oggi è il più venduto nella storia della musica svedese. Carola diventa la cantante più popolare nel suo paese e oggi è una icona musicale del genere schlager, acclamata in tutta la Scandinavia.

I brani in italiano sono due: l’altro è “Io non ci sto”, della svizzera di origine italiana Mariella Farrè: la canzone si piazza solo quindicesima


Per consultare l’indice con le schede dedicate ad ogni singola edizione dell’Eurovision Song Contest, clicca qui. Ulteriori approfondimenti sono disponibili su Good Evening Europe, il libro sull’Eurovision Song Contest (una vera e propria enciclopedia dedicata all’evento).

Advertisements