Eurovision Song Contest 1985

Eurovision Song Contest 1985. Informazioni, dati e curiosità sulla trentesima edizione dell’Eurovision Song Contest.

Data: 4 Maggio 1985
Luogo: Scandinavium, Goteborg (Svezia)
Paesi in gara: 19
Paesi esordienti: Nessuno. Paesi rientranti: Grecia e Israele. Paesi ritirati: Paesi Bassi e Yugoslavia
Emittente organizzatrice: SVT
Conduttore: Lill Lindfors
Votazioni: Giuria composta da 10 persone, 12 punti al primo brano classificato, 10 al secondo, 8 al terzo poi da 7 ad 1 fino al decimo.
Audience: stimati 600 milioni di telespettatori | Per maggiori informazioni, consulta la nostra sezione Ascolti Eurovision anno per anno
Vincitore: Bobbysocks con “La det swinge” (Norvegia)

Logo eurovision 1985

Logo ufficiale edizione 1985 dell’Eurovision Song Contest

L’Italia nell’edizione 1985. In gara: “Magic oh Magic”, Albano e Romina Power (settimo posto).
In TV: differita Rete 1 (ore 22.30) commento Rosanna Vaudetti, annuncio dei voti Beatrice Cori. Visibile in diretta e in italiano sulla svizzera TSI nel nord Italia (ore 21, commento Ezio Guidi) e su Tele Capodistria. In Radio: differita Rete 1 (ore 22.30) commento Antonio De Robertis.

Curiosità dell’edizione 1985record per il Lussemburgo, tuttora in vigore, quello del nome più lungo per un artista in concorso. Il Granducato  mette insieme sei solisti: Iren Sheer, Chris Roberts, Malcolm Roberts, Diane Solomon, Margo e Franck Olivier e si presentano semplicemente con i loro nomi per esteso.

Dopo una lunga serie di piazzamenti a fondo plotone, la spunta la Norvegia, con un duo di artiste di ritorno: le Bobbysocks sono Hanne Krogh, che era già salita sul palco europeo appena quattordicenne, nel 1971, Elizabeth Andreassen, svedese, aveva gareggiato con le Chips nel 1982.

L’edizione segna la prima volta del discografico egiziano Freddy Naggiar, a quel tempo padrone della Baby Records: è per lui che incidono Al Bano e Romina. Le tre coriste vestono il tricolore, inizialmente contro la volontà di Naggiar: è Al Bano a convincerlo.

Gli Wind sono secondi con “Fur Alle” e si avviano a diventare padroni della scena schlager di lingua tedesca: sono tuttora in attività con enorme successo, sia pur in formazione diversa.

La stella dell’edizione, a parte i nostri, si chiama Paloma San Basilio ed è una soprano spagnola affermatissima in patria e non solo. Il quattordicesimo posto non scalfisce la sua carriera: vincerà in futuro due Latin Grammy. In scena porterà un abito con chiffon bordato di brillanti, del peso di sette chili.


Per consultare l’indice con le schede dedicate ad ogni singola edizione dell’Eurovision Song Contest, clicca qui. Ulteriori approfondimenti sono disponibili su Good Evening Europe, il libro sull’Eurovision Song Contest (una vera e propria enciclopedia dedicata all’evento).

Advertisements