Eurovision Song Contest 1998

Eurovision Song Contest 1998. Informazioni, dati e curiosità sulla 43a edizione dell’Eurovision Song Contest.

Data: 15 maggio 1998
Luogo: National indoor Arena, Birmingham (Regno Unito)
Paesi in gara: 25
Paesi esordienti: ERI di Macedonia
Emittente organizzatrice: BBC
Conduttore: Terry Wogan, Ulrika Jonsson
Votazioni: Televoto (tranne 4 Paesi, giurie), voti da 12 a 1 alle 10 migliori canzoni
Audience: stimato in 80 milioni di telespettatori | Per maggiori informazioni, consulta la nostra sezione Ascolti Eurovision anno per anno
Vincitore: Dana International con “Diva” (Israele)

Dana International

Dana International

L’Italia nell’edizione 1998: non gara. In TV: nessuna trasmissione tv. In Radio: non programmato

Curiosità dell’edizione 1998: Dana International, ovviamente, è la grande protagonista dell’edizione. Prima transessuale a vincere il concorso, porta però con sé molte cose, sia in positivo (un messaggio) che in negativo (polemiche a non finire). Quel che è certo è che, con Diva, sbanca mezza Europa.

Caso numero 1: Guildo Horn e la sua esibizione al limite del travestitismo. Caso numero 2: Yannis Valvis, per la Grecia, crea problemi di ogni sorta, fino a vedersi negato l’ingresso per il live del sabato. Finirà con 12 punti (quelli di Cipro…).

Per l’Italia, sarebbe potuta andare Annalisa Minetti. Lei stessa lo vuole. E’ il capostruttura Rai Mario Maffucci a dire di no, non ritenendo la rassegna consona al mercato e alla diffusione della canzone italiana. Comincia così un oscuramento lungo 13 edizioni.

Con tante edizioni da semplice commentatore TV, per Terry Wogan giunge, in quest’anno, la tanto agognata possibilità di fare da presentatore, anche se in realtà sarà sul palco per poco tempo, per il restante periodo continuando a svolgere il ruolo della voce fuori campo. Non gli riuscirà più in futuro: è morto alla fine di gennaio del 2016.


Per consultare l’indice con le schede dedicate ad ogni singola edizione dell’Eurovision Song Contest, clicca qui. Ulteriori approfondimenti sono disponibili su Good Evening Europe, il libro sull’Eurovision Song Contest (una vera e propria enciclopedia dedicata all’evento).

Advertisements