Eurovision Song Contest 2004

Eurovision Song Contest 2004. Informazioni, dati e curiosità sulla quarantanovesima edizione dell’Eurovision Song Contest.

Data: 12 e 15 Maggio 2004
Luogo: Abdi Ikpeci Arena, Istanbul (Turchia)
Paesi in gara: 36
Paesi esordienti: Albania, Andorra, Bielorussia, Serbia e Montenegro
Emittente organizzatrice: TRT
Conduttori: Korhan Abay, Meltem Cernbul
Votazioni: Alle prime 10 canzoni della classifica ottenuta dal televoto di ogni paese vengono attribuiti i punteggi 12, 10, 8, e dal 7 all’1.
Audience: oltre 97 milioni di telespettatori | Per maggiori informazioni, consulta la nostra sezione Ascolti Eurovision anno per anno
Vincitore: Ruslana con “Wild Dances” (Ucraina)

eurovision 2004 logo

Logo ufficiale edizione 2004 dell’Eurovision Song Contest

L’Italia nell’edizione 2004: non in gara.

In TV: non programmato dalla RAI. Trasmesso in diretta (ore 21) su La2 (semifinale) e La1 (finale), disponibili solo nel Nord Italia, e su TV Koper Capodistria, disponibile solo in Friuli Venezia Giulia. In Radio: non programmato su RadioRAI.

Curiosità dell’edizione 2004: l’Eurovision 2004 viene vinto dall’Ucraina, dopo aver debuttato l’anno precedente e passando quasi inosservata. “Wild Dances” è divenuta una canzone-simbolo dell’Eurovision e la stessa artista aumenterà, grazie alla vittoria, la propria fama in patria e in tutta l’Asia. Impegnata anche dal punto di vista politico, ha partecipato alla “rivoluzione arancione” e si è schierata contro il governo di Viktor Yanukovich. Nel 2014 viene insignita dal Dipartimento di Stato degli USA del premio “Woman Courage”.

Si classifica al secondo posto Zeljko Joksimovic, una vera e propria pop-star balcanica, schierata per il debutto della Serbia Montenegro. Grazie alla performance mozzafiato con “Lane Moje”, accolta con calore dal pubblico in sala, la popolarità del cantante crescerà a dismisura, tanto che la sua presenza, sia diretta che in qualità di compositore o paroliere, sarà quasi perenne nelle successive edizioni della rassegna europea.

E’ al debutto eurovisivo anche Sakis Rouvas, in gara per la Grecia con “Shake It”, chiudendo terzo in finale. Con un passato da atleta, Sakis inciderà ben tredici album, sarà premiamo ai World Music Awards e ricomparirà all’Eurovision nel 2006, come conduttore, e nel 2009, di nuovo in gara per il suo paese.

Dopo l’introduzione sulla carta nel 2003, l’edizione dell’Eurovision 2004 è la prima a vedere l’introduzione di un nuovo meccanismo di qualificazione per la finale, il cui numero di partecipanti sale a 36. Alla serata conclusiva accedono direttamente i “Big 4” (Francia, Germania, Spagna e Regno Unito) e i primi 10 classificati nella finale dell’anno precedente, mentre i restanti 10 posti sono occupati dai primi 10 classificati in una serata eliminatoria dove sono in gara tutte le canzoni non qualificate da regolamento.

L’Eurovision Song Contest 2004 vede l’introduzione di una nuova brand-identity del festival europeo, attualmente ancora in vigore (anche se leggermente ritoccata): nonostante ogni organizzatore abbia ampi margini di lavoro sia grafici che creativi, il logo viene uniformato per rendere il “marchio” ancora più riconoscibile. Il cuore con la bandiera del paese ospitante diventerà il simbolo indiscusso della rassegna canora.

L’edizione si svolge non senza problemi: mentre in Spagna TVE minaccia di non mandare in onda l’esibizione di Andorra a causa di una collaborazione tra la rete televisiva del microstato e l’emittente autonoma della Catalogna TV3 per la selezione del rappresentante del Principato, in Turchia si discute sull’opportunità di pronunciare il nome di Cipro, che nel Bosforo è conosciuto come “Amministrazione Greca di Cipro Meridionale”. Serviranno un annuncio ufficiale al telegiornale turco e alcuni espedienti grafici per risolvere la questione.


Per consultare l’indice con le schede dedicate ad ogni singola edizione dell’Eurovision Song Contest, clicca qui. Ulteriori approfondimenti sono disponibili su Good Evening Europe, il libro sull’Eurovision Song Contest (una vera e propria enciclopedia dedicata all’evento).

Advertisements