Le”Big 4″: la Spagna e la sua storia all’Eurofestival


httpv://www.youtube.com/watch?v=IGlKLUujURk

Cominciamo il nostro percorso di avvicinamento all’Eurofestival passando in rassegna le “big four” cioè le quattro grandi dell’Eurovisione, che come tali hanno accesso diretto alla finale. La Spagna, in questa nostra prima puntata. In altro trovate “Algo pequenito“, delicato tango d’amore interpretato da Daniel Diges, cantante ed attore ventinovenne noto in Spagna per aver intepretato vari musical, l’ultimo dei quali “High School Musical“. E’ lui la scelta 2010, un artista completo ma sicuramente non un cantante di professione (il suo primo album uscirà durante la rassegna).

httpv://www.youtube.com/watch?v=JIKIEWQ0v40

Decisione coraggiosa del pubblico e dei giurati spagnoli che l’hanno eletto sorprattutto per la sua grane voce e per l’ottima capacità di tenere il palco. Quella che è mancata a Soraya l’anno scorso. La stella della musica dance-pop, più volte disco d’oro, nell’edizione 2009 era fra le favorite per la vittoria finale  con “La noche es para mi” ed oltretutto cantava per ultima. Purtroppo la sua esibizione a Mosca fu parecchio negativa e chiuse penultima. Spagna alla ricerca di un risultato decente, che le manca da anni. Dopo il salto, vi raccontiamo in breve la storia spagnola nella rassegna.

httpv://www.youtube.com/watch?v=FAvnLCTvIwo

httpv://www.youtube.com/watch?v=g4Qv3Ekbv9E

L’esordio della Spagna è alla quinta edizione, nel 1961 con “Estando contigo” di Conchita Bautista, artista che tornerà anche nel 1965. Fu un dignitosissimo nono posto. Ma per trovare i primi piazzamenti di spessore bisogna aspettare gli anni “d’oro” spagnoli. Fra il 1968 ed il 1973 la Spagna raccoglie due vittorie, due secondi posti e due quarti posti. La vittoria del 1968 è con “La La La” di Massiel, scritta dal Dinamico, uno dei gruppi più in voga allora.

La canzone era inizialmente destinata a Joan Manuel Serrat, grandissimo artista catalano, che però si rifiutò di eseguirla in spagnolo anzichè in catalano. La vittoria fu favorita, secondo una testimonianza de La 4, tv privata spagnola da una sospetta azione “promozionale” (diciamo così) messa in atto dal generale Francisco Franco. A Madrid, nel 1969, la Spagna concede il bis con “Vivo Cantando” di Salomè.

httpv://www.youtube.com/watch?v=2sifsSxlPuc

httpv://www.youtube.com/watch?v=gYZhrg6eQ0Q&feature=related

Nel 1970 arriva quarta “Gwendolyn” cantata da un giovane esordiente, ex portiere del Real Madrid. Il suo nome è Julio Iglesias. Il maggior successo di vendite della Spagna però è del 1973: i baschi Mocedades sono secondi con “Eres tu”, ancora oggi una delle canzoni più vendute e coverizzate al mondo. Poi, a parte alcuni podi sporadici, nessun altro piazzamento di rilievo. Per ritrovare un artista ed un pezzo che diverranno famosi nel mondo, bisogna andare fino al 1991.

httpv://www.youtube.com/watch?v=1s3BIX0duKs

httpv://www.youtube.com/watch?v=XX4ceTUOpBw

Sergio Dalma giunse quarto con “Bailar Pegados” nell’edizione di Roma: in carriera ha vinto tutto quello che c’era da vincere. Segue il secondo posto di Anabel Conde e “Vuelve conmigo” del 1995: è l’ultimo piazzamento di rilievo prima di una serie di magre figure, in parte anche meritato. In tempi recenti hanno fallito tutti. Compresi i big. Ricordate per esempio queste figliole, che gareggiarono nel 2006?

httpv://www.youtube.com/watch?v=T0NacOUCsnU

Erano le mitiche Las Ketchup, che nel 2002 conquistarono l’Italia e non solo con il tormentone “Asereje”: all’Esc 2006 erano in quattro, perchè s’era aggiunta l’ultima sorella. Il “Bloody Mary” andò di traverso al pubblico: ventunesime su 25. Del fiasco 2009 abbiamo già detto. L’anno prima andò male fino ad un certo punto a Rodolfo Chikilicuatre, ovvero l’attore David Fernandez Ortiz.

httpv://www.youtube.com/watch?v=kK5UWGVMRTc&feature=related

Lanciato dalla tv concorrente La Sexta come “scherzo” (mezza ostruzione)  imbastito del programma comico Buenafuente, vinse invece clamorosamente e largamente le selezione. Accettò di andare in gara: il suo “Baila el chiki chiki”, che prendeva in giro i grandi di Spagna fu solo sedicesimo (miglior risultato degli ultimi 5 anni!) ma il tormentone conquistò l’Europa. Italia compresa, dove si gudagnò articoli sui giornali e servizi sui tg. In alto, la perla della serata finale di selezione del 2008, condotta dalla Carrà e vinta da Chikilicuatre.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

4 Risposte

  1. Cristina ha detto:

    Sergio Dalma forever!!! E’ al tredicesimo album che giustappunto s’intitola “Trece”.

  2. Euromusica ha detto:

    il migliore degli ultimi cinque anni….e il pezzo ha fatto il giro d’Europa!

  3. aLeX P ha detto:

    Eh si.. nel 2008 la Sexta fece proprio un bel regalo alla tv di Stato..e il bello è stato che hanno ottenuto uno dei migliori posizionamenti all’ESC di sempre eheheheh ^_^

  4. Ranma25783 ha detto:

    il 2006 fu davvero un anno orribile, Spagna in primis, ma anche altri paesi

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: