Quando c’era l’Italia/2: 1960-63

httpv://www.youtube.com/watch?v=lgbquugisiA

Altro giro, altra canzone strafamosa. “Tu sei romantica, amica delle nuvole”, cantava il ritornello. I più se la ricordano con il timbro vocale di Tony Dallara ma insieme con il capofila degli urlatori, a Sanremo c’era Renato Rascel. La doppia esecuzione regala loro la vittoria al Festival del 1960. Spetta poi all’attore torinese portarla sul palco di Londra, all’Eurofestival. Diretto dal maestro Cinico Angelini, chiude all’ottavo posto, a pari merito con l’altro brano in lingua italiana del concorso, “Cielo e terra”, della svizzera Anita Traversi, ma è da questi battuto (e dunque si classifica nono) per il maggior numero di voti più alti. Si consola con un buon successo europeo.

httpv://www.youtube.com/watch?v=wz5J0XmWe2U

Nel 1961, a Cannes, in Francia, arriva la capofila al femminile della scuola delle urlatrici: Roberta Corti da Milano, in arte Betty Curtis. Insieme a Luciano Tajoli ha appena vinto Sanremo con “Al di là” e sul palco europeo, diretta da Gianfranco Intra, chiude con un ottimo quinto posto.

httpv://www.youtube.com/watch?v=npD6wev8Dtw

La prima volta del “Reuccio” Claudio Villa è del 1962.  Il brano “Addio, addio”, cantato sul palco del Festival di Sanremo in doppia esecuzione con Domenico Modugno non riscuote molto successo in campo europeo. Sul palco di Lussemburgo,  eseguito sotto la direzione d’orchestra del maestro  Cinico Angelini, raccoglie appena tre punti, piazzandosi al nono posto.

httpv://www.youtube.com/watch?v=klj2f2g7MOk

Un gregario in Paradiso. Emilio Pericoli ha legato il suo nome a doppio filo a quello di Tony Renis, con cui nel 1963 vince Sanremo con il brano “Uno per tutte”.  Voce nota della Rai di allora, è lui che viene scelto dalla tv di stato  per portare la canzone a Londra.  Diretto da Gigi Cichellero, è ottimo terzo e acquisisce una notorietà crescente sul proscenio internazionale, soprattutto americano, cominciando a portare in giro nel mondo la nostra musica.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”.

Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e WhatsApp. Seguici su tutti i principali Social Media (qui l’elenco completo) e scopri come sostenerci e sostenere una informazione da sempre indipendente.

Eurofestival News sui social

Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...