Ufficiale: torna anche il Montenegro. Deadline il giorno di Natale. La Ebu interviene ancora sull’Italia


L’edizione 2011 dell’Eurofestival si preannuncia maestosa. Dopo il ritorno di Austria ed Italia è ufficiale anche il rientro in pista del Montenegro. Lo stato della ex Jugoslavia manca da un anno: dopo tre partecipazioni di fila, dal 2007 al 2009, senza mai passare in finale (nonostante un paio di pezzi assolutamente gradevoli), l’anno scorso la tv di Podgorica si era tirata indietro per motivi economica, trasmettendo comunque l’evento.

Ora l’annuncio del ritorno. O almeno della completata iscrizione. Come l’Italia, infatti, anche il Montenegro si riserva di confermare l’iscrizione, in questo caso subordinata alla ricerca di sponsor. A questo propostito, va ricordato che il termine ultimo per ritirarsi senza penali è fissato per il 25 dicembre. Presumibilmente a ridosso di quella data avremo le iscrizioni di alcuni paesi ancora in attesa di conferma ma  sui quali non ci sono grossi dubbi  come Francia, Russia, Moldavia e Bielorussia. Con il Montenegro, i paesi iscritti salgono a 37.

Intanto, sul quotidiano El Pais, dove si parla ancora del ritorno dell’Italia, ci sono dichiarazioni che arrivano direttamente dalla Ebu in merito alla iscrizione da confermare. Un portavoce dell’ente ha infatti dichiarato al giornale spagnolo: “Non c’è alcuna ragione perchè l’Italia possa tornare indietro circa la sua iscrizione”. Va invece ricordato che per sapere chi rappresenterà l’Italia, in teoria, si potrebbe aspettare anche diverso tempo: l’anno scorso, la Francia, svelò il proprio partecipante a metà febbraio e rese pubblica la canzone nell’ultimo giorno utile, il 20 marzo.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa