San Marino: “Faremo una produzione internazionale per provare ad entrare in finale”


San Marino punta al bottino grosso. Che nella fattispecie vuol dire uno storico ingresso in finale. In attesa della conferenza stampa del 3 febbraio dove la delegazione si presenterà ufficialmente nei suoi componenti e dove sarà svelato il nome del cantante che rappresenterà la Repubblica al prossimo Eurofestival, la squadra bicolore fa capire che il suo ritorno in gara dopo tre anni di assenza è segnato dalla volontà di lasciare una traccia importante. “Il nostro ritorno – dice San Marino RTV – è una scelta forte in un momento in cui le attività dell’azienda, con le sue risorse umane e tecniche, è tutta protesa al rinnovamento in vista della sfida satellitare di aprile, che offrirà visibilità, voce e opportunità alla Repubblica”. Il satellite, annunciato per il 18 marzo arriverà appunto forse ad aprile, ma almeno per questa volta, San Marino RTV pare non trasmetterà l’evento sul satellite, per tutta una serie di situazioni. Alla diretta tv (il segnale si riceve lungo tutta la costa adriatica dal veneto alle marche), potrebbe affiancarsi anche quella sul digitale terrestre. Ma anche qui siamo ancora solo alle voci.

httpv://www.youtube.com/watch?v=k-ig1DD5CA4

Le certezze per ora sono che nonostante le difficoltà non favorevoli, San Marino ha entusiasmo e ci crede: “Per garantire a San Marino anche il grande palcoscenico internazionale, l’Eurofestival a Dusseldorf il prossimo maggio, San Marino RTV sceglie una produzione internazionale nel solco della storia e delle radici della Repubblica”. Dunque la presenza di San Marino, e questa è un’altra notizia certa, sarà multinazionale. “Seguiremo l’esempio di paesi come Monaco o il Lussemburgo nella scelta dell’artista e nella produzione in generale. Vogliamo l’accesso alla finale“, ci fanno sapere dalla delegazione. (in alto l’esibizione dei Miodio nel 2008, unica presenza del Titano). Che vuol dire che oltre alla bandiera bicolore ed a quella italiana, ci saranno anche altre bandiere sotto l’ala della Repubblica. Si parla di una produttrice artistica italiana “abituata a grandi produzioni internazionali” e del coinvolgimento di “un grosso big della musica” (non è chiaro se italiano o straniero) nella stesura del pezzo: Non lo annunceremo il  3 febbraio perchè anche quello sarà una scelta meditata. Porteremo solo un prodotto di qualità adatto ad un palco come l’Eurofestival, che faccia onore alla Repubblica”. In questo quadro si inserirebbe bene il lancio di un artista giovane o comunque non ancora molto noto. Come Senit, l’artista italo-eritrea di cui si vocifera come possibile candidata. O magari come qualche altro nome a sorpresa.

Sorteggio in salita, con San Marino che non potrà contare sui voti amici di Italia e Svizzera e che troverà cinque vincitori passati: Serbia, Russia, Grecia, Finlandia e Norvegia più Turchia e Azerbaigian:  “Calcoli e previsioni però vanno sempre a scontrarsi – dicono  – con l’elemento a sorpresa e il pubblico europeo, perché è il televoto a comandare e non è detto che la Repubblica non sappia farsi valere laddove non contano i numeri ma la qualità”. Certo immaginare un derby Italia-San Marino in finale con la vittoria degli amici del Titano sarebbe davvero un colpo basso per mamma Rai. Ma magari potrebbe anche servire da insegnamento.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

7 Risposte

  1. Ranma25783 ha detto:

    Nel 2008 la Gee si salvò con le giurie, allora passavano le prime 9+1 ripescata. Cm sì, ricordarsi del favore sarebbe meglio


    Simone:

    È incredibile. Fra RAI e SMRTV, chi desidera di più vincere è la seconda…

    Diciamo che la seconda, dopo 2 anni di stop x motivi economici, ha una voglia matta di fare bene e di mostrare che prendono sul serio l’ESC, pur nei loro limiti. E su questo, ribadisco, hanno doppiato di nn so quanto mamma RAI.

  2. Simone ha detto:

    È incredibile. Fra RAI e SMRTV, chi desidera di più vincere è la seconda…

  3. israelforever ha detto:

    Beh La Svizzera potrebbe votarli, poi ci sono le giurie, speriamo che la Grecia si ricordi che tre anni fa votarono Kalomira, che la Polonia si ricordi che grazie ai 10 punti di SM Isis Gee oltrepasso’ per poco la semi, che la GB si ricordi che salvo’ la faccia grazie ai 5 punti di SM, e poi suvvia ci sono Finlandia che notoriamente votava Italia, c’e’ l’Ungheria che ama molto le canzoni in italiano e non ha “amici2” da votare, poi ci sono anche Albania, Spagna, Portogallo e Malta.

  4. Ranma25783 ha detto:

    e magari fa come 2 anni fa e trasmette tutto live… segno ke pur essendo piccoli hanno capito molto dell’ESC

  5. Mimmo ha detto:

    perchè non trasmetterà la diretta?

  6. Ranma25783 ha detto:

    Già queste parole basano come insegnamento alla RAI.

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: