Si è svolto l’Eurovision party italiano (e Gualazzi ha cantato i Blue). Mattinata sul Reno per le Big 5


L’aria dell’Eurovision Song Contest fa miracoli. Anche il nostro paese, verrebbe da dire finalmente, comincia a mettere da parte il distacco con cui da sempre vive l’evento eurovisivo ed a tuffarsi nel clima di festa dell’evento. Dopo essere stato protagonista del party pre-eurovisivo a Londra, ieri Raphael Gualazzi è stato il protagonista del primo storico Eurovision party indetto dalla delegazione italiana.

L’evento si è svolto in un luogo molto familiare musicalmente a Raphael Gualazzi, lo Schmiede Jazz Club di Dusseldorf ed ha avuto fra gli ospiti speciali anche i Blue, rappresentanti della Gran Bretagna. Durante la serata, Gualazzi si è esibito in una versione specialissima di “I Can”, la canzone del gruppo inglese. In attesa di potervi postare (almeno si spera), qualcosa di più corposo, vi regaliamo uno stralcio dell’esibizione di Gualazzi, o meglio della prova che lui ha fatto in albergo. La trovate consultando questo link. L’artista urbinate ha poi cantato anche alcune canzoni dal suo ultimo album “Reality and fantasy”, accompagnato dalla sua band ed ovviamente anche “Madness of love”

CONCERTO IN BARCA – Esattamente come fecero i norvegesi l’anno scorso, anche i tedeschi hanno organizzato per i cinque rappresentanti delle Big 5 una gita in barca con spettatori inclusi. Raphael Gualazzi, i Blue, Lucia Perez, Amaury Vassili e Lena si sono dunque goduti una mattinata in barca lungo il fiume Reno. Due ore di tour attorno a Dusseldorf (in alto una foto), un vero proprio party galleggiante a bordo della Rhein Fantasie, durante il quale c’è stata l’occasione per suonare versioni normali e rivisitate delle canzoni in concorso.

Per Gualazzi dunque è stata una opportunità per uno showcase privato con gli altri big come spettatori d’eccezione insieme ai fan, i Blue hanno invece proposto una versione acustica della loro canzone “I can”. All’attracco del porto a fine tour, i cinque si sono esibiti insieme in una versione di “Always look on the bright side of life”, dal film Monthy Pyton. A breve contiamo di proporvi anche i video.

SULLA STAMPA E NON SOLO–Intanto, Gualazzi sta diventando un vero e proprio protagonista anche in Germania. L’album è appena uscito anche da quelle parti e proprio l’altro giorno il crooner ha avuto il piacere di un servizio a lui dedicato sulle pagine nientemeno che di “Die Zeit”, il maggior quotidiano tedesco, con una diffusione di 488mila copie al giorno. L’articolo lo trovate qui.

SAN MARINO – Non vi avevamo riferito, lo facciamo adesso, anche del bellissimo party che a Dusseldorf ha offerto la delegazione sammarinese, che invece si è svolto l’8 maggio all’Euroclub. Mezzorra di spettacolo di Senit. Uno show case in piena regola che ha messo in luce le sue grandi doti di performer. Oltre alla versione tedesca di “Stand by” e il nuovo singolo “Through the rain”, proposta una carrellata di successi che hanno fatto la fortuna del concorso, compreso “Nel blu dipinto di blu” che nel 1958 valse il terzo posto a Domenico Modugno.  Poi è stata la volta degli ospiti: fra gli altri Aurela Gace, Nina, Alexeij Vorobyov, Paradise Oskar. Qui trovate il servizio di San Marino RTV con annessa intervista a Senit. Qui invece trovate un report dell’evento più informale.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...