Su La Stampa (cartaceo) di oggi (13/5)si parla dell’Esc: ecco l’articolo


(fonte: LA STAMPA)

Domani la Carrà su Raidue, canta Gualazzi

di SIMONETTA ROBIONY ROMA

La Carrà presenta l’Eurovision Song Contest domani su Raidue

Raffaella Carrà lo ripete come un mantra: «Non è il mio ritorno in tv. Non ricomincio a fare un programma. Non faccio la conduttrice». Vero. Però, dopo una lunga assenza Raffaella Carrà torna sulla Rai con la sua voce e la sua faccia per accompagnare,come dice lei, dopo tredici anni di assenza dai nostri schermi, quel che fu il Festival della Canzone Europea diventato nel frattempo EurovisionSong-Contest. Domani su una Raidue rinvigorita dall’Auditel con l’esibizione di quelle canzoni che tra le 43 iniziali hanno superato le svariate selezioni, segue commento dei giovani di Tv talk . Per l’Italia, ci sarà il vincitore di Sanremo Giovani Raphael Gualazzi, aria ciancicata ma mano che corre veloce sul pianoforte, pronto a cantare un po’ in italiano e un po’ in inglese Follia d’amoreovvero Madness of love, nonchè, e questo è proprio un omaggio alla Raffa nazionale, Japino a curare la regia e a esibirsi Bob Sinclair, quello che ha rilanciato Comè bello far l’amore da Trieste in giù , trasformandola in un successo da discoteca. Il festival s’è vivacizzato, è diventato uno spettacolone travolgente con 70 milioni di spettatori in Europa e pezzi di pubblico sparsi tra Asia e Stati Uniti. «L’Italia, che con il suo Sanremo ne aveva favorito la nascita, non poteva più rifiutarsi di trasmetterlo – dice Raffa -. E’ uno show grandioso. Serve a far conoscere la nostra musica all’estero, ad aiutare i nostri cantanti quando vanno in tournée. La Raidue di Liofredi mi ha chiamato e ho detto subito sì. Per il resto non farò altro in tv. A me piace progettare e realizzare cose in cui credo, con una squadra fidata e una rete che mi sostiene. Se questo non c’è mi occupo diversamente. Gioco a carte, vedo gli amici, me ne vado in giro per il mondo in incognito come Raffaella Pelloni». Non doveva proprio in questa stagione fare 5 puntate per Raiuno? «C’era l’idea di un programma costruito intorno a cinque grandi ospiti, ma non c’era il necessario entusiasmo. Alla mia età e con il mio passato sbagliare é più rischioso: correrei il pericolo per una cosa in cui credessi molto».

Per esempio? «Una cosa come quella sulle adozioni: in due mesi in Italia ci sono state 250mila adozioni internazionali in più. Avevo proposto un programma dello stesso genere al direttore di Raiuno Del Noce ma mi ha risposto che non è epoca per trasmissioni a sfondo sociale. Pazienza».

Lei, però, non ci crede. «No. Io credo che una trasmissione costruita sulla parola, con intelligenza e leggerezza, senza moralismi e prediche, potrebbe piacere molto. Ed essere perfino utile ai genitori e ai figli».

Non le manca il suo pubblico? «Non sono una che cerca la visibilità a forza o ha bisogno dell’applauso per gratificarsi. Se potessi scegliere, a questo punto, farei solo l’autrice restandomene dietro le quinte come quando preparo con i ragazzi il concerto di Natale. Ma a volte mi chiedono anche di farmi vedere e lo faccio. L’età non mi spaventa. La vita è altro».La frammentazione dei mass media, con tanti canali tv e poi Internet, i telefonini e quant’altro rendono più ardua la nascita di icone dello spettacolo come lei ? «Non credo. Tutto oggi si consuma più in fretta. E si brucia. Ma se si arriva alla tv dopo una preparazione seria, il talento si afferma e può perfino durare. L’ho visto non Noemi. Con Emma. Oggi con Raphael Gualazzi. Però serve studiare».


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. SimoneMLK ha detto:

    Non centra nulla con l’articolo e me ne scuso. Il CD dell’ESC sembrerebbe ancora non disponibile nei negozi, ma almeno è uscito dai “fuori catalogo” (almeno a giudicare dal sito della Feltrinelli: http://www.lafeltrinelli.it/products/5099909705623/Eurovision_Song_Contest_2011.html?prkw=eurovision&srch=0&Cerca.x=0&Cerca.y=0&cat1=3&prm=)

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: