Senit: “L’Eurovision Song Contest resterà dentro di me”. In autunno disco e tour europeo


httpv://www.youtube.com/watch?v=-lTamJS9MrY

Un mese dopo l’evento, l’Eurovision Song Contest, è ancora nella testa e negli occhi di Senit. La cantante bolognese che ha rappresentato il Titano si prepara a lanciare nuovo singolo e album, con un tour europeo che ripercorrerà gran parte dei paesi già toccati durante il  giro promozionale prima della rassegna. Ma intanto ricorda con piacere la sua prima volta sul palco del più grande evento europeo. “E’stato molto più bello e grande di quello che mi aspettavo – esordisce – Da italiana ero partita con entusiasmo ma anche un pò di diffidenza ed invece mi sono resa conto subito della grandezza dell’evento. Soprattutto a livello  organizzativo, davvero una macchina straordinaria, nella quale tutto girava con grande puntualità. Ogni volta che rivedo le immagini mi emoziono…su una scala da uno a 100 direi…101!”.

Il ricordo dell’evento smorza anche la delusione per un esito negativo ed una qualificazione sfuggita nonostante un buon consenso popolare: “Non so cosa sia successo – spiega Senit – perchè noi sappiamo di aver cantato bene e di aver fatto la nostra parte. Credo che per un paese piccolo come San Marino sia sempre più difficile perchè non abbiamo molti voti amici. Ma al di là di questo credo che sia stata una grande esperienza per tutti noi”.

VISIBILITA’ EUROPEA – Anche perchè Senit, e tutta San Marino, grazie alla partecipazione all’evento hanno visto crescere in maniera esponenziale la loro popolarità: “Abbiamo fatto un tour che ha toccato una ventina di paesi e forse in alcuni di questi dovremo tornare, come per esempio, l’Azerbaigian, dove andammo ma non siamo riusciti a portare la canzone dell’Eurofestival perchè ancora non l’avevamo acquisita. Hanno apprezzato la mia musica e questa è la cosa più importante. Anche l’Eurovision party che abbiamo tenuto all’Euroclub è stato grandioso. Le nostre scelte, come quella di presentare vecchi successi eurofestivalieri riarrangiati sono state tutte indovinate. Ho potuto mostrare una Senit diversa, più rock, rispetto a quella del brano in concorso. C’è mancata solo la qualificazione alla finale, peccato”.

ITALIA SORPRESA- Da italiana, comunque, Senit è contenta per il secondo posto di Raphael Gualazzi: “Anche se mi ha sorpreso, questo risultato. Sapevo che avrebbe fatto bene perchè quando la Caselli investe su un progetto vuole ricavarne il massimo. Però il secondo posto proprio non me lo immaginavo, visto che la sua canzone è molto lontana dai canoni di una rassegna come l’Eurovision Song Contest.  Però lui è bravo, questo è indubbio”.

DISCO E TOUR – Ora Senit si gode un pò di riposo in attesa della fase-due, che scatterà ad ottobre, con un tour europeo che toccherà soprattutto i paesi dell’est e nel quale sarà proposto anche il nuovo singolo “Through the rain”, anche questo firmato da Radiosa Romani: “L’album uscirà anche questo in autunno – dice Senit – ci stiamo lavorando. Nel frattempo partiremo in torunéè: abbiamo 25 paesi in programma”. Fra questi non c’è l’Italia. “Per adesso vogliamo concentrarci sull’estero, anche perchè l’Italia musicalmente è strana, le cose le apprezza soltanto dopo. Non siamo riusciti ad esibirci alla tv italiana per questioni di tempo, ma in fondo non era il nostro primo obiettivo. Il tour toccherà molti paesi della prima semifinale ed alcuni altri della seconda. Sono convinta che poi col tempo troveremo la maniera di farci apprezzare anche qui”.

Il team  di lavoro sarà lo stesso dell’Eurovision Song Contest. L’inglese Mark Sloper curerà la regia del video di “Through the rain”, che sarà messo a punto prima dell’estate e sarà girato probabilmente a Londra, e con Senit ci saranno il chitarrista inglese Adam Evans, componente dei Nikkershaw, che ha lavorato con artisti internazionali del calibro di Just Jack, Charlotte Church, Daniel Powter (quello di “Bad Day”), Andrea Corr (ex The Corrs), Mari Wilson, Tose Proeski (in gara per la Macedonia nel 2004), Louise Redknapp e protagonista di spettacoli televisivi come “Dont’ forget the lyrics” (in Italia andò in onda come “Canta e vinci”, condotto da Amadeus su Italia 1)ed il bassista anche lui britannico Ben Epstein che è andato in tour con alcuni fra  i più grandi artisti internazionali (fra le altre la gallese Duffy e la greco-gallese Marina and The Diamonds).


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

4 Risposte

  1. Euromusica ha detto:

    no, l’esperienza con san marino è finita

  2. Storm75 ha detto:

    Ma il tour sarà sponsorizzato dalla repubblica di San Marino??

  3. Ludo ha detto:

    Peccato perché per le giurie sarebbe andata in finale…!

  4. Ranma25783 ha detto:

    praticamente sul tour, il pensiero di Senit è quello di Ema

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: