In inverno l’album degli AnneClaire, la band di Anna Rossinelli. Eccovi un assaggio del nuovo singolo


Conclusa l’esperienza all’Eurovision Song Contest, che l’ha vista riportare la sua Svizzera in finale ma poi concludere all’ultimo posto, Anna Rossinelli è tornata a lavorare a tempo pieno come cantante degli AnneClaire, il trio jazz-pop con cui si esibisce e dove è stata notata da David Klein l’autore della sua canzone “In love for a while”. Come lei stessa aveva dichiarato ad Eurofestival news nel corso di una intervista, non ci sarà il debutto da solista ma l’album sarà quello di debutto degli AnneClaire.

Uscirà in inverno, ma il trio è a Zurigo, nel principale studio di registrazione svizzero, dove hanno inciso anche artisti popolarissimi da quelle parti come Baschi, Bligg e i Lovebugs a lavorare sul disco. “L’Eurovision è stata una esperienza che non dimenticheremo mai – dice Anna Rossinelli – adesso per me e per noi si stanno spalancando tante porte, ci sentiamo finalmente cantanti professionisti. Passiamo tutto il tempo fra i concerti e lo studio di registrazione“. Noi siamo in grado di farvi sentire un’anteprima di quello che con ogni probabilità sarà il nuovo singolo (ancora non è noto il titolo): un altro motivetto da canticchiare “con un tocco di musica di strada, come tutto l’album”. Per ascoltarlo basta andare qui. E’veramente deliziosissimo.

SELEZIONE PER IL 2012 – Nel frattempo la tv svizzera, fra le prime a confermare la partecipazione anche per il 2012, ha annunciato che selezionerà cantante e canzone il 10 dicembre. Le canzoni in concorso saranno 14, sei selezionate tramite internet e otto tramite selezioni delle tv di lingua italiana, francese e tedesca e della radio. Le 14 canzoni saranno votate solo tramite televoto dopo che gli artisti avranno eseguito in uno show una versione ridotta dei brani.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

6 Risposte

  1. SimoneMLK ha detto:


    Drew:

    Beh io credo che il motivo del perché l’Italia abbia dato i punti a Romania e Moldova sia dovuto al fatto che la maggior parte di quel milione di persone che ha visto l’ESC su Rai2 era costituita da immigrati rumeni e moldavi. Da loro l’Eurovision è assai conosciuto ed apprezzato, quindi non mi stupisco che abbiano votato rispettivamente per il loro paese. Il voto dei Blue probabilmente è da ricondurre principalmente a tutte le ragazzine, loro fan nei primi anni del 2000.

    Maddai??? Dici sul serio?? Non ci avrei mai pensato!!!

    XD

  2. Drew ha detto:

    Beh io credo che il motivo del perché l’Italia abbia dato i punti a Romania e Moldova sia dovuto al fatto che la maggior parte di quel milione di persone che ha visto l’ESC su Rai2 era costituita da immigrati rumeni e moldavi. Da loro l’Eurovision è assai conosciuto ed apprezzato, quindi non mi stupisco che abbiano votato rispettivamente per il loro paese. Il voto dei Blue probabilmente è da ricondurre principalmente a tutte le ragazzine, loro fan nei primi anni del 2000.

  3. vike ha detto:

    concordo pienamente con drew..l’estonia, la svizzera, la spagna e l’ungheria ultime??? Secondo me si dovrebbe totalmente ABOLIRE la giuria…quella che ci ha fatto dare i nostri migliori punti a moldavia, romania e quella schifosissima i can dei blue…ma dai!!

  4. Drew ha detto:

    Anche io ci sono rimasto un po’ male per l’ultimo posto… magari non era da top10 però almeno nelle prime 15 doveva andarci!

    Come canzone è davvero piacevole e diversa dalle solite canzoni dance…

    Ma io direi che quest’anno diverse canzoni sono state sottovalutate! Non dimentichiamoci anche di What about my dreams (Ungheria), Rockefeller Street (Estonia) e Que me quiten lo bailao (Spagna)…

    Speriamo che l’anno prossimo ci sia più “giustizia”!

  5. SimoneMLK ha detto:

    L’ultimo posto di Anna è probabilmente l’ingiustizia più grande di questo ESC: Una canzone carina davvero, ascoltabile all’infinito, arrivata sotto… la Spagna? La Russia?!?!?

    Quanto a questo singolo, “deliziosissimo” è dire poco. Magari dirò una cavolata, ma ci sento dentro un po’ di Norah Jones. Potrei ascoltarlo per ore.

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: