Eurovision Song Contest 2012: l’Italia sempre più vicina


Quello del 2011 è stato un Eurovision Song Contest che ha visto il ritorno dell’Italia dopo troppi anni di assenza, ora rimane la questione dell’edizione 2012 e un’unica domanda: l’Italia ci sarà? Dalla RAI ancora nessuna conferma, idem dall’EBU, ma siamo in grado di dirvi che le possibilità di un ritorno sono altissime e, se vi fidate come sempre delle notizie che vi diamo sull’ESC, possiamo dirvi che da quel che ci risulta è praticamente cosa fatta (con relativo rischio di smentita, che pensiamo e speriamo sia davvero minimo).

Avremo comunque modo di confermarvi o smentirvi il tutto appena arriverà conferma dall’EBU (probabilmente entro dicembre), ovvero quando ci sarà la comunicazione di tutte le partecipazioni definitive. Se si aggiunge anche la quasi conferma, non ufficiale ma praticamente è come se lo fosse, della partecipazione di San Marino (QUI il nostro articolo sulle dichiarazioni del capo delegazione della tv sammarinese), allora c’è di che sperare.

Alcune certezze. Avevamo già scritto in passato che, nel caso di un ritorno dell’Italia, si sarebbe scelto di nuovo il rappresentante per il nostro Paese da Sanremo. Sembra che, nel caso di ritorno, l’intenzione sia proprio questa, e un’altra certezza arriva invece dall’EBU. Ad eccezione della trasmissione dello scorso anno (per il ritorno l’EBU ha concesso alcuni ‘stravolgimenti’ nella messa in onda dell’ESC), una eventuale partecipazione dell’Italia prevede una messa in onda completa dell’evento, con voce/i fuori campo e nessuna variazione sulla struttura del programma (niente conduttore da studio con ospiti nè orrori come quelli che abbiamo sentito dalle bocche dei ragazzi di TvTalk). Naturalmente con l’obbligo di messa in onda di una delle due semifinali su un canale a scelta e della finale obbligatoriamente su Rai1 o Rai2 o Rai3.

Un comunicato stampa della RAI del 10 novembre scorso, presentava “Nuovi Talenti per l’Europa”, il contest della tv pubblica che premia il miglior spot user generated content (ugc), creato dai giovani over 18 sul tema della cittadinanza europea. Tra gli obiettivi del concorso, promuovere i valori di cittadinanza europea e quelli della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Ue, ma soprattutto veicolare questi valori ai giovani attraverso una comunicazione interattiva e multipiattaforma. Non a caso per partecipare alla sfida, i concorrenti dovranno prima prepararsi su www.europa.nuovitalenti.rai.it con il primo quiz interattivo Rai “Quanto sei europeo?”. A quanto pare sembra che il nuovo direttore generale della Rai – Lorenza Lei – abbia molto a cuore il tema dell’Europa unita e dei suoi valori e qualcosa ci dice che il tutto non è casuale, anzi. Che sia la volta buona di un ritorno continuativo dell’Italia all’Eurovision Song Contest, indistintamente dallo share e dagli ascolti che il programma farà? Sarebbe davvero bello augurarcelo!

9 Risposte

  1. daviddefi ha detto:

    ah, infatti ho riguardato oggi e la bandierina non c’è. Anche se spero che torni , che torni eccome.

  2. Ranma25783 ha detto:

    infatti ci ho pensato io a togliere quella notizia priva di fonte dalla wiki transalpina

  3. daviddefi ha detto:

    é davvero una bella notizia. Sì, sì, ne teniamo di conto e mandiamo buoni influssi, anche quelli di endora. d

  4. Bozzy ha detto:

    Che bella notizia! Grazie Eurofestival news delle anticipazioni :-)
    Speriamo che quest’anno venga trasmesso anche in HD

  5. israelforever ha detto:

    Meno male perche’ gli invidiosi cugini francesi su wiki francese ci davano gia’ ritirati.

  6. storm75 ha detto:

    Incrocio le dite!!!! Speriamo di tifare ancora per la nostra amata nazione

  7. SimoneMLK ha detto:

    Non era una gran giornata.
    Poi ho letto questo articolo. :D

  1. 24 novembre 2011

    […] Ma la macchina organizzativa come detto, si è messa in moto. Sono già 36 i paesi che hanno confermato la partecipazione. Fra questi non ci sono ancora nè San Marino, il cui capodelegazione del 2011 Alessandro Capicchioni ha però dichiarato che la tv “è concentrata sull’evento 2012″, nè l’Italia. Ma i rumors che arrivano parlano di una Rai che sta meditando sul ritorno in concorso che nel 2011 ha visto il secondo posto di Raphael Gualazzi e su come abbinarlo al Festival Sanremo (qui il post di Eurofestival News). […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: