Eurostorie/4: Un concorso sempre “alla moda” (o quasi)…


httpv://www.youtube.com/watch?v=YtDLrlEvw88

Un evento decisamente glamour – in tutti i sensi – come l’Eurovision Song Contest non può non legarsi a filo doppio con il mondo della moda. E così nel corso degli anni è capitato più volte di vedere il nome di noti stilisti della scena internazionale legare il proprio nome alla manifestazione.

GAULTIER SU TUTTI – Qualcuno poi è ormai un habitué della rassegna. E’il caso di Jean Paul Gaultier, lo stilista francese che oltre ad essere coinvolto nel 2008 da France 3 nel commento della finale, ha più volte vestito cantanti (non solo donne).

La sua avventura cominciò nel 1991, quando rivestì di uno splendido abito scuro Amina Annabi, che con la sua “C’est le dernier qui a parlè qui a raison” non vinse pur arrivando a pari merito con Carola (Svezia) solo perché il regolamento dell’epoca finì per penalizzarla. Sette anni dopo, fece parlare perché abbinò il suo marchio a Dana International, prima cantante transessuale a vincere la rassegna: l’abito lungo color argento che la cantante indossò sul palco di Birmingham mentre cantava “Diva” era solo uno dei tanti che aveva in dotazione. Quello che aveva originariamente scelto, fu tenuto sotto scorta armata e guardato a vista, per paura di interventi degli integralisti islamici per poi essere cambiato. Gaultier è tornato a vestire Dana International anche nel 2011: fra gli otto vestiti messi in dotazione all’artista ce n’era anche uno che era stato indossato durante una sfilata dal modello australiano di origine croata Andreij Peijc (costui…), noto per il suo aspetto androgino e perché sfila indifferentemente sia da uomo che da donna. Sono stati poi i fan della cantante a scegliere con una votazione online, quello che poi ha indossato a Dusseldorf, che somigliando a delle squame la faceva sentire “come un pesce”. Gaultier ha poi vestito nel 1996 Elizabeth Andreassen (Norvegia), nel 2006 Anna Vissi (Grecia) e nel 2007 i francesi Les Fatals Picards, con il rosa shocking  dei vestiti che si rifletteva anche nella scenografia.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...