Eurovision Rewind-Gli anni d’oro/4: 1973


Anno 1973, edizione di grandi canzoni. Il Granducato del Lussemburgo padrone di casa centra una operazione sino ad allora riuscita soltanto alla Spagna, ovvero vincere il trofeo per due volte di fila e vincerlo una volta in casa. Ci riesce grazie ad una delle canzoni migliori che siano mai passate in concorso ovvero “Tu te reconnaitras“, interpretata dalla francese Anne Marie David (qui c’è anche la versione italiana “Non si vive di paura“)

L’Italia  resta delusa, perchè “Chi sarà con te” di Massimo Ranieri giunge appena tredicesima, ma il podio è davvero importante. Dal palco lussemburghese, si consacrano infatti gi spagnoli  Mocedades, con “Eres tu”, una delle canzoni eurovisive e più famose di sempre, che toccherà il primo posto cinque paesi (compresi Messico, Panama ed El Salvador) e la top 5 in altri 7. Il gruppo con questo risultato si consacrerà come una delle ensemble vocali più famose nel mondo ed è tuttora in attività con due diverse formazioni (Mocedades e El Consorcio).

httpv://www.youtube.com/watch?v=ltkPaUBlXnQ

La canzone – uno dei testi più romantici e poetici della storia del concorso –  è tuttavia a lungo a rischio squalifica perchè nella melodia somiglia (eufemismo) a “Brez Besed” di di Berta Ambroz (1966), ma l’Ebu decide di chiudere un occhio. Terzo Cliff Richard  per il Regno Unito con “Power to our all friends” che si conferma uno degli artisti migliori e più eurovisivi del tempo: per lui due partecipazioni e altrettanti podi.

httpv://www.youtube.com/watch?v=VbG60n3OsJ0

Si segnala il debutto di classe di Israele dopo una gestazione durata un anno: “Ey sham” di Ilanit è ottima e meritatamente quarta, ma soprattutto non succede niente a livello di ordine pubblico: l’Ebu aveva previsto speciali misure di sicurezza in sala temendo nuovi attacchi contro la delegazione israeliana: solo l’estate precedente durante i Giochi Olimpici di Monaco di Baviera, i terroristi palestinesi di “Settembre nero” avevano preso in ostaggio e poi ucciso undici fra tecnici ed atleti del paese mediorientale. Per chi volesse rivedersi la rassegna per intero, basta cliccare su questo link.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...