L’Eurovision interattivo della NDR in gara al Prix Italia 2012


Venerdì sera si parlerà in qualche modo di Eurovision Song Contest sulle reti Rai. Il motivo è molto semplice: il sito dedicato all’Eurovision Song Contest della tv tedesca NDR (la branca nordista di ARD) è stato infatti candidato al Prix Italia 2012 nella categoria “Sito interattivo legato ad un programma radiofonico o televisivo“. Il Prix Italia è una manifestazione organizzata da Rai World (ex Rai International) che vuole premiare i migliori prodotti di radio, televisione e nuovi media di 48 paesi da tutto il mondo. Saranno complessivamente 90 le produzioni in concorso nei varii settori.

Nel dettaglio, ad essere candidata è una produzione interattiva di Eurovision.de, ovvero “Social Viewing at Eurovision Song Contest”, che nel corso delle giornate eurovisive era raggiungibile al sito baku.soviet.de.  In pratica si trattava di una video-chat eurovisiva nella quale l’ospite in studio veniva intervistato sulla base dei feedback che da twitter, facebook o direttamente, arrivavano sull’ I-Pad della conduttrice Sandra Hoffman, che poi le girava all’ospite di turno. “L’aspetto innovativo di questa soluzione – dice la NRD – consiste nel presentare contenuti televisivi fortemente integrati con i social media. Gli spettatori non sono solo consumatori ma possono anche partecipare a questo nuovo tipo di programma televisivo“. Il programma è questo qui sotto.

httpv://www.youtube.com/watch?v=eaZPz3t4co4

Il social-programma eurovisivo dovrà vedersela con Ketnet.be (VRT, Belgio, per la comprensione dei media da parte dei bambini); Un monde à célébrer- 75 ans d’émotions (CNC/SRC; Canada, per i 75 anni della tv pubblica); Our art (DR, Danimarca, per la divulgazione dell’arte); Mission printemps (Arte France, Francia, Ricerca scientifica interattiva sul cambiamento climatico); Wer rettet Dina Foxx (ZDF, Germania, Giallo interattivo il cui colpevole è scoperto dagli utenti web); Melevisione (Rai, educational per bambini), Nederland van boven (NPO, Olanda, le bellezze olandesi viste dall’alto); Hurtigruten mniute by minute (NRK, Norvegia, una crociera ripresa live); Radia Wolnosci (PR, radio polacca: i messaggi delle radio libere prima della caduta del muro); De l’agneau au gigot (SSR/SRG, Svizzera, documentario sulla macellazione delle carni), The Voice UK live (BBC, Regno Unito, la piattoforma interattiva del talent show The Voice). Chi volesse approfondire, può andare in questo link. A votare il programma sarà una giuria di esperti selezionati per ciascuna categoria, fra le varie tv.

QUANDO SI SVOLGERA’ L’EVENTO E COME SEGUIRLO – Il Prix Italia numero 64, in varie location a Torino fra il 16 ed il 21 di questo mese. Il premio sarà assegnato venerdì 21 e sarà possibile seguire una sintesi dell’evento domenica 23 in seconda serata su Rai 1.  Nel corso della rassegna, servizi sul Prix Italia a Unomattina su Rai1, a Italia sul 2 su Rai2 e nel Tg2 delle 13.00, oltre a una striscia quotidiana curata dalla Tgr Piemonte in onda su Rai3 domenica 16 settembre alle 17.40 e da lunedì 17 a venerdì 21 settembre alle 14.50. La striscia quotidiana è trasmessa in tutto il mondo sulle frequenze di Rai Italia.  Rainews segue la settimana del Prix Italia con un inviato a Torino. Radio1 dedica al Prix Italia una striscia quotidiana su Start up, oltre ai servizi previsti nel Giornale Radio Rai del mattino e all’interno di Radio Anch’io. Dedicate alla rassegna anche alcune puntate di Fahrenheit su Radio3.

La manifestazione è ricca di eventi, qualcuno anche ad ingresso libero. Fra questi merita un cenno il  confronto sul rapporto tra istruzione e servizio pubblico tra il ministro dell’Istruzione FrancescoProfumo e Jean-Paul Philippot, presidente dell’Ebu, in programma domenica 16 dopo la lectio magistralis del ministor dell’Interno Anna Maria Cancellieri e il concerto di apertura (diretta su Rai 5 e Radio 3). Chi fosse dalle parti di Torino può dare un’occhiata al programma.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

2 Risposte

  1. Ang ha detto:

    Metterete poi dei video relativi alla premiazione di questo sito?

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: