Le stelle eurovisive tedesche cantano per i bambini. Quelle portoghesi…


Una bella iniziativa arriva in questi giorni dalla Germania e coinvolge una bella fetta del proscenio eurovisivo recente. Si chiama “Giraffenaffen”  ed è una compilation che comprende storiche canzoni tedesche per l’infanzia rielaborate in chiave moderna. Ad interpretarle, un gruppo giovani cantanti tedeschi attualmente sulla cresta dell’onda. Ciascuno di loro ha scelto ed eseguito la canzone che meglio rappresentava la propria infanzia. Il tutto ovviamente ha uno scopo benefico perchè il ricavato del disco va all’associazione “Die Arche”, che da anni in Germania si occupa di combattere il lavoro minorile e di tenere i bambini lontani dalla strada e rimetterli al centro della società, offrendo anche pasti caldi, eventi sportivi e ludici e tanta attenzione.

Artisti uniti dall’amore per i bambini. Fra questi, diverse stelle eurovisive: Lena Meyer Landrut, vincitrice nel 2010 con “Satellite” e decima nel 2011 con “Taken by a stranger”, Roman Lob, ottavo nell’ultima edizione con “Standing still”, Roger Cicero, 19. nel 2007 con “Frauen Regier’n die welt”, che ha riproposto la canzone scelta secondo lo stile swing che gli è proprio e Max Mutke, ottavo nel 2004 con “Can’t wait until tomorrow”. Oltre a Thomas D, componente del gruppo hop hop “Die Fantastischen Vier” e responsabile della selezione tedesca per l’Eurovision 2012, dalla quale è uscito Roman Lob (e con ogni probabilità confermato per il 2013).

All’iniziativa partecipano – fra  gli altri – anche  nomi emergenti come The BossHoss, campioni di vendite e giudici del talent show The Voice in versione tedesca, Annett Louisan e i Culcha Candela. E tanti altri. Qui sotto, trovate un video promozionale con protagonista Lena, Roman Lob e gli altri e qui uno stralcio della canzone che interpreta Lena.

httpv://www.youtube.com/watch?v=WqxAB3H2BmM

LUCIANA ABREU (2B) “IMITATRICE – Dal Portogallo arriva invece una notizia che coinvolge Luciana Abreu, nata con PopIdol e poi arrivata al grande pubblico grazie alla partecipazione eurovisiva nel 2005 nel duo 2B con “Amar”, diciassettesima in semifinale. Ebbene, dopo due anni di silenzio, dovuti alla maternità, è tornata in pista cimentandosi come imitatrice nel programma “A tua cara nao me è estranha”, che è la versione portoghese di quello che da noi è “Tale e quale show” e che è trasmesso dall’emittente privata TVI. Per lei grande successo, sia nell’interpretazione di cantanti uomini che donne. Qui la trovate nella sua versione di Rihanna e per restare in chiave eurovisiva, qui c’è la sua versione di Dulce Pontes, che all’Esc approdò nel 1991 e qui Celine Dion, che vinse in quota Svizzera nel 1988.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...