La Macedonia dice sì. Il punto della situazione


L’ultima notizia in ordine di tempo è il sì della tv macedone alla partecipazione eurovisiva. Si allarga dunque il quadro delle presenze per Malmo anche se la situazione non è ancora del tutto chiara. A tutt’oggi, con il ritiro sicuro di Polonia e Portogallo e il ritorno dell’Armenia, restano in forse ancora le partecipazioni di tre paesi. Questa la situazione attuale.

PARTECIPAZIONI CONFERMATE: 37

Albania, Austria, Azerbaigian, Belgio, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Italia, Lettonia, Lituania, Macedonia, Malta, Moldavia, Montenegro, Norvegia, Paesi Bassi, Regno Unito, Romania, San Marino, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ucraina, Ungheria

PARTECIPAZIONI DA DEFINIRE: 3

Cipro, Slovacchia, Slovenia

RITIRI SICURI: 2

Polonia, Portogallo

CIPRO: La tv è alla disperata ricerca di sponsor per poter garantire la partecipazione alla manifestazione e dunque ancora non si è iscritta (la deadline scade il 15 dicembre). C’è stato, confermato dallo stesso artista, un contatto con Giorgios Papadopulos per farsi rappresentare a Malmo, ma per adesso l’ago della bilancia pende dalla parte della non iscrizione.

SLOVACCHIA: Come al solito, la Slovacchia attenderà l’ultimo secondo per dire la propria. Alcuni siti slovacchi ed ungheresi danno per certo il ritiro, ma al contempo invece, sembra ci si stia muovendo per convincere Celeste Buckingham, la 17enne stella del pop slovacco, fresca vincitrice di PopIdol e la sua casa discografica, la Emi ad accettare il progetto (e pagarselo, ovviamente).

SLOVENIA: I pessimi risultati ed i pochi soldi in cassa stanno facendo riflettere SLO RTV, che dovrà sborsare 60mila euro come tassa di iscrizione. Da Lubiana fanno sapere che se ne riparlerà a stretto giro, quando sarà presa una decisione in merito.

LE ULTIME DAI PAESI – La Germania ha già annunciato che farà una finale in atto unico,il 14 febbraio, con un numero di canzoni variabili da 8 a 12, con canzoni in anteprima di 7 giorni alla radio. Selezioni interne per Francia e Spagna, ma mentre in Spagna ancora si è ben lontani dall’avere un’idea, in Francia il meccanismo è già in moto: è stato contattato Fabrice Mauss, esponente della nuova scena pop francese. In Svezia, è stato completato il cast del Melodifestivalen: fra i presenti Amanda Fondell, 18 anni, l’ultima vincitrice di Swedish Idol e già leader delle charts con l’album e il singolo “All this way”, ma anche Yohio, il 16 enne  che è salito alle cronache per il fatto che canta J-Pop in giapponese (ma da poco anche in inglese) abbigliato e truccato alla maniera della Visual Key nipponica (in pratica sembra una ragazza, lo trovate in questo link). Saranno tre le canzoni che la Sony proporrà domenica 16 dicembre alla radio belga per scegliere quale delle tre canterà Roberto Bellarosa; mentre in Croazia torna la Dora, il concorso di selezione, riservato esclusivamente alla musica etnica (la cosiddetta klapa”). Selezione interna in Serbia: dopo il no di Marija Serifovic, vincitrice nel 2007, attenzioni centrate su Emina Jahovic, seconda alle selezioni 2010 e su Natasha Bekvalac, uno dei nomi di punta del pop serbo. In via di definizione il cast delle selezioni ungheresi: contattati alcuni big della classifica come Veca Janiczak, seconda ad X factor e Linda Kiraly, cantautrice e pianista raffinata di formazione statunitense. Ancora tutto da definire nel Regno Unito, che dopo aver incassato il no di Sophie Ellis Bextor, potrebbe tornare al concorso di selezione. Circola il nome di Rylan Clarke, 24 anni, presente all’ultimo X Factor, ma non è chiaro se possa essere uno dei candidati alla selezione o se sia soltanto una “sponsorizzazione”.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

5 Risposte

  1. dj GCE ha detto:

    Secondo ESC Today, la Grecia potrebbe ritirarsi, e la dichiarazione viene da un alto membro della ERT.

  2. Ranma25783 ha detto:

    la Serbia ha deciso di fare a marzo una nf di 2 serate

  3. ISRAEL4EVER ha detto:

    anche la Romania adesso e’ confermata dalla tv romena, wow il televoto italiano e’ salvo, ma anche gli immigrati macedoni non scherzano

  4. ISRAEL4EVER ha detto:

    Anche la Bosnia e’ a rischio, si mormora che deve ancora pagare i soldini per l’edizione 2012, la Spagna non ha ancora confermato ufficialmente che sara’ a Malmoe.

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: