Valentina Monetta, il suo percorso musicale in album


monetta_album

Dopo l’esperienza all’Eurovision Song Contest 2013 Valentina Monetta non si ferma.

È stata pubblicata infatti la raccolta La Storia di Valentina Monetta, un titolo scelto non a caso, visto che si tratta di un mix dei suoi precedenti lavori e che mette in mostra la sorprendente anima jazz dell’artista sammarinese.

All’interno della tracklist troviamo cinque brani dal primo disco di Valentina Il mio gioco preferito (2011), fra cui il singolo che ce l’aveva fatta conoscere, Una giornata bellissima.

Non mancano ovviamente le due entry con cui ha rappresentato San Marino nella rassegna europea, The social network song (in doppia versione, live e l’originale Facebook Uh oh oh) e Crisalide (Vola) (presente ben otto volte fra remix, versioni in inglese, jazz e dance fra le tante).

Arricchiscono il lavoro altri due brani, una cover live dello standard jazz My funny ValentineI’ll follow the sunshine (presente nell’EP uscito a seguito della designazione per l’Eurovision 2012).

L’album, disponibile su iTunes e Spotify, è prodotto dalla Jupiter Records di Ralph Siegel, il produttore strettamente legato alla Monetta (e all’Eurovision) che molto probabilmente si occuperà per il terzo anno consecutivo della partecipazione di Valentina nella manifestazione musicale europea.

Nello speciale andato in onda qualche giorno fa nella trasmissione Serenissima di SMtvSan Marino, oltre a parlare dell’esperienza di Valentina Monetta a Malmö, c’è stato modo di carpire qualche indizio sull’avventura del prossimo anno della Repubblica del Titano in terra danese. I punti interrogativi sono tanti ma le possibilità che l’artista sventoli ancora una volta la bandiera bianco-celeste sono concrete.

A cavallo fra la fine del 2013 e l’inizio del 2014 è prevista l’uscita di un nuovo album della Monetta, questa volta di inediti (fra i quali il brano che canterà in Danimarca?).


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

22 Risposte

  1. Ludo ha detto:

    Da parte mia non ci sono assolutamente pregiudizi per chi fa Sanremo o meno. The social network song è stata presentata male, i coristi erano semplicemente ridicoli e la cantante non adatta a Valentina. Lei è stata perfetta, ma se l’avesse cantata una 16enne con un gruppo di giovani coristi forse avrebbe reso di più. Purtroppo sappiamo tutti che Valentina è stata reclutata come “tappabuco” e quindi non è colpa sua. Io sono stato felicissimo quando è stata riscelta quest’anno e la sua Crisalide mi piace tantissimo. Purtroppo live non ha reso… non so ma mancava qualcosa o era troppo all’inizio della gara, non so… e cmq se avesse rappresentato l’Italia non avrebbe vinto lo stesso!
    L’amore è femmina è una canzone tipica della Zilli che ricordo non è dal 2012 che fa questo genere… è stata presentata bene, semplice, 3 bravi coristi…e poi non era data fra i favoriti così… per niente… poi il risultato è stato diverso ma si sa, è una gara…
    E per la cronaca, io vorrei che il rappresentante italiano non venisse scelto da Sanremo ma direttamente dalla Rai. Questo per permettere all’artista di concentrarsi per l’ESC e non per il tour e di avere tutto l’interesse a fare pubblicità all’ESC perché ovviamente ci partecipa. Per me ci può andare Malika Ayane o Simona Molinari oppure i più famosi Negramaro o Amoroso… non ho pregiudizi io!

  2. Augustalive ha detto:

    Pregiudizi e pecoronismo sono i due binari su cui scorrono e opinioni della maggior parte delle persone. Basta che una canzone arrivi d un cntante che ha fatto Sanremo che allora deve essere per forza bella, viceversa se arriva da un piccolo stato come San Marino allora quasi sicuramente è da criticare. Due pesi e due misure. L’amore è femmina è una canzoncina senza alcuno spessore letterario, costruita su una melodia scopiazzata da mille altre, unico merito: è stata la canzone dell’italia.
    Insisto nello spezzare lance a favore di Socialnetwork song, oggetto di critiche esagerate ed immotivate. Valentina ha interpretato con buona personalità una canzone melodicamente molto originale rispetto alla maggior parte delle proposte Eurovisive e con un testo divertente, unico demerito: è stata la canzone di San Marino. Non è questione di gusti ma di mancanza di obiettività. Poi quest’anno Valentina se ne è uscita con Crisalide, una canzone in italiano talmente bella rispetto alle altre in gara da azzittire tutte le critiche dell’anno precedente, se fosse stata la proposta italiana avrebbe stravinto, invece essendo San Marino sappiamo come è andata. A mio parere è una vergognosa ingiustizia, così pure il fatto che le radio italiane importanti a quanto pare non la stiano trasmettendo.
    Non ho nulla contro i cantanti italiani, ho riportato quanto sopra solo a scopo di esempio, amo la musica italiana che più spesso in passato ci ha regalato delle vere meraviglie e proprio perchè amo la musica italiana ritengo che San Marino abbia tutto il diritto di vedere valutate le proprie canzoni con giusto merito artistico e senza pregiudizi.
    Forza Valentina, facci ancora sognare, una parte dell’Italia è con te.

  3. Ludo ha detto:

    Oddio… adesso dire che “L’amore è femmina” è peggiore de “The social network song”… ok che è questione di gusti.. però… suvvia…!

  4. Franck ha detto:

    Ringrazio questo blog per darci costantement notizie interessanti sugli artisti di lingua italiana o sui rappresentanti di questi paesi dove si parla italiano, perche non saranno gli altri siti web in altre lingue che cele daranno ! Bravi voi !

    Questo detto, mi domando se sia una buon’idea mandare un’altra volta la monetta per San Marino. mi piacerebbe conoscere anche altri artisti.Se io fossi della delegazione sanmarinese, darei il posto ad un altro artiste, e domanderei a la Monetta di tornare all’Eurovisione piu tardi, forse tra due o tre anni. Perche no ? E Valentina potra di certo mostrarci la sua evoluzione musicale, quello che e dificilissimo da fare in un solo anno, anche se ci ha mostrato a tutti noi che lei e capace di cantare diversamente in pochissimo tempo.

    Magari Valentina dovrebbe provare a fare San Remo l’anno prossimo ! Non penso affatto che sia una cattiva idea per la sua carriera.

  5. Augustalive ha detto:

    intanto è l’ora di finirla con le critiche reltive alla socialnetwork song, sia quest’anno che l’anno scorso sono arrivate in finale moltissime canzoni non certo di foggia tanto più eccelsa, e ci metto pure l’Italia dell’anno scorso, oggettivamente non certo un capolavoro se ci si concede di non essere campanilisti per forza. E poi con questo Jazz, non Jazz che importanza ha? Chi ha detto che chi canta su ritmiche swing debba avere per forza dei meriti o demeriti speciali, esistono bravi cantanti che possono interpretare differenti stili musicali on eguale classe, Valentina è una di queste, personalmente spero di rivederla in Eurovision 2014 e che magari le giurie “di qualità” ci stupiscano per correttezza e qualità

  6. Franco ha detto:

    Gli articoli su Valentina non saranno mai troppi. Come si fa a non volerle bene? ;)

  7. Bozzy ha detto:

    Personalmente sono assolutamente a favore di questi articoli perchè è proprio queste notizie che mi aspetto di trovare quando mi collego al blog. Cioè non mi sembra così strano parlare degli artisti di lingua italiana in gara all’ESC

    • Storm75 ha detto:

      Idem, questo è un blog che parla di ESC e di tutto quello che gira intorno ai partecipanti dei vari stati, quindi è normalissimo che si parli di Valentina! Non capisco le accuse di Chupa e di Yu84

  8. Yu84 ha detto:

    Scusate ma io non darei tutti i torti a Chupa, quantomeno per un semplice fatto, anche io sinceramente trovo ke la presenza della Monetta nei vostri articoli e nel vostro blog sia un tantino inflazionata, per carità, è giustissimo parlarne in qualità di artista rappresentante da 3 anni a questa parte San Marino, però forse un po’ troppo. Anche xkè, con tutto il rispetto per la Monetta, quì in italia se la filano poco, e anche in Europa aggiungerei. Ma a prescindere dai risultati ottenuti all’ESC o dalle sue qualità canore e di artista, scriverne così tanto forse ankio lo trovo un tantino eccessivo, voglio dire, non stiamo parlando di Madonna. Il dovere di cronaca si, ma pare ke da quando san marino abbia rischierato la Monetta x l’anno prossimo nn si parli d’altro, un tantino esagerato, ma ripeto, è un mio personalissimo pensiero, condivisibile o meno, è solo un’impressione. C’è molto altro di cui parlare, anche di più interessante

    • Cristian Scarpone ha detto:

      Una cosa non vi è davvero chiara, e mi sembra palese. Questo sito (e la fanpage) si occupa allo stesso tempo di Italia, San Marino (e Svizzera). Per noi quindi è più che normale parlare di tutto ciò che ruota attorno a questi paesi. La Svizzera, in caso di designazione di un artista italiano, avrebbe la stessa copertura. Perché il sito è nato con la volontà di dare attenzione ai paesi di lingua italiana legati all’Eurovision.

      Se la presenza della Monetta è inflazionata, quella di Mengoni in questi mesi cos’è stata? Da quando è terminato l’Eurovision, abbiamo dedicato questi post alla Monetta:

      – La riconferma di San Marino per il 2014 e la proposta di Romeo di farla tornare: impossibile non parlarne, tra l’altro siamo stati i primi in assoluto a riportare le dichiarazioni fatte a San Marino Oggi, dopo di che TUTTI e dico TUTTI i siti legati all’Eurovision ne hanno scritto riprendendo il nostro articolo.

      – Questa raccolta dei precedenti lavori: ci sembrava opportuno parlarne visto che era un modo anche per parlare del 2014 dopo la partecipazione a “Serenissima”.

      Se poi a voi la Monetta non piace, vi irrita ecc. è un altro conto ma ripeto: questo sito nasce con la volontà di dare ampia copertura a ITALIA, SAN MARINO e SVIZZERA (in caso di artista italiano). D’altronde basta leggere sotto l’header del sito, ci sono tre sezioni: Eurovision Italia News, Eurovision San Marino News, Eurovision Svizzera News.

      Tra l’altro se la Monetta è da due anni la rappresentante della Repubblica e al 99,9% lo sarà anche l’anno prossimo, è OVVIO che se ne parli. Se non ne parliamo noi che ci occupiamo di Eurovision chi deve parlarne?

      Se un articolo sulla Monetta non vi interessa, andate avanti, evitate di aprire la pagina, ne scriviamo tantissimi di articoli e fidatevi, in quanto a statistiche, i post riservati alla Monetta sono una miseria.

    • Euromusica ha detto:

      Cosa c’è “di più interessante” di cui parlare in un blog che si occupa di Eurovision in chiave italiana degli artisti di lingua italiana? Spiegacelo, su… Dovremmo parlare per esempio dell’ultimo disco del rappresentante armeno del 2008?

    • Stefano ha detto:

      Mi spiace Yu84, ma non capisco nè te nè Chupa.. San Marino e Svizzera sono praticamente i nostri “vicini di casa” in lingua italiana, non vedo perchè non se ne dovrebbe parlare. A me fa piacere leggere di questi articoli e spero ce ne saranno anche altri. Ad oggi il lavoro dei ragazzi di Eurofestival NEWS mi sembra quasi impeccabile, non capisco proprio questo accanimento, che sembra quasi interessato.. boh.
      Concordo pienamente con Bozzy cmq ;)

    • Laura ha detto:

      Certo che giudicare la Monetta solo per una canzone, trascurando tutte le altre, dimostra l’intelligenza di certe persone. E non aggiungo altro, leggere certi commenti verso di lei mi rattrista innanzitutto come donna, a cui va tutta la mia solidarietà.. Forza Valentina, ti voglio pronta e carica per il 2014! (alla faccia dei vari detrattori) :-)

  9. Cristian Scarpone ha detto:

    Ma poi, insomma, basta cercare su iTunes l’album “Il mio gioco preferito”. E’ datato 2011 (prima dell’esperienza all’Eurovision quindi) Ed è jazz. Tutto qui. Non penso che un’artista faccia un album jazz perché ha deciso così, da un giorno all’altro. Ci vogliono gli studi, un approccio diverso rispetto al pop.

    Ripeto, Chupa, vai ad ascoltare su Spotify le canzoni tratte da quell’album (o le versioni live), vedrai che scoprirai anche tu “l’anima jazz” della Monetta, ci vuole poco! :D

  10. Chupa ha detto:

    Dite quel che volete, ma The Social Network Song resta una roba inascoltabile nonostante lei l’abbia “accettata in corsa”. Ed anzi, io non l’avrei mai fatto onde evitare di essere ricordata per quella canzone invece che per il mio passato jazz (che voi asserite lei abbia)…
    Cristian, nulla da eccepire sulle tue qualità di blogger (vi leggo sempre e mi piacete), qualche perplessità sull’anima jazz invece permettetemi di averla

    • aLeX P ha detto:

      Ma sui gusti musicali nessuno discute Chupa.. che quel pezzo non ti possa piacere va benissimo, ma da qui a dire che parliamo fin troppo della Monetta, ce ne passa.. (e non stiamo poi parlando di The Social Network Song ma di altro) ;)

    • Euromusica ha detto:

      noi non “asseriamo”. Noi raccontiamo i fatti, sei tu che commenti senza sapere le cose. Vatti a trovare su youtube le cose della Monetta pre eurovision. Cerca i My Funky valentine, cerca “Una giornata bellissima”, cerca il Riccione Jazz Quartet. prima di criticare il nostro lavoro, di darci delle persone che “asseriscono”, come se scrivessimo così per sentito dire, senza documentarci.

  11. Cristian Scarpone ha detto:

    Avete già scritto tutto voi ragazzi. Da autore dell’articolo mi sento di aggiungere che, dopo aver ascoltato le anteprime di questa raccolta, sono rimasto parecchio colpito dai brani presenti nel primo album “Il mio gioco preferito” che ci mostrano a tutti gli effetti l’anima jazz di Valentina e che… viste le due canzoni con cui ha partecipato all’Eurovision… è davvero sorprendente :D Consiglio anche a Chupa di ascoltare almeno le anteprime, qualcosa di valido a mio parere c’è. ;)

  12. Gecko ha detto:

    Lo scorso anno non mi era piaciuta per niente la scelta di “The Social netrwork Song”, quest’anno invece Crisalide (Vola) mi è piaciuta molto di più.
    Mi è piaciuto che abbia cantato in italiano, la canzone era un po’ datata, ma è un genere che piace al pubblico dell’ESC e ha permesso a Valentina di far sentire la sua bellissima voce che era sprecata nella canzone dell’anno prima.
    L’unica sfortuna di San Marino è che pochi in Europa conoscono questo stato e questo lo penalizza in partenza, ma raccoglie sempre più punti di anno in anno. magari l’anno prossimo è la volta buona che si qualifica!

    p.s. non mi sembra così strano che un sito dedicato prevalentemente alle partecipazioni italiane e di San Marino parli molto di Valentina Monetta.
    se non lo fate voi chi dovrebbe farlo? ;)

  13. Chupa ha detto:

    E’ quasi irritante la frequenza con cui su questo sito vi occupate della sconosciuta di San Marino. E basta però… Se una che ha fatto The Social Network Song ha una “sorpendente anima jazz” allora ce l’ha pure il Pulcino Pio!

    • aLeX P ha detto:

      Abbiamo sempre dato risalto a tutte le notizie che riguardano in primis i rappresentanti italiani, poi quelli di San Marino e della vicina Svizzera, come facciamo da quando siamo nati, non ci vediamo nulla di strano.

    • Euromusica ha detto:

      L’irritante sei tu, Chupa. Conosci il percorso artistico della Monetta? Secondo me no. Altrimenti sapresti che canta jazz in giro per l’Italia da 15 anni, che ha fatto un intero album jazz prima dell’Eurovision (“Il mio gioco preferito”, cercalo su ITunes) e che “Facebook uh oh oh” (o The Social netrwork Song) lo ha accettato in corsa, sostituendo un’altra artista, accettando la proposta della tv di San Marino. E perchè mai dovremmo occuparci solo dei cantanti conosciuti? Che senso avrebbe allora un sito sull’Eurovision? Invece il senso è proprio parlare di artisti che non fanno parte del nostro mainstream e far conoscere la loro musica. E poi il tuo paragone col Pulcino Pio davvero non ha senso

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: