Grecia, nasce NERIT, la nuova televisione pubblica


ERTSchiarite sul fronte della tv nazionale greca. Ieri sera è di fatto nata NERIT (New Hellenic Radio, Internet and Television), la nuova televisione pubblica greca. La tv erede di ERT, chiusa d’ufficio lo scorso giugno per decreto ha avuto l’ok  da parte del Parlamento greco, con i voti dei 155 deputati di maggioranza (su 300) e dunque di fatto il progetto per una nuova televisione prende ufficialmente il via.

Struttura più snella, un capitale sociale iniziale di 5 milioni di euro e situazioni ancora da definire, anche se sarà di nuovo un ente pubblico. L’impegno del Governo, dopo il licenziamento dei 2656 dipendenti di ERT è di riprenderne circa 2000 con contratti a breve termine e già lunedì si dovrebbe avere un primo annuncio relativamente a 580 contratti a termine della durata di due mesi.

Dopo le critiche relative allo stretto legame fra politica e tv (e le critiche proprio su questo fronte dell’opposizione, che aveva giudicato la chiusura di ERT un attacco alla democrazia) l’impegno del governo, secondo quanto ha dichiarato il vice ministro alla cultura Pantelis Kapsis è quello di mettere in piedi un servizio pubblico finalmente libero dai vincoli di partito: la nuova normativa prevede infatti che il Governo nomini un consiglio di sorveglianza i cui membri saranno incaricati di scegliere i componenti del consiglio di amministrazione del nuovo ente, che resteranno in carica per un solo anno.

Ancora da definire i tempi del debutto televisivo di NERIT. Nota a margine: a gestire la costituzione del nuovo soggetto televisivo pubblico è stato designato proprio il vice ministro Kapsis, ex direttore generale della Lambrakis Press, che detiene il 22% di Mega TV, il principale network privato ellenico. Una situazione, anche questa, che non sta mancando di infiammare il Parlamento greco.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

Commenta questa notizia...