Malta in cammino verso l’ESC 2014: c’è l’Italia in giuria


TVMI primi mesi di ogni anno coincidono con il momento più caldo per quanto riguarda la selezione dei brani dell’Eurovision Song Contest. E’ il caso di fare il punto sulla selezione di Malta (avevamo annunciato qui i partecipanti, svelandovi anche qualche curiosità) che, dopo l’ottimo ottavo posto conquistato dal giovane dottore prestato alla musica, Gianluca Bezzina, e la vittoria centrata all’ultimo Junior Eurovision Song Contest (la cui vincitrice Gaia Cauchi è prevista come ospite in finale), ci tiene ad inviare qualcuno che possa mantenere i brillanti risultati musicali dell’ultimo anno. La rete pubblica maltese, PBS, si appresta a lanciare il Malta Eurovision Song Contest 2014 con due serate previste il 7 e l’8 febbraio, in diretta come di consueto dal Malta Fairs and Convention Centre da Ta’ Qali, i cui biglietti sono già in vendita da pochi giorni.

Sul sito ufficiale, sono disponibili video, biografie, foto e curiosità sui 20 candidati in doppia lingua (maltese ed inglese) e sono in corso di programmazione sui due canali della PBS nonché sulle radio locali le canzoni in gara, garantendo un identico numero di passaggi ad ognuna. Le canzoni sono pubbliche ormai dal 29 novembre, dopo il passaggio televisivo nello show Xarabank.

Il format prevede una semifinale (un sorteggio ha già stabilito che sarà aperta da Amber e chiusa da Corazon) dove le canzoni da 20 verranno ridotte a 14 mediante una combinazione di punti decisa da 6 giurati, ancora da definire, più una settima “giuria” costituita dal pubblico televotante. Analogo meccanismo di voto sarà impiegato per la serata finale.   Anche quest’anno, come già successo in passato, l’Italia sarà in giuria: da quelle parti sono già passati Riccardo Cocciante e il direttore d’orchestra Leonardo De Amicis, il capodelegazione azzurro Nicola Caligiore e Alessandro Ragni, che ha collaborato in questi anni alle scelte italiane. Quest’anno sarà di nuovo Nicola Caligiore a rappresentare la Rai.

Fra i cantanti in gara troviamo un mix di volti noti per i fan dell’Eurovision e poche nuove proposte. Tutti porteranno pezzi in lingua inglese. Analizziamo le candidature più interessanti con uno sguardo particolare sui potenziali favoriti. Tra coloro che hanno ha già calcato il palco dell’Eurovision troviamo il redivivo Fabrizio Faniello, unico in gara della famiglia Faniello vista l’assenza della sorella, con all’attivo ben 10 partecipazioni al festival locale dal 1998 ad oggi e due vittorie nel 2001 e nel 2006. Per questa edizione abbandonerà il suo tradizionale genere pop-dance per proporre una classica e semplice ballad che, al momento, non ha riscosso grossi entusiasmi almeno sul web, forse perché non particolarmente originale. Anche Miriam Christine ha avuto l’onore di rappresentare Malta durante l’Eurovision del 1996 (concludendolo al 10° posto, la trovate nel link in alto): le sue speranze di calcare nuovamente il prestigioso palco internazionale sono affidate ad una delicata ballad intitolata Safe.

Altra presenza ricorrente delle preselezioni maltesi è Jessika (alias Jessica Muscat), che presenterà probabilmente il brano migliore del suo repertorio, dal titolo Hypnotica. Si tratta di una canzone dance che, a tratti, richiama le sonorità e lo stile di Euphoria, il pezzo con cui Loreen per la Svezia vinse due anni fa. Anche la messa in scena dovrebbe richiamare quelle atmosfere. Il riscontro che questa canzone ha avuto sul web è importante, giacché il suo video risulta il secondo più ascoltato e quindi, con una performance all’altezza, Jessika potrebbe seriamente candidarsi a vincere per la prima volta dopo quattro finali conquistate.

Se le visualizzazioni su youtube possono essere indicative circa la determinazione dei favoriti, una menzione particolare va alla canzone di una delle poche facce nuove: si tratta di One last ride, altro pezzo dance del giovanissimo Daniel Testa, le cui visualizzazioni hanno doppiato quelle di Jessika. Obiettivamente, se non fosse per il fatto che i giurati nelle ultime finali non hanno mai premiato un pezzo dance, potremmo trarre la conclusione che questa canzone, con una buona messa in scena, sia la candidata numero uno alla vittoria. Daniel in realtà rappresenta un debuttante solo per la categoria degli “adulti”, giacchè egli fu il rappresentante maltese allo Junior Eurovision del 2008 con il brano Junior swing. Altra “bimba” prodigio ora cresciuta è Sophie DeBattista, già in gara allo Jesc del 2006 e promossa tra i grandi già dal 2011, quando non riuscì a centrare la finale. Quest’anno si ripropone con Let the sunshine in, spensierata canzone pop non destinata a fare sfaceli.

Fra i brani più originali spicca quello dei Fire Light, gruppo nato recentemente e composto, fra gli altri, da Richard Edwards e Michelle Mifsud, i quali hanno all’attivo già altri tentativi come solisti nonché in un altro gruppo chiamato The Mics. La loro Coming home spicca per orecchiabilità ed originalità della proposta dal sapore country. Chissà se, in un’annata dove un brano come Wake me up ha dominato le classifiche europee, si rivelerà una scelta furba.

Seconda partecipazione consecutiva dopo il debutto dello scorso anno per Franklin Calleja, che cercherà di conquistare la sua prima finale con una ballad dai toni epici, ma non particolarmente incisiva. Tra le nuove proposte alla primissima partecipazione vi è Ryan Paul Abela, figlio della cantante Georgina che rappresentò Malta nell’edizione italiana del 1991 (con Paul Giordimaina in “Could it be” segnarono il ritorno di Malta dopo 16 anni di assenza), il quale propone una gradevole canzone dalle sonorità discomusic anni ’70, intitolata City Lady. Stando alle voci del web dovrebbe quindi essere una lotta a due tra Jessika e Daniel Testa, ma come sempre le sorprese potrebbero essere dietro l’angolo. Qui sotto, un recap delle canzoni in gara.

4 Risposte

  1. aLeX P ha detto:

    Non mi fanno impazzire per nulla.. ne salvo tre o quattro, ma con grande sforzo :-)

  2. Mich ha detto:

    De Bee è la migliore!!! Anche se la più eurovisiva, a parte quei due aborti di Hypnotica e One last ride, è quella di Raquel

  3. Spino ha detto:

    Qualche cantante che canta in italiano visto l’identità maltese per metà di origine. Italiana?

    • Anto ha detto:

      Quest’anno nessun brano in italiano. Tutti hanno optato per la lingua inglese.
      In effetti una canzone in lingua italiana nella preselezione maltese manca da un po’.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: