San Marino, ecco “Maybe” il brano di Valentina Monetta per l’ESC 2014


Valentina Monetta, atto terzo. Si chiama “Maybe” ed è interamente in inglese il brano che la cantante sammarinese di padre calabrese porterà il prossimi 6 maggio sul palco della B & W Hallerne di Copenaghen all’Eurovision Song Contest in rappresentanza di San Marino. Ieri era circolato in rete un assaggio della canzone  la presentazione è in corso invece in questi minuti presso gli studi di San Marino RTV nel corso di una puntata speciale de “La Serenissima”, rubrica di fatti e persone della Repubblica, condotta per l’occasione dal capodelegazione sammarinese, nonchè programmista-regista della tv, Alessandro Capicchioni.

Si tratta di una ballata firmata ancora una volta da Ralph Siegel, il produttore tedesco motore della partecipazione eurovisiva sammarinese, con il testo scritto, come l’anno scorso, dal musicista e paroliere spezzino Mauro Balestri. Il brano, interamente in lingua inglese, farà parte di “Sensibilità”, il nuovo album di inediti di Valentina Monetta, che uscirà sotto etichetta Jupiter Records (la casa discografica di Siegel) durante l’Eurovision e conterrà ben 19 brani, alcuni dei quali scritti anche dalla stessa artista, come vi avevamo già anticipato. L’album doveva inizialmente uscire a Gennaio, ma poi tutto è slittato in coincidenza di questa presentazione.

Capicchioni Monetta Fabrizio Raggi

Confermato il team di produzione dello scorso anno e dunque anche la direzione artistica del sammarinese Fabrizio Raggi. Il video invece quest’anno è stato girato fra gli studi di San Marino RTV e la spiaggia di Rimini. Quanto alla modalità scelta dalla tv per presentare il tanto atteso brano, c’è da dire che l’operazione è riuscita e l’emittente conferma quanto di buono si possa fare con mezzi economici ristretti: un programma intero dedicato all’Eurovision, ripercorrendo non solo le vincende sammarinesi, ma anche quelle del concorso.

Così c’è stato prima spazio per ripercorrere le recenti edizioni e per capire la percezione di San Marino all’estero e in particolare in Svezia, paese dove l’ESC è una sorta di religione, con la presenza in studio di Daniel Casagrande, giornalista di Radio Capodistria, di Gianmarco Morosini, giornalista di RTV che ha seguito l’evento a Baku e in collegamento skype con Michele Imberti, musicista italiano che vive in Svezia e che nel 2008 presentò una canzone alle selezioni sammarinesi e con Kelly Limonova, l’estone press promoter per San Marino nell’edizione 2013.

Successivamente, si è parlato del concorso, delle possibilità di passaggio del turno di San Marino e delle prospettive future, con la presenza in studio di Emanuele Lombardini, giornalista, co-fondatore di Eurofestival News e autore del libro “Good evening Europe”, dedicato alla rassegna eurovisiva e Andrea Lattanzi, giornalista di San Marino Oggi che ha seguito l’edizione 2013. In collegamento via Skype c’era Eddy Anselmi, giornalista e storico musicale, uno dei massimi esperti dell’evento ESC in Italia mentre è intervenuto telefonicamente Dario Salvatori, giornalista Rai, responsabile dell’archivio storico della nostra tv di stato e critico musicale, che ha parlato del rapporto fra le entries italiane, Sanremo e l’ESC.

Finalmente, nel terzo blocco, la presentazione della canzone, con la presenza in studio di Valentina Monetta e Fabrizio Raggi ed in collegamento Skype di Ralph Siegel e Mauro Balestri. Sono stati proposti dei servizi di approfondimento rispettivamente su come il concorso è cambiato negli anni a cura di Eddy Anselmi, sugli artisti che tre volte di fila, come Valentina Monetta, hanno preso parte all’ESC, a cura di John Kennedy O’Connor, storico ufficiale dell’ESC e spokesperson 2013 di San Marino ed infine sui 40 anni di Eurovision di Ralph Siegel, a cura di Markus Luem, capo ufficio stampa della delegazione sammarinese. Siegel ha poi anche annunciato la fine della sua esperienza eurovisiva, anche se a dire il vero, si tratta di un annuncio da lui fatto più volte nel corso degli anni….

httpv://youtu.be/MtxsY6D5m4M


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

10 Risposte

  1. Andrea B. ha detto:

    Direi no anche ‘sto giro… Magari nel 2015 manderanno qualcun’altro, i cantanti ci sono a S.Marino, eh!

  2. guglielmo ha detto:

    piacevolissima ballata

  3. AlessandroAcq ha detto:

    dai San Marino, sarà per la prossima volta….

  4. NieNie ha detto:

    Si sente odore di naftalina…

  5. israelfurever ha detto:

    ieri sera ho visto la serata, un occasione per vedere eurofans come Imberti, Casagrande e Sanjay, da quello che ho capito questa e’ l’ultima volta che Siegel patrocinera’ SM e da quello che ha detto il presentatore quando ha detto se ne vale veramente la pena partecipare, da quello che ho intuito questa sara’ l’lutima volta che SM partecipera’

  6. Clara rainbow ha detto:

    finalmente una anzone vera, bella e senza età in questa edizione finora deludente. Invece che simuare modernità con della rumenta senza senso, brava Valentina

    • linomar ganz ha detto:

      ……..e poi Valentina suscita sempre tenerezza….forse è meglio ” Forse” la versione in italiano.

  7. Mattia ha detto:

    Io proprio non capisco. Il primo anno quella cosa orribile, il secondo gli hanno fatto cantare un bel pezzo, con un quasi accenno dance e non ha funzionato, quest’anno si sono presentati con questa tedescata che cantata da lei è un ? Cioè cosa rappresenta questo pezzo? Mah… Quando mai s’è vista in Italia funzionare una roba così? Ma farle cantare qualcosa più vicina al suo stile? E vbb…

  8. pointless_nostalgic ha detto:

    vecchiume a palate…schlager senza fine… terribile…

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: