Conchita Wurst in Italia: una Fenice al Padova Pride Village


Dopo avervi raccontato la conferenza stampa con Conchita Wurst, passiamo ora al resoconto più atteso, quello della serata al Padova Pride Village trascorsa in compagnia della voce della vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2014.

Il padiglione 11 di Padova Fiere gremito di gente ha atteso l’arrivo dell’artista. Pubblico caldo e colorato (diversi spettatori indossavano simpaticamente barba e parrucca, altri delle magliette con il volto della cantante), per la maggior parte appartenente alla comunità LGBT, vista la connotazione della kermesse che ha ospitato Conchita, ma anche tanti uomini e donne in coppia e non, di tutte le età, segno che il personaggio cattura l’attenzione di tanti.

conchitapadova3

Con un ritardo di mezz’ora dovuto ai lunghi ringraziamenti dello staff del Padova Pride Village (l’ospitata di Conchita è stato infatti l’evento di chiusura della kermesse durata due mesi) capitanato dall’onorevole di SEL Alessandro Zan, la cantante austriaca è salita sul palco per cantare cinque brani.

Forse ci si aspettava qualche pezzo in più, tuttavia le performance impeccabili non hanno fatto rimpiangere la serata davvero a nessuno. Già dall’ingresso uno scroscio di applausi che si è perpetuato canzone dopo canzone fino all’ultima nota.

Una Conchita più sicura e controllata vocalmente di quanto non avessimo visto già all’Eurovision, ha snocciolato due suoi brani inediti, l’ormai nota Rise like a phoenix e That’s what I am, e tre cover a cui è molto legata: The best di Tina Turner, Unchain my heart di Ray Charles e Everything di Anna Vissi, per un ulteriore pizzico di Eurovision. Questo brano infatti ha rappresentato la Grecia nell’edizione 2006 della manifestazione canora europea.

Presenza scenica e voce imponenti, Conchita sfoggia un’estensione notevole che manda in visibilio il pubblico (e che stupirebbe anche i suoi estimatori più accaniti). I miglioramenti dovuti all’esperienza acquisita palco dopo palco in questi mesi la fanno brillare e… volare come una fenice!

Scambia qualche parola in inglese con il pubblico, feedback difficoltoso come da tradizione italiana con la lingua anglosassone, ma il suo messaggio di uguaglianza, oltre che di gratitudine per tutti gli accorsi, è ben chiaro.

Una “prima volta da ricordare”, ammette Conchita. Un artista che sta dimostrando di avere la stoffa per conquistare il suo spazio nel mondo della musica, dotato di un talento canoro forse non innato, come si evince dalle esibizioni di qualche anno fa, ma coltivato con impegno e volontà di migliorarsi. I risultati, è innegabile, si sentono.

Vi lasciamo con la performance live di Rise like a phoenix. Sul nostro canale YouTube troverete man mano altri contributi video:


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.