Eurovision 2015: l’EBU dice sì a Grecia e Israele


L’EBU ha deciso: Grecia e Israele faranno parte dell’edizione numero 60 dell’Eurovision Song Contest, in programma il 19, 21 e 23 maggio prossimi a Vienna, in Austria. L’ufficialità è arrivata ieri sera nel corso dell’assemblea generale dell’ente nella quale si è anche trattato fra gli altri temi, quello eurovisivo.

Non cambia il numero dei paesi in concorso, che per ora rimane 39 in attesa della lista ufficiale che sarà diramata ad inizio anno solare: i due paesi erano infatti stati inseriti nella lista subjudice, ovvero in attesa della decisione su di loro. Ieri sera dunque è stata di fatto ufficializzata la loro presenza.

Logo Eurovision 2015

Per entrambi, come è noto, erano in ballo questioni similiari riguardanti le rispettive tv: Nerit, il nuovo soggetto pubblico greco, iscritto l’anno scorso in deroga (fu di fatto inaugurato qualche giorno prima della rassegna), era in dubbio per via dei ritardi nella copertura del territorio nazionale, di una iscrizione all’EBU che ritardava e per via del mancato rispetto della promessa indipendenza dal Governo.

Israele invece ha dato il via al processo di riorganizzazione della tv pubblica e di fatto, quando sarà in gara, IBA avrà già chiuso i battenti, rimpiazzata anche in questo caso, come l’anno scorso per la Grecia, da un canale ponte  oppure subito da una nuova tv pubblica se nel frattempo l’organizzazione della stessa sarà già stata completata.

Gli altissimi ascolti che l’evento fa in Grecia (soprattutto in termini di share) e l’enorme popolarità anche nel paese mediorientale, nonostante la clamorosa eliminazione in semifinale dell’anno scorso, hanno sicuramente favorito questa decisione, ma i più contenti, c’è da crederlo, saranno gli eurofan di questi paesi (e  quelli in generale) che non saranno privati di entries solitamente molto apprezzate. Non resta ora che attendere per capire se si riuscirà o meno a fare cifra tonda.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. escfan ha detto:

    Sono molto felice!Eh già…”clamarosa” è proprio la parola giusta per definire l’eliminazione di Israele l’anno scorso… :(

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: