Sanremo 2015, sprazzi di Eurovision in giuria e qualche strana coincidenza


Sprazzi di Eurovision al  Festival di Sanremo. Anche in una conferenza stampa dove non si è parlato del “premio aggiuntivo”, ovvero della partecipazione per il vincitore (o in caso di rifiuto), per un altro artista del Festival alla rassegna europea, la presentazione delle cinque serate sanremesi ha comunque lasciato qua e là piccole tracce eurovisive.

Conferenza Stampa Sanremo 2015

A cominciare da Emma, che è stata l’ultima portabandiera italiana sul palco europeo e affiancherà Conti nella conduzione insieme ad Arisa e all’attrice (conduttrice televisiva e modella) spagnola Rocio Munoz Morales, compagna di Raoul Bova. Anche Arisa, se vogliamo, ha a che fare col mondo eurovisivo, visto che la cantante aveva chiaramente manifestato la volontà di prendervi parte. Poi come è noto, saranno in gara tre ex partecipanti (Lara Fabian, Nina Zilli e Raf), oltre a Marco Masini, che con Raf era sul palco come chitarrista.

Saranno otto i giurati che contribuiranno a scegliere il rappresentante eurovisivo insieme alla giuria demoscopica  (300 persone che voteranno da casa, dai 16 anni in su), al televoto, supportato anche da una “app” per smartphone e ai giornalisti della sala stampa (sotto nel dettaglio le modalità di votazione). Degli otto giurati, due hanno a che fare con l’Eurovision: si tratta di Andrea Mirò (classe 1967), nella giuria eurovisiva italiana 2014 (in finale diede 12 punti  a The Common Linnets, 10 ai Softengine e 8 a Conchita Wurst) e Massimo Bernardini (classe 1955), conduttore di Tv Talk e co-commentatore al fianco di Raffaella Carrà e Bob Sinclar dell’edizione 2011 dell’Eurovision Song Contest su Rai Due. Gli altri giurati saranno:

  • Claudio Cecchetto (classe 1952): produttore discografico e scopritore di talenti (da Sandy Marton agli 883, a cui si aggiungono tantissimi personaggi da lui lanciati, da Jovanotti a Fiorello, passando per Gerry Scotti Amadeus e molti altri), nonché fondatore di radio Deejay e radio Capital, conduttore televisivo (Rai e Mediaset) e disc-jockey (iniziò la sua carriera a Radio Milano International e a Radio 105).
  • Carlo Massarini (classe 1952): giornalista e conduttore televisivo, negli ultimi anni conosciuto per diversi programmi condotti su Rai5.
  • Camila Raznovich (classe 1974): tra i primi e più popolari volti di MTV Italia, attualmente è in onda su Rai3 con il programma Alle falde del Kilimangiaro.
  • Paolo Beldì (classe 1954): come regista, sono sue diverse edizioni di Quelli Che il Calcio (su Rai2), così come lo speciale RockEconomy (lo show di Adriano Celentano dall’Arena di Verona, trasmesso da Canale 5) e lo stesso Sanremo (1999/2000/2006).
  • Giovanni Veronesi (classe 1962): raggiunge il successo come regista con il film Che ne sarà di noi (ma anche Manuale d’amore 1/2/3). Conduce su Radio2 Rai il programma “Non è un paese per giovani” dal lunedì a venerdì dalle 12 alle 13.30.
  • Marino Bartoletti (classe 1949): è un giornalista e conduttore televisivo, noto principalmente per la sua presenza fissa a Quelli che il Calcio (che ha condotto insieme a Fabio Fazio dal 1993 al 2001) e presenza fissa di Rai Sport.

Infine, sprazzi di Eurovision anche nella serata delle cover, in programma giovedì 12: Anna Tatangelo ci proporrà infatti la sua versione di “Dio come ti amo”, di Domenico Modugno, che dopo aver vinto (nella doppia esecuzione con Gigliola Cinquetti) il Festival di Sanremo 1966, rappresentò l’Italia sul palco di Lussemburgo, chiudendo mestamente diciassettesima e ultima a zero punti a pari demerito con Monaco (unico zero della storia italiana). Sarà curioso, in un certo senso, trovare l’artista col peggior posizionamento italiano all’Eurovision Song Contest e la canzone italiana col peggior punteggio assoluto sul palco di Sanremo 2015  (ma non ditelo alla Tatangelo, visto mai sia superstiziosa).

Qualche “strana” coincidenza. Chiudiamo con una nota un po’ di colore: in una edizione che vedrà anche molti giovani (anagraficamente parlando) partecipare a questa edizione del Festival di Sanremo, a giudicarli ci sarà una giuria composta da molti over 60 (e nessun under 40).

Ma a parte questo, quello che colpisce è la scelta di una giuria molto “RAIcentrica”: Carlo Massarini (Rai5); Camila Raznovich (Rai3), Massimo Bernardini (Rai3), Claudio Cecchetto (nella giuria di Ti lascio una Canzone del 2009, una edizione non proprio casuale), Giovanni Veronesi (Radio2 Rai) e Marino Bartoletti (Rai Sport). Speriamo solo che non siano troppo “aziendalisti” nelle loro scelte.


 COME SI VOTA

PRIMA SERATA (martedi 10) – Si esibiscono i primi dieci big, votazione a Giornalisti Sala Stampa (50%) + Televoto + app Sanremo (50%). Alla fine della puntata saranno ufficializzati i primi sei sopra la linea di salvezza e i quattro a rischio. Canteranno ad inizio sera quattro Nuove Proposte che si sfideranno in due coppie a “sfida diretta”. Votazioni con sistema misto, televoto e giuria Sala Stampa. Due passano alla finale della terza serata.

SECONDA SERATA – Esattamente come la prima, coi restanti Big e le restanti Nuove Proposte

TERZA SERATA – Serata cover per i big, che canteranno canzoni celebri della storia della musica italiana o riproporranno alcuni successi dimenticati. Ci sarà una votazione a parte, slegata dal Festival. Canteranno le 4 Nuove proposte rimaste, sempre due contro due, solita votazione. La coppia che vince va in finale.

QUARTA SERATA – Giorno del giudizio per i big. Cantano tutti e 20,  quattro saranno eliminati. Solito sistema di votazione. Si assegna il premio delle nuove proposte con i due finalisti, sottoposti al giudizio di Giornalisti Sala Stampa (50%), Televoto + app (50%).

FINALISSIMA-  I 16 big rimasti saranno sottoposti al voto della giuria di esperti (peserà 30%), della giuria demoscopica (30%) e del televoto + app (40%). Le tre canzoni in testa alla fine delle votazioni saranno sottoposte al televoto per l’assegnazione della vittoria.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. escfan ha detto:

    Oooh di Carlo Massarini mi fido!Sono un ‘appassionata del suo programma Ghiaccio Bollente,lo adoro,vi assicuro che con lui in giuria siamo a cavallo,manderemo un’entry memorabile.Comunique anche Rocio è mooolto eurovisiva,essendo salita sul palco dell’ESC con le sorelle nel 2006 per la Spagna.

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: