Eurovision 2015: la Svizzera ha scelto Melanie Renè con “Time to shine”


Sarà Melanie Renè col brano “Time to shine” a rappresentare la Svizzera al prossimo Eurovision Song Contest. Sconfitta a sorpresa la superfavorita Tiziana Gulino “Tizi Wonder“. E’ lei ad aver vinto infatti la finale nazionale, ospitata anche quest’anno dalla Bodensee Arena di Kreuzligen, a due passi dalla Germania. Dunque dopo Sebalter, la Svizzera stavolta si affida ad una artista francofona e proposta da RTS, la branca appunto di lingua francese: non accadeva dal 1996 con Kathy Leander (nel 2008 Michael Von der Heide cantò però in francese, pur essendo di lingua tedesca).

Renè

A decidere è stato un mix di televoto e giuria. E in giuria, a rappresentare la RSI c’era proprio Sebalter, l’ultimo rappresentante eurovisivo elvetico, insieme a Simone Tomassini, il cantautore comasco già a Sanremo 2004 e selezionatore dei brani ticinesi. In rappresentanza della SRF Renè Baumann del fan club eurovisivo svizzero, il vocal coach Mark Lay e i conduttori di programmi musicali Lili Behling e Dano Tamasy. Per la tv romancia RTR, in corsa insieme a SRF,  la cantante Alice Bertogg e per la RTS francofona Nic Maedher, lead singer dei Gotthard, la best selling band di Svizzera,  la giornalista Valerie Ogier e la  coreografa Grazia Covre.

A condurre Die Grosse Entscheidungsschow come sempre è stato Sven Epiney, anche portavoce svizzero per i voti, mentre il voice over per la RSI vedeva al microfono una coppia consolidata come Clarissa Tami e Paolo Meneguzzi, rappresentante eurovisivo svizzero nel 2008 e da tempo ormai anche voce della tv elvetica.  Per gli artisti in  gara, dopo l’inedito, anche la presentazione di una cover.

Conchita Wurst

Vittoria a sorpresa, quella di Melanie Renè, premiata anche da un’ottima performance, mentre ad esempio Tiziana Gulino ha pagato l’emozione nella seconda manche, quella delle cover. Niente da fare, pur con ottimo risultato scenico per la ticinese Deborah Bough. Sarà una Svizzera multietnica: nata nel 1990 a Ginevra da padre delle Isole Mauritius, Melanie Renè ha una vastissima esperienza live (fra l’altro anche la partecipazione in quota Svizzera al Cerbul de Aur, il concorso internazionale che si tiene a Brasov in Romania), ma è all’esordio discografico: nel 2015 uscirà il suo primo EP. Per lei grande popolarità in Romania, dove ha preso parte anche ad altri festival e formazione musicale britannica.

Superospite della serata Conchita Wurst, la drag queen austriaca vincitrice dell’ultima edizione della rassegna eurovisiva, che vedremo anche sul palco del Festival di Sanremo. Ha interpretato anche a Kreuzligen “Rise like a phoenix”, il brano con cui ha trionfato a Copenaghen. E chissà che non porti proprio questo anche al Teatro Ariston, per completare quella promozione eurovisiva che Carlo Conti e il direttore di Rai Uno Leone hanno voluto predisporre invitandola a cantare.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Una risposta

  1. escfan ha detto:

    Volevo Deborah Bough,ma tanto erano tutte bellissime le proposte di questa selezione,e Time To Shine e la sua interprete mi piacciono tantissimo.

Commenta questa notizia...