Eurovision 2015: la Lettonia entra in gara con “Love injected” di Aminata


La Lettonia sceglie di giocare da protagonista quest’anno all’Eurovision Song Contest e manda sul palco di Vienna Aminata.

Favorita sin dal primo turno, la 23enne nata a Riga da madre lettone e padre del Burkina Faso canterà sul palco della Wiener Stadthalle Love injected, brano molto contemporaneo con cui ha vinto la finale di Supernova 2015, trasmessa questa sera dalla tv pubblica LTV.

aminata

Aminata Savadogo ha battuto nella finalissima con gran margine il secondo classificato Markus Riva, gli Elektrofolk e MNTHA.

Per la cantante mulatta una carriera partita in tv nel 2008, a 15 anni, con la partecipazione allo show Krodziņā pie Paula a cui segue due anni dopo il programma Muzikālā banka e successivamente la terza edizione della trasmissione musicale Koru Kari.

La grande occasione arriva però lo scorso anno quando entra in concorso nella selezione lettone eurovisiva Dziesma con il brano I can breathe, con il quale si classifica al 5° posto. Successivamente vince il talent Jaunā talantu fabrika che le permette di raggiungere la fama e l’ampio consenso di televoto in tutte le fasi di gara del Supernova 2015 vinto questa sera.

La Lettonia canterà nella seconda semifinale del 21 maggio, in cui anche l’Italia è chiamata a votare.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

10 Risposte

  1. Mattia ha detto:

    Mah… sti pezzi dance contaminati non mi hanno mai convinto più di tanto. Se vuoi portare la dance all’Eurovision, la porti.. poi personalmente, mi sembra che scimmiotti troppo Loreen… ma magari mi sbaglio io…

    • Cristian Scarpone ha detto:

      Questo brano non è affatto “dance”. Non penso volesse portare un pezzo dance, infatti non l’ha portato.

      • Mattia ha detto:

        Infatti è un pezzo dance che si apre con una intro elettronica… e tanti oh oh oh oh Loreen style.. se questa è roba nuova… o roba esaltante… per carità, ve la lascio :)

        • Cristian Scarpone ha detto:

          Ripeto, NON è un pezzo dance. La dance è fatta di altre sonorità e soprattutto sono canzoni che si basano su altri bmp. Capisco che bisogna categorizzare tutto ma questo è generalizzare andando fuori dai binari. Poi se sono solo gli “oh oh oh” a legare una canzone ad Euphoria allora mezza musica è in Loreen style. ;)

          Questo non c’entra nulla con roba “nuova o esaltante”, non penso né l’una né l’altra cosa, ma confermo che secondo me è il pezzo migliore portato dalla Lettonia che ci ha abituato a ben altro.

          • Mattia ha detto:

            Prendi Loreen, fondila con Margaret Berger. Ed eccoti Aminata. Ti ripeto, oltre che nell’articolo, anche nei tuoi commenti, sembra che questo sia un capolavoro della musica europea, quando è una banale copia di cose già sentite.

            Certe nazioni, come la Lettonia, dovrebbero portare quello che gli riesce meglio. Non cercare di copiare quello che gli altri paesi portano gli anni precedenti. In Lettonia c’è un’ottima scena Folk, portassero un pezzo Folk o comunque di quello stampo (non gli Aarzemnieki, che per quanto simpatici di Folk Lettone non avevano nulla) avrebbero fatto sicuramente meglio in questi anni!

  2. linomar ganz ha detto:

    Originali sia la canzone che l’interprete…forse un po’ troppo difficili per una manifestazione popolare come l’ESC….spero di sbagliarmi

  3. AlessandroAcq ha detto:

    bella canzone, soprattutto considerando il per ora non eccelso livello delle canzoni (non per colpa delle canzoni di quest’anno, ma per il merito delle meraviglie degli anni scorsi)

  4. pointless_nostalgic ha detto:

    Lol…vado a rileggere i miei appunti di quando ho ascoltato le canzoni e trovo “Aminata: inutile electronic. Voto 4” ;)

  5. Cristian Scarpone ha detto:

    Stupito dalla Lettonia che finalmente dopo 15 anni (praticamente dal suo debutto!) porta un pezzo da 12 points. Una nazione che ho spesso disprezzato (per quanto riguarda le scelte eurovisive, intendo).

    A mio parere è spesso scesa in campo con orrori da annali (2007 e 2008 da brividi). Dal 2010 al 2014 ha portato canzoni decenti, orecchiabili, ma sempre sotto la media (in un paio di casi molto al di sotto, vedi “Cake to bake”).

    Quest’anno invece per la prima volta mi sembra entri in gara con serietà e voglia di raggiungere un buon obiettivo. Avrà il suo riscatto dopo tanti anni?

  6. escfan ha detto:

    Ed io risponderò a questa chiamata ;) .Sì,la voterò di sicuro,per ora è lei la mia vincitrice.
    Mamma mia,un capolavoro,una cosa del genere la paragonerei ad Euphoria o a Not Alone.
    Oltre ad avere una voce meravigliosa,ha anche composto il brano di suo pugno,e ciò le fa ancora più onore.
    12 points to Latvia :) <3 .

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: