Eurovision 2015: la Romania punta sui Voltaj, band di rilievo in patria


La Romania cambia registro. Dopo qualche anno votato alla musica da ballare (con performance spesso sopra le righe, c’è da dirlo) il paese dell’Est Europa sceglie di premiare i Voltaj, band di gran successo in patria, con una carriera trentennale.

Sarà la power ballad con elementi di elettro-rock De la capat a rappresentare la Romania sul palco dell’Eurovision Song Contest 2015 . A quanto pare però non nella versione originale in rumeno, bensì in inglese, con il titolo All over again.

Una vittoria annunciata per un brano che arrivava alla finale nazionale dopo ottimi risultati di classifica in patria e 2 milioni e mezzo di views su YouTube. Ha messo d’accordo pubblico (oltre 4.000 voti da casa) e giuria.

A formare i Voltaj cinque elementi: il leader cantante Călin Goia, alla chitarra elettrica Gabi Constantin, alle tastiere Adrian Cristescu, al basso Valeriu Ionescu e alla batteria Oliver Sterian.

All’attivo in carriera molteplici album e singoli, di grandissimo successo e milioni di visualizzazioni sul web. Tra i tanti Pic Pic, Lumea a mea, Da vina pe Voltaj, Vocea ta, I wanna be free e Scrisoarea.

Nel 2005 il gruppo ha vinto il premio Best Romanian Act agli MTV European Music Awards. Dietro di loro la Cat Music, la più grande etichetta discografica romena.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

4 Risposte

  1. DD ha detto:

    La variante finale sarà 2/3 in romeno e 1/3 in inglese.

  2. linomar ganz ha detto:

    In finale : subito !!!!

  3. escfan ha detto:

    Nooo vi prego,tenetela in rumeno!
    Non arriva un’entry in madrelingua da sette anni,e il rumeno è la lingua più bella del mondo.
    E poi,per il tema che tratta,penso sia doveroso tenerla così com’è stata performata.
    Comunque anche quest’anno amo la Romania,come ogni anno <3 .

    • A87 ha detto:

      Sono d’accordo, il rumeno è una bella lingua, anche se non ci capisco una parola. Suona molto bene la versione originale. La cosa migliore sarebbe trasmettere i sottotitoli in inglese.

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: