Eurovision 2015, ecco “Don’t deny”, la canzone armena. Si completano i Genealogy


ArmeniaDopo diverse settimane di attesa è stato presentato oggi l’intero progetto artistico che porterà l’Armenia a Vienna. Come vi avevamo pre-annunciato, quest’anno l’Armenia ha deciso di puntare su un gruppo vocale del tutto nuovo (di fatto creato appositamente per l’Eurovision Song Contest 2015) i cui membri si esibiranno sul palco della Wiener Stadthalle con Don’t Deny, ballata a più voci che ricorda l’anniversario del genocidio degli armeni.

Oltre alla presentazione della canzone, oggi è stato annunciato anche l’ultimo componente del gruppo: si tratta di Inga Arshakyan, nome ben noto al pubblico eurovisivo, che rappresentò proprio l’Armenia nel 2009 con la sorella Anush con la canzone “Jan Jan, posizionandosi al nono posto nella serata finale. Ecco quindi l’intera formazione del gruppo Genealogy, i cui membri, lo ricordiamo, provengono da tutto il mondo (un’altra metafora questa, per simboleggiare l’unità dell’intero popolo armeno nel ricordare un tragico evento come il genocidio della propria popolazione): il franco-armeno Essai Altounian, la statunitense Tamar Kaprelian, l’etiope Vahe Tilbian, Stephanie Topalian (residente in Giappone), l’australiana Mary-Jean O’Doherty ed infine appunto l’armena Inga Arshakyan.

Di seguito, il video musicale di Don’t Deny:

Ricordiamo infine che l’Armenia si esibirà nella prima semi finale (19 Maggio). Riuscirà a guadagnare, con un progetto tanto ambizioso, un posto in finale per il secondo anno di fila?


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

4 Risposte

  1. Otellon ha detto:

    E’ vero che la Turchia quest’anno non partecipa all’Eurovision così come comprendo il dolore degli Armeni per ciò a cui si fa riferimento nella canzone ma il testo mi sembra un po’ provocatorio e una cosa del genere non fa bene allo spirito dell’evento.
    Comunque, al netto della tematica affrontata, il brano non mi convince, con una pomposità piuttosto fastidiosa.

  2. escfan ha detto:

    Volevo aggiungere che vedo in giro molti commenti negativi su questo lavoro.
    Io conosco il dolore di questo popolo.
    Assicuro che questa idea che gli armeni hanno avuto quest’anno lo ritrae perfettamente,e non stanno assolutamente cercando di pararsi il…

  3. escfan ha detto:

    Capolavoro immenso.

  4. Alessandro Sanna ha detto:

    Questa canzone sarà la preferita in Turchia… :)

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: