Eurovision 2015: se vince l’Australia si vola in Germania


La partecipazione “una tantum” dell’Australia all’Eurovision 2015 continua a far discutere e pone dubbi. I neofiti del concorso musicale europeo seguitano a chiedersi come mai gli Aussies siano stati ammessi alla gara, gli esperti eurofan si dividono fra gli entusiasti e i detrattori.

La domanda ricorrente è: cosa succederebbe se Guy Sebastian riuscisse a portare a casa la vittoria? Come già annunciato, l’Australia avrebbe il vincolo di organizzare l’edizione successiva del contest in collaborazione con uno dei broadcaster europei aderenti all’EBU.

australia-germany

Siamo ora in grado di confermare ufficialmente l’indiscrezione da noi riportata con la notizia dell’entrata in gara del paese dei canguri: in caso di vittoria australiana sarà la Germania ad ospitare l’edizione 2016 dell’Eurovision.

Ad annunciarlo Christer Björkman, capodelegazione svedese e membro del Reference group dell’EBU fino al 2015, in diretta nel programma Inför ESC, trasmesso nella serata di ieri dalla SVT.

Durante una discussione legata alla entry australiana, Tonight again, la presentatrice Sarah Dawn Finer ha chiesto delucidazioni a Björkman che ha spiegato: “Dovesse vincere, l’Australia ha già preso accordi con un’emittente televisiva di una nazione per organizzare l’Eurovision“.

Incalzato dalla Finer curiosa di capire di quale nazione si trattasse il capodelegazione svedese ha rivelato: “La Germania“. Per i tedeschi quindi l’Eurovision di Vienna rappresenterà una ghiotta (doppia) occasione per riavere la kermesse sul proprio suolo a cinque anni da Düsseldorf.

La notizia arriva proprio nel giorno in cui le classifiche dei bookmaker europei segnano un piccolo cambiamento nelle posizioni che contano: l’Australia guadagna terreno e si piazza al terzo posto fra i favoriti dopo Svezia e Italia.

Update del 22 aprile 2015. In una nota del Presidente del Reference Group, si tenta in qualche modo di smentire le dichiarazioni di Björkman: “To leave no doubt for speculation about the possible host country of the 2016 Eurovision Song Contest in case of an Australian win, we stress that Mr. Björkman’s unfortunate comments are nothing but premature”. In pratica, le dichiarazioni rilasciate vorrebbero tranquillizzare sul fatto che la decisione non è stata ancora presa e che la tv pubblica tedesca è solo una delle emittenti europee eventualmente interessate ad organizzare l’evento insieme alla SBS. Da quello che risulta alla nostra redazione, la dichiarazione di Björkman è più fondata della smentita che l’ha seguita… Se mai vincerà l’Australia, non dovremo aspettare molto per sapere se sarà così o meno.

Una risposta

  1. Danilo ha detto:

    Vedremo se la Germania darà i 12 punti all’ Australia…in tal caso qualche sospetto mi verrebbe. Certo aver anticipato questo accordo non giova certo alla trasparenza del voting..la smentita poi sa di doppia conferma

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: