Vienna LIVE: Eurovision Song Contest, l’edizione 2015 sarà un “green event”


[ Report LIVE da Vienna ] L’Austria è sempre stata ed è tuttora un Paese all’avanguardia per quanto riguarda l’ecologia e l’energia sostenibile. Anche nella messa in atto dei progetti riguardanti l’Eurovision Song Contest si è dimostrata all’altezza delle aspettative in questo ambito. Il Paese si vuole presentare al mondo non solo come moderno e dalla mentalità aperta, ma anche come una Nazione dalla coscienza ecologica e di alta competenza nei relativi progetti.

Alexander Wrabetz, il direttore generale della ORF, la tv pubblica austriaca, così commenta l’Eurovision Song Contest: “Per me, è stato chiaro fin dall’inizio che l’Eurovision Song Contest  2015 sarebbe stato presentato al mondo come un green event, in cui vengono impiegate risorse nel rispetto della natura e in cui sono proposti prodotti regionali e sostenibili“.

Tram Vienna Eurovision 2015

Il Ministro dell’ambiente Andrè Rupprechter, considera dal canto suo questo festival musicale come un’ottima opportunità per far conoscere l’Austria al mondo anche per le sue iniziative “green”. Si tratta di un evento di portata mondiale che indica il cammino verso il futuro e serve da modello internazionale. La consigliera comunale addetta all’ambiente, Ulli Sima, è molto orgogliosa della sua città e dice che:

Per Vienna, che è sempre stata ed è una città modello per l’ecologia, è stato scontato organizzare e realizzare l’Eurovision Song Contest nel rispetto dell’ambiente. Negli ultimi anni Vienna ha avuto un grande successo come centro per eventi e congressi internazionali di vario genere ed ogni volta si è cercato di realizzarli ecologicamente. Il marchio di qualità ecologica austriaco per i green meetings e i green events del Ministero dell’ambiente rappresenta uno straordinario certificato per l’ecologia, l’energia sostenibile, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti e per la qualità dei generi alimentari regionali”

Molte sono le risorse ecologiche impiegate nella realizzazione dell’Eurovision Song Contest, come le apparecchiature e le tecnologie dal risparmio energetico, l’energia pulita che proviene al 100% da fonti rinnovabili (energia idroelettrica, eolica, biomassa, fotovoltaico).  I biglietti per i concerti, ad esempio, valgono anche come tickets per i mezzi di trasporto a Vienna.

Anche la Österreichische Bundesbahnen (ÖBB – la ferrovia statale austriaca), in occasione della rassegna prevede un afflusso di addirittura 20.000 ulteriori passeggeri provenienti dalle regioni austriache e dai Paesi confinanti e offre la possibilità di viaggiare gratuitamente verso tutte le destinazioni austriache. I visitatori inoltre potranno viaggiare con mezzi di trasporto ecologici nel pieno rispetto dell’ambiente.  L’Austria si è impegnata nell’impiego di misure eccellenti per il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti per ottenere nel modo migliore la loro riduzione.

La Altstoff Recycling Austria, società di smaltimento rifiuti, provvede la raccolta della spazzatura separata nei luoghi di maggiore affluenza del pubblico. I materiali usati per la realizzazione del mega palco e le diverse decorazioni possono essere riutilizzati: ad  esempio, dalle piantine verranno prodotte delle borse. Tutte le stampe sono ottenute in modo ecologico.

Anche per quanto riguarda i prodotti di generi alimentari, l’Austria ha puntato sulla loro ottima qualità: verranno proposti solo generi alimentari regionali, biologici e provenienti dal commercio equo e solidale. I bicchieri e le bottiglie delle bibite saranno riciclabili e durante l’Eurovision Song Contest tutti i visitatori potranno dissetarsi con l’acqua viennese di ottima qualità proveniente direttamente dalle Alpi. Anche i souvenir sono realizzati ecologicamente.

Già da dieci anni si svolge a Vienna la “Pulizia di primavera”: si tratta di un progetto aperto a tutti i cittadini e che coinvolge anche i bambini delle scuole. Chiunque può iscriversi e partecipare alla pulizia di alcune strade, giardini e parchi della città. In occasione dell’Eurovision quest’anno l’evento si chiama “Eurowischn Putz Contest” (entrambi i verbi “wischen” e “putzen” significano in tedesco “pulire”). Il primo incontro ha già avuto luogo nel Märzpark, il parco dove è situata la Wiener Stadthalle.

Provvisti di un gilet giallo fosforescente con la scritta “Sporcizia, tu non hai speranze“, scarpe da lavoro e un cappello, tutti forniti dalla città di Vienna, alcuni cantanti famosi, partecipanti austriaci alle precedenti edizioni dell’Eurovision – tra cui anche Lizzy Engstler del duo Mess (edizione 1982), molto popolare in Austria – hanno affiancato una frotta di bambini e si sono messi con loro all’opera. Ci sono già state 17.000 iscrizioni e dall’inizio del progetto sono state raccolte già 200 tonnellate di rifiuti.


Pubblichiamo questo contributo di Natascia De Franceschi, una italiana (originaria di Paluzza, provincia di Udine) che dopo aver girato il mondo e imparato diverse lingue, ha deciso di fermarsi a vivere a Vienna. Ci racconta cosa succede nella capitale austriaca in vista dell’Eurovision Song Contest 2015 con i suoi speciali report live. 


 


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...