Eurovision 2015, per i bookmakers è sfida a tre: Italia, Svezia e Australia


Siamo definitivamente entrati nella settimana più importante dell’anno, almeno per i tanti eurofans: domani sera ore 21.00 partirà ufficialmente l’Eurovision Song Contest 2015.  Prima che il palcoscenico della Wiener Stadthalle accenda i suoi led ultra moderni per milioni di telespettatori di tutto il mondo, vogliamo dare un’occhiata alle quotazioni, che come ogni anno giocano un ruolo non marginale nella “predizione” del prossimo vincitore.

Tuttavia è bene ricordare che saranno solo le esibizioni live dei concorrenti e la loro impressione sulle giurie nazionali e sul pubblico europeo a decretare il risultato finale: di fatto, la settimana scorso sono iniziate le vere e proprie rehearsals (seguite anche da noi) e immancabilmente le quotazioni hanno subito moltissime variazioni. Il Volo sono dati tra i favoriti? Andiamo per gradi.eurovision2015

Per quanto riguarda il passaggio in finale dalla prima semifinale, in onda domani sera, le quotazioni danno come super favorita la Russia quotata a 1.01. Perde una posizione, pur rimanendo ben quotata l’Estonia, che rimane seconda. A seguire Georgia, Romania e Grecia (balzata di molte posizioni avanti sin dalla prima prova). Secondo le agenzie di scommesse, ad oggi, Elhaida Dani, rappresentate albanese, riuscirà a qualificarsi in finale (quotata 1.20), in sesta posizione.

A seguire gli armeni e il Belgio (che in questi giorni ha perso alcune posizioni in quota) e persino la Finlandia (quotata a 1.50). Secondo gli scommettitori si giocano un posto in finale Bielorussia e Macedonia, mentre sarebbero fuori sorprendentemente Danimarca e Olanda, oltre a Moldavia, Serbia e Ungheria.  

Passiamo alla seconda semifinale, quella in cui voterà l’Italia e sarà trasmessa in diretta su Rai4 giovedì 21 maggio alle ore 21. Qui la Svezia viene data per certa in finale, seguita da Norvegia e Slovenia (questi tre paesi sono stati ben quotati durante tutta la stagione). A seguire l’Azerbaigian. Sorprende vedere in quinta, sesta e settima posizione rispettivamente l’Islanda, Cipro e Lituania, che questa settimana hanno alzato drasticamente le loro quote…a discapito di altri paesi. Infine si dovrebbero qualificare anche Lettonia, Polonia e Israele che però hanno quote molto simili a quelle di Malta, Svizzera e Montenegro… sarà molto interessante vedere chi la spunterà tra tutti questi paesi. Secondo le agenzie non dovrebbero qualificarsi Irlanda, Repubblica Ceca e Portogallo. La qualificazione di San Marino è data per ultima (5.5).

Veniamo ora alla fatidica domanda: chi vincerà l’Eurovision Song Contest 2015? Come l’anno scorso, sarà un anno in cui sicuramente nulla si potrà dire definitivo fino all’ultimo secondo. Secondo gli ultimi aggiornamenti, sarebbero tre i paesi a contendersi la vittoria: in ordine sono Svezia, Italia e Australia. Gli svedesi, come gli italiani, sono stati sempre in cima alle quotazioni sin dalla scelta di Heroes e Grande Amore come loro canzone rappresentante, vedendo sempre gli scandinavi primeggiare (anche di molto) sulle quote italiane, ma è da circa una settimana che le quote di Svezia e Italia sono sempre più vicine.

Potremmo aspettarci un sorpasso da un giorno all’altro… o anche no. L’Australia, anch’essa molto quotata soprattutto nelle ultime settimane, rimane in terza posizione. A seguire altre due favorite, Russia ed Estonia, che in questi giorni continuano a scambiarsi di posizione (al momento non possiamo dirvi chi è in vantaggio). Se dovessero passare in finale, i finlandesi sarebbero i sesti papabili vincitori, seguiti da Azerbaigian, Slovenia, Norvegia e inaspettatamente l’Islanda. La vittoria di Elhaida Dani è data in diciassettesima posizione, mentre quella di San Marino trentottesima.

Quindi, per rispondere alla domanda iniziale, sì, l’Italia è tra i favoriti alla vittoria dell’Eurovision Song Contest 2015. Sicuramente questo ci darà la carica per affrontare quest’anno con ancora più entusiasmo rispetto agli anni passati, dove la nostra vittoria era meno quotata, ma attenzione: tantissimi sono i fattori che entreranno in gioco questa settimana e potrebbero far cambiare tutto. E la storia dell’Eurovision lo insegna.

Basti pensare anche recentemente – nel 2013 – la qualificazione in finale di San Marino era data per certa, invece il titano si trovò in undicesima posizione, quindi fuori dalla finale per un posto. All’opposto, nel 2011 nessuno avrebbe mai detto che l’Italia sarebbe arrivata seconda con Raphael Gualazzi, dopo una lunga assenza durata ben 13 anni. Chi vincerà? Lo scopriremo solo durante il voting di Sabato 23 Maggio.

2 Risposte

  1. ugecci@gmail.com ha detto:

    ma l’Australia è in Europa??

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: