Eurovision 2015, live da Vienna intervista a Giuseppe Di Bella


C’è un pizzico di Italia nella entry spagnola quest’anno alll’Eurovision Song Contest. La biondissima Edurne è infatti accompagnata dal ballerino siciliano Giuseppe Di Bella, ormai stabile in terra iberica e protagonista di svariate produzioni televisive.

Lo abbiamo intervistato per capire come stanno proseguendo le prove per il team spagnolo ma anche per captare le sensazioni in quota Italia!

EN: Come è nata la collaborazione eurovisiva con Edurne? Vi conoscevate già?

GDB: Io ed Edurne ci conosciamo già dal 2010 per via della nostra partecipazione all’edizione spagnola di “Ballando con le stelle“. Lì il format si svolge in maniera diversa rispetto all’Italia dove le coppie rimangono fisse dall’inizio alla fine del programma. In Spagna ci si alterna e i partecipanti concorrono ogni volta con ballerini/e diversi/e. Tutte le volte che le andava bene era quando ballava con me e quindi abbiamo continuato a collaborare anche dopo il programma. Lei ha poi partecipato anche a “Tu cara me suena” (edizione spagnola di “Tale e Quale Show”) dove ha tra le altre cose interpretato “Try” di Pink e anche in quel caso ci siamo esibiti insieme. Fondamentalmente è sempre stato con me che ha fatto i suoi numeri televisivi dove ballava. La messa in scena qui a Vienna è curata dalla stessa produzione di “Mas que baila” e quindi hanno pensato subito di chiedere a me dal momento che per l’appunto avevamo già lavorato parecchio insieme.

Di Bella

EN:  Impressioni delle prime prove? Come ti è sembrato il palco?

GDB: Il palco non mi preoccupa più di tanto, è un palco come un altro. Mi dicevano che sarebbe stato enorme ma si tratta semplicemente di un palco normale piazzato in un luogo gigantesco. Le prove sono andate abbastanza bene, i problemi che abbiamo riscontrato sono principalmente con la regia. Stiamo cercando di sistemare il tutto. Ad ogni riunione si analizzano tutte le componenti, gli sfondi, l’illuminazione. Nell’ultima ci siamo per l’appunto concentrati sulle inquadrature e sulle riprese. Ora aspettiamo venerdì mattina per vedere se avremo risolto. È l’unico problema che veramente sentiamo il bisogno di sistemare.

EN: Parlaci di Edurne. Com’è di persona?

GDB: È una ragazza molto educata… e poi è bella da far paura. Con lei si lavora benissimo perché è molto tecnica e non lascia nulla al caso. Vuole avere il controllo dell’intera situazione, sapere cosa deve fare e in quale momento. È molto metodica ed è facile lavorare con lei perché da fiducia e si fida, fa quello che le si dice e viceversa. C’è gente che quando sale sul palco si intimorisce, lei invece sul palco cresce.

EN: Hai sentito la canzone de Il Volo? Che ne pensi?

GDB: Mi piace da morire! Devo stare attento a dirlo altrimenti in Spagna mi uccidono (ride). Spero che venga ben vista a livello internazionale perché si tratta di un genere musicale leggermente diverso in questo contesto. Speriamo che possa funzionare. Se non vince la Spagna che vinca l’Italia (ride).


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...