Eurovision 2015, ecco come hanno votato Italia e San Marino


I risultati del voting sono impietosi: Elhaida Dani, la rappresentante albanese uscita da The Voice of Italy è stata punita dalla giuria italiana, che con ogni probabilità ha valutato negativamente la sua performance, per la verità non proprio limpida. Primo posto al televoto ma terzultimo per le giurie e così un dodicesimo posto complessivo e zero punti. Ricordiamo che i giurati stilano la propria classifica dal primo all’ultimo posto di tutti i brani della serata e che allo stesso modo viene stilata quella del televoto. La media ponderata dei posizionamenti dà origine alla top 10 finale.

Il voto italiano in finale

Il voto italiano in finale

Il televoto italiano dice ancora una cosa: votano quasi esclusivamente le comunità immigrate, se è vero che ai primi sette posti ci sono sette paesi dell’est: Albania, Romania, Russia, Polonia, Serbia, Israele e Georgia. Svezia primo paese occidentale. Bocciata la Slovenia, diciottesima al televoto e quattordicesima per le giurie, dunque lontanissima dalla zona punti. Così invece i 12 points dei cinque giurati: Cipro per Franco Zanetti (A), Norvegia per Valerio Paolini (B) e Flavia Cercato (E), Svezia per Nicolò Cerioni (C) e Barbara Mosconi (D).

Italia voto semifinale

Il voto italiano in semifinale

Gli italiani non televotano. O meglio, hanno forse televotato nella semifinale, vinta sul fronte del voto telefonico dalla Polonia davanti a San Marino, Israele, Svezia e Lituania. A San Marino dall’Italia sono arrivati 6 punti, frutto della combinazione fra il secondo posto al televoto e l’undicesimo dalle giurie: “Chain of lights” è piaciuto molto a Valerio Paolini (B) che gli ha dato 12 punti ma molto meno agli altri: è quarto per Cerioni ed è in fondo per gli altri tre. Gli altri 12 points: Portogallo per Zanetti (A), Lettonia per Cerioni (C), Svezia per gli altri due.

SAN MARINO- Il primo risultato che emerge è la disfatta sammarinese in semifinale: penultimo posto e 11 punti: è il secondo peggior risultato di sempre dopo quello del 2008. Nella sua semifinale di competenza, i giurati sammarinesi hanno assegnato il massimo punteggio rispettivamente a Svezia (Barbara Andreini- A e Duan- D), Malta (Ilaria Ercolani- B), Israele (Katerin Prizbelsky –C), Lettonia (Nicola Dalla Valle –E) Il Volo sostanzialmente premiati: secondo posto per la giuria – che è la sola a votare nel Titano – frutto dei 12 punti di Barbara Andreini, del secondo posto per Ilaria Ercolani, del terzo per Katalin Pribelsky e Nicola Dalla Valle e del sesto per Duan. Gli altri 12 points sono andati ad Australia (Ercolani e Duan), Svezia (Pribelsky) e Lettonia (Dalla Valle).

San Marino semifinale

San Marino finale1

4 Risposte

  1. And#26 ha detto:

    Vergognoso anche il voto dato alla Slovenia… E condivido il discorso della Romania…

  2. pointless_nostalgic ha detto:

    l’ultimo posto assegnato dalla nostra giuria alla Romania è semplicemente vergognoso. Un voto tattico e politico esclusivamente dettato dal voler contenere il televoto. Non è possibile che una canzone toccante, contemporanea, forse l’unica con una vena rock della serata, venga posta da una giuria di “esperti” sotto quella della Serbia o di Israele…

  3. Dani Merico ha detto:

    Povera Elhaida davvero!! E’ andata bene al televoto in quasi tutti i paesi ma le giurie l’hanno affossata, sia perchè nn ha dato il meglio ma soprattutto perchè nessuno ha interessi con l’Albania. E’ visibile che i voti dipendono da legami politici.

    • Mattia ha detto:

      Il pezzo albanese su disco era davvero notevole, ma nel live ha perso moltissimo della sua carica. Un po’ perché secondo me particolarmente difficile e anche perché Elhaida forse non era al meglio.

      Le parti più intense del pezzo erano supportate dal coro, con la cantante che si limitava a canticchiare.
      Come sempre l’Albania, così come la Romania, essendo due paesi ad altissimo tasso di emigrazione, raccolgono tanti punti al televoto. Ma stavolta davvero non meritava risultato migliore. Del resto basti pensare all’exploit di qualche anno fa dell’Albania che con Rona Nishliu arrivò ampiamente nei primi 10, raccogliendo enormi consensi proprio tra le giurie. Quindi evitiamo di dire stupidaggini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: