L’EBU: “BHRT rischia il collasso, intervenga il Governo bosniaco”


Un’altra tv europea sull’orlo del collasso. E’ quella della Bosnia Erzegovina, da tre anni assente all’Eurovision e alle prese con problemi non solo di ordine economico. Si è mossa Ingrid Deltenre, direttore della EBU che in una lettera al Governo bosniaco ha sottolineato come la il servizio pubblico bosniaco rischi il collasso per via del fatto che manca da molti anni una legge sui media e per il fatto che gli attuali metodi di finanziamento non risultano adeguati.

BHRT

Esorto le autorità a rispettare e sostenere il servizio pubblico piuttosto che minare la sua indipendenza e la credibilità.”, scrive la Deltenre. Lotte di potere fra le entità politiche ed etcniche minano lo sviluppo della tv, la raccolta dei soldi del canone non è correttamente attuata e quindi i soldi non bastano, inoltre un nuovo modello di finanziamento è stato solo discusso ma mai attuato, col risultato che ad oggi BHRT non è ancora neanche riuscita a passare dall’analogico al digitale.

Consideriamo questo un fallimento politico, che ha un impatto sulla prosperità e buon funzionamento della Bosnia-Erzegovina – scrive la Deltenre – La situazione si sta deteriorando nella BHRT al punto del collasso, in violazione del protocollo di Amsterdam dell’Unione Europea (protocollo del 1997 che disciplina e norma l’emittenza pubblica allegato al trattato firmato nella stessa città in vista dell’allargamento della Comunità Europea ndr) e delle ambizioni del paese di aderire all’UE. Le autorità devono garantire il corretto funzionamento del servizio pubblico che è un prerequisito per una democrazia funzionante“.

Questa situazione è in parte dovuta al fatto che il servizio pubblico della Bosnia è composto da tre entità: BHRT, a livello nazionale; BiH -RTFBiH a livello federale e RTRS, la tv della Repubblica Serba di Bosnia, separate dalla stessa BHRT. Di queste, solo BHRT è membro EBU. La condanna della EBU è  condivisa dalla comunità internazionale. La delegazione dell’Unione Europea in Bosnia-Erzegovina e l’Ufficio del Consiglio d’Europa (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) in Bosnia-Erzegovina  sono in trattative con l’EBU per trovare una soluzione al problema.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

Commenta questa notizia...