L’Eurovision 2015 è stato visto da 197 milioni di telespettatori


Ascolto boom per l’Eurovision Song Contest 2015. Uno show che cresce di anno in anno, diventando sempre più un evento globale. Ben 197 milioni di telespettatori hanno infatti seguito l’evento nei paesi collegati, due milioni in più rispetto all’anno scorso. Si tratta, come sempre, del dato riferito alle tre serate e riferito a chi ha seguito il programma per almeno 1 minuto.

Logo Eurovision 2015

Lo ha comunicato questa mattina l’EBU con una nota. Si tratta del dato più alto in assoluto da quando gli ascolti vengono certificati. Dati maggiori si erano registrati nei decenni passati (potete consultare tutto nella nostra pagina apposita), ma si trattava di stime, poichè non esisteva un vero e proprio sistema di rilevazione.

Lo share medio registrato è di circa il 39,6% ovvero più del doppio rispetto alla media abituale delle prime serate negli stessi canali (16,4%) e il 6% in più rispetto all’anno passato. In controtendenza rispetto a quanto avvenuto in Italia, dove c’era davanti alla tv un pubblico molto anziano, lo show fa registrare nei 40 paesi collegati una media del 44,8% di pubblico nella fascia 15-24 anni, con una crescita dell’8% rispetto all’anno scorso e quattro volte rispetto alla media abituale della fascia.

Per la prima volta inoltre, lo show è stato fornito anche con la lingua internazionale dei segni. Oltre alle tv dei 40 paesi in concorso e di altri 5 che lo hanno irradiato pur non partecipando, l’Eurovision 2015 è stato anche trasmesso da  20 radio nazionali associate alla EBU, fra cui come è noto anche Radio 2 e Radio San Marino.