Finale Eurovision 2015: l’analisi dettagliata sulla platea televisiva di Rai2


E’ la domanda che ci siamo posti, come molti, nel dopo finale Eurovision Song Contest 2015: cosa ha portato al boom di ascolti su Rai2 di sabato 23 maggio? Abbiamo estrapolato i dati di ascolto Auditel nel dettaglio, ecco tutto quello che abbiamo scoperto.

Eurovision Italia

rai2La finale dell’Eurovision Song Contest ha avuto 12.820.000 contatti unici, ossia persone che lo hanno seguito per almeno 1 minuto. Di tutte queste persone, in 6.243.000 hanno visto almeno 30 minuti del programma (il 49% del totale). Chiamiamo questi individui gli Heavy Viewers dell’Eurovision, ossia coloro che si sono appassionati al programma tanto da restare alla visione per almeno mezz’ora. Grazie all’aiuto dei software dei dati d’ascolto (che elaborano in automatico tutta questa mole di dati), possiamo sapere il comportamento di visione di questi individui, che vengono opportunamente codificati dal sistema di rilevazione Auditel.

Grazie a questa analisi possiamo sapere, ad esempio, cos’altro hanno visto le stesse persone che sabato 23 maggio hanno seguito per almeno mezz’ora la finalissima. Partiamo da un dato di ascolto medio presso quegli Heavy Viewers: sono stati ben 3 milioni (ovvero poco più del 90% dell’ascolto totale). Nei 4 sabati precedenti solo 260.000 di questi 3 milioni di persone vedevano Rai2 (il 9%). Dunque gli altri cosa vedevano? Dall’analisi effettuata è emerso che Rai2 ha pescato ascolti sia dalle altre generaliste Rai (Rai1 in particolare), che dai canali All Digital, ma soprattutto tra pubblico che non aveva guardato la tv nei 4 sabati precedenti presi a confronto:

  • 1.980.000 (pari al 66% dell’ascolto) non avevano guardato la tv 
  • 192.000 da Rai1 (6%)
  • 122.000 da Rai3 (4%)
  • 87.000 dai canali All Digital Rai (3%)
  • 78.000 da Canale 5 (3%)
  • 36.000 da Italia 1 (1%)
  • 1.000 da Rete 4 (0%)
  • 63.000 dalle All Digital Mediaset (2%)
  • 20.000 da La7 (1%)
  • 164.000 dagli altri canali del Digitale Terrestre (5%)
  • 3.000 da Sky (0%)

Leggendo questi dati, possiamo dire che: l’Eurovision Song Contest ha portato nuove persone davanti alla tv. Il 66% dei telespettatori dell’Eurovision infatti, i sabati precedenti non vedevano la tv! L’ESC ha rubato spettatori soprattutto a Rai1 (quasi 200k), Rai3 e alle All Digital. L’Eurovision non ha rubato molti spettatori ad Amici (solo 78k).

Quali altri programmi hanno visto gli Heavy Viewers dell’ESC nell’ultimo mese televisivo? I programmi di Rai1! Nella Top 10 troviamo infatti 9 programmi di Rai1: al 1° posto i Wind Music Awards, al 2° il Premio TV e al 3° Al Bano e Romina Power. L’unico programma di Canale 5 è la semifinale di Champions.

Channel Migration. Dando un’occhiata al flusso di pubblico che ha cambiato canale nella serata della finale, si nota come appena Amici va in pubblicità circa 500.000 persone si sono sintonizzate su Rai2, per poi tornare di nuovo su Canale 5 al termine della stessa. Insomma, Amici è rimasta la prima scelta del suo pubblico (solo 78.000 telespettatori hanno preferito l’ESC), ma se non ci fosse stato Amici potenzialmente circa 500.000 fedeli del programma della De Filippi avrebbero guardato l’Eurovision Song Contest.

In conclusione: l’Eurovision ha attirato pubblico “estraneo” alla tv del sabato sera e il pubblico anziano delle altre reti Rai. Ma ha anche un forte potenziale sul pubblico giovane di Amici che, fosse spostato al venerdi (con ascolti da record per la finale della scorsa settimana) potenzialmente potrebbe regalare una bella fetta di ascolti alla diretta di Rai2.

Sarà interessante capire cosa succederà il prossimo anno, senza la grande spinta data da Conchita Wurst e dai bookmakers che hanno sempre inserito l’Italia come favoritissima alla vittoria, attirando l’attenzione su tutte le serate dell’evento e in particolare sulla finalissima.


Va ribadito che i dati Auditel non vanno presi come la “Bibbia” degli ascolti, perché possono non corrispondere all’effettivo ascolto tv (si parla infatti di campione rappresentativo), ma è l’unico mezzo attualmente disponibile che permetta una analisi sulla platea di un programma o di un canale, piuttosto che di un altro. Un ringraziamento speciale va al nostro nuovo collaboratore E. P. (che firma questo articolo), che da ormai oltre un anno ci aiuta nelle accurate analisi sugli ascolti dell’Eurovision in Italia.


 


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Commenta questa notizia...