L’Eurovision diventa un corso universitario… in Australia!


Una notizia che ha dell’incredibile. L’Università di Melbourne, in Australia, ha deciso di introdurre nell’offerta formativa della propria didattica, un corso sull’Eurovision Song Contest!

eurovision_university

In partenza il 27 luglio con termine il 25 ottobre, il corso è stato introdotto nella facoltà di Arte, nella branca che si concentra sugli studi sul vecchio continente. Come si può leggere dalla descrizione del corso:

Gli studenti verranno introdotti alla cultura europea tramite le sfaccettature del più grande evento annuale a livello mediatico, l’Eurovision Song Contest. Questo evento pan-europeo attrae più di 40 paesi partecipanti e centinaia di milioni di telespettatori da tutto il mondo. L’ESC offre un ricco campo per esplorare molte problematiche al centro dell’Europa di oggi tra le quali l’espansione dell’UE e l’integrazione dell’Europa vista anche come una nazione di cui fanno parte sempre più paesi.

Di fatto uno degli obiettivi del corso è proprio quello di acquisire abilità nel discutere in modo efficace problemi e tematiche relative all’Eurovision Song Contest, oltre a competenze critiche e analitiche.

Insomma, una grande opportunità per gli studenti australiani (e non solo) di avvicinarsi sempre di più a questo evento, che proprio quest’anno li ha visti protagonisti nel 60esimo anniversario dell’evento, aggiudicandosi in gara un meritato quinto posto.  In futuro magari qualche università più vicina a noi potrebbe essere interessata a proporre qualcosa di simile, nel frattempo se siete incuriositi, potete trovare tutte le informazioni del corso cliccando qui.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Una risposta

  1. Danilo ha detto:

    Speriamo che qualche Università italiana ne tragga ispirazione…questa è la conferma, se ce ne fosse stato bisogno, di quanto in Australia tengano in considerazione l’ evento e vogliano analizzarne aspetti che vanno aldilà della musica..

Commenta questa notizia...