Eurovision 2016, la stampa spagnola all’attacco: “Vergognoso aver ripudiato la nostra lingua”


E’ già bufera su Barei in Spagna. Nonostante la sua canzone “Say Yay!”, fresca eletta come entry per il prossimo Eurovision Song Contest abbia già raggiunto la vetta di i-Tunes, le polemiche stanno travolgendo la cantante madrilena e TVE.

Barei Objetivo Eurovision

Non solo infatti, la selezione è stata vinta da un brano quasi interamente in inglese (a parte alcuni cori) ma oggi è arrivato anche l’annuncio che anche i cori in spagnolo, che erano stati inseriti per ottemperare alle norme imposte da TVE, saranno riportati in inglese. E dunque per la prima volta nella sua storia eurovisiva, iniziata nel lontano 1961, non ci sarà nemmeno una parola in spagnolo nel brano della Spagna.

El Pais Eurovision 2016

Pesantissimi i giornali spagnoli. Il più duro di tutti El Pais, vale a dire il maggior quotidiano nazionale: “Vergogna per la TVE l’aver ripudiato lo spagnolo per la canzone eurovisiva”. E poi: “Una composizione venduta come motivo moderno pop in inglese ma che in realtà è senza spirito, vorrebbe essere ballabile ma non lo è, non è festa, non è allegria, non è niente”. 

Ci va giù pesante anche Diario, che prima punta l’indice contro i tanti problemi tecnici del galà di finale (TVE ha fra l’altro aperto un’inchiesta) e poi va diretto contro la tv “che dopo 60 anni ha permesso di portare in concorso una canzone senza una sola riga in castigliano“. Una scelta definita “irragionevole“, mentre Barei è definita “sconosciuta“. L’attacco frontale di Diario va avanti e punta l’indice sul fiasco televisivo (appena 1,6 milioni e poco più del 9% di share): “Cori troppo alti, playback, problemi di illuminazione e un format poco definito (…) spettacolo di livello inferiore rispetto a quelli degli altri paesi“.

Sempre su Diario e anche su ABC c’è una lunga intervista al presidente della RAE (l’Accademia della Crusca” di Spagna): “La scelta di presentarsi con un brano tutto in inglese è stupida ed impresentabile“, spiega sottolineando come sia “un obbligo morale e  culturale di TVE battersi per la diffusione del patrimonio culturale nazionale”

Il quotidiano ABC fa poi parlare i lettori con un sondaggio: il 65% è contro la scelta di portare un brano tutto in inglese mentre El Mundo fa un excursus sui precedenti brani con parti in inglese mostrando come a parte Ruth Lorenzo, non sia mai stata una scelta positiva. Anche La Vanguardia, quotidiano di Barcellona fa lo stesso sondaggio di ABC e l’esito è opposto (58% a favore), ma ovviamente va tenuto conto del fatto che in Catalogna il castigliano non è lingua amata.


Segui Eurofestival News anche su Google News, clicca sulla stellina ✩ da app e mobile o alla voce “Segui”. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram e seguici su Twitter e sulla principale community italiana Facebook dedicata all’Eurovision. Ti ricordiamo che Eurofestival News è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cittadino d'Europa

4 Risposte

  1. Danilo ha detto:

    Sono un po’ deluso perché non ci sarà una canzone in spagnolo…però è anche vero che noi i 12 punti dalla Spagna li riceviamo spesso, ma non ricambiamo mai il favore :(
    Se poi aggiungiamo che con Pastora Soler fu proprio la Tve a chiedere di non votarla e che e’ dal 1969 che non vincono, diamogli la possibilità di giocarsi la chance in inglese..non vorrei gufargliela, ma credo che sarà un’altra delusione.

  2. FanEsc ha detto:

    GIUSTISSIMO! Anche perchè lo spagnolo è veramente molto affascinante, in più durante la selezione del cantante, il punteggio maggiore da parte dei giurati internazionali ( Italia,Svezia, Francia e Regno Unito) è andato ad Salvador Beltran, il quale presentava una canzone completamente in castigliano. Cito ciò solo per affermare che l’europa è affascinata da questa lingua ed è un vero peccato non sentirla all’Eurovision 2016.

  3. Maurizio ha detto:

    Hanno ragione, lo spagnolo è una lingua molto affascinante ed è stata per me una grande delusione. Hanno ragione anche nella critica contro la qualità dello show…noente a che vedere col melodifestivalen svedese o con il nostro Sanremo, che è seguito da 10 mln di telespettatori. Sembrava un contest canoro di quelli che si vedono nelle tv regionali. Sono sicuro che se al televoto avrebbe partecipato tutta la Spagna non avrebbe certo vinto lei.

  4. Franco ha detto:

    Eh già. Invece quando si facevano scrivere le canzoni dagli svedesi con il testo in spagnolo era tutto ok? Questa sarà in inglese ma è un prodotto spagnolo al 100%.

Commenta questa notizia...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: